Neurali impianti e robotizzati Protesi Abilita giocatori disabili per mantenere Gaming

scienze neurologiche continuano a fare progressi quando si tratta di impianti neurali, bionica e protesi. Uno dei più recenti progressi nel campo ha permesso una certa tetraplegico 24-anni di nome Ian Burkhart per riguadagnare l'uso degli arti - tra cui l'utilizzo di precisione cifre - con l'aiuto di un impianto neurale.

Lo The Associated Press Recentemente ha riferito che Burkhart ha visitato i laboratori della Ohio State University per sottoporsi a sperimentazione con un impianto neurale che funziona con gli elettrodi attaccati al braccio che riceve le istruzioni tramite un interprete di computer.

Dicono che Burkhart deve concentrarsi su ciò che farà per realizzare qualsiasi cosa, e Burkhart stesso menziona che ...

"In un certo senso devo pensarci un po 'in anticipo e riflettere davvero su ciò che sto cercando di realizzare."

Tuttavia, le reazioni di Burkhart sono interpretate in una frazione di secondo, come dimostrato guitar Hero. È molto simile al modo in cui i bracciali Myo Gesture lavorano con gli arti protesici.

Sono ancora molto lontani dal restauro completo degli arti attraverso impianti neurali con 1: i tempi di reazione di 1 che la maggior parte delle persone ha. Tuttavia, è ancora un segno di progressivi sviluppi sul campo, in quanto gli scienziati fanno progressi per i giocatori disabili che vogliono tornare al gioco.

Le scoperte di ricerca condotte nei laboratori di oggi in tutta la nazione - o anche il mondo - aiuteranno a contribuire verso un $ 3.6 miliardi di dollari robotica mercato protesico stimata da 2025, secondo un rapporto da Lux Research.

Standard aziendale ha citato Maryanna Saenko, analista di Lux Research e autore principale del rapporto, che ha affermato che ...

"La robotica sta rapidamente entrando nel futuro dell'assistenza sanitaria come uno strumento che consentirà la cura più avanzata e personalizzata per i milioni di pazienti. Con l'aumento della longevità, sempre più persone chiedono una migliore cura riabilitativa. Il rapido aumento del numero di pazienti degrada la capacità fornitori medici 'e sottolinea inoltre la necessità di tecnologie sempre robotiche per assistere nel trattamento, "

Si aspettano l'Europa, l'America e la Cina ad aprire la strada a trattamenti robotici e terapia, così come protesi specializzati.

Stella + Guerre + ferro + Man + Bionics

Nonostante le previsioni attese, non tutti i paesi hanno la lungimiranza di abbracciare il futuro. L'Italia soffre di enormi riduzioni nel finanziamento della robotica e della ricerca cellulare avanzata. Tuttavia, ciò non ha fermato alcune menti brillanti da Pisa per creare bioniche funzionanti che permettano al cervello di interpretare le risposte tattili dal tocco robotico.

Lavorare con l'Istituto Federale Svizzero di Tecnologia, il dottor Calogero Oddo, un assistente professore di biorobotica, citato a Fox News quello…

“Stiamo ricollegando qualcosa che non è collegato al cervello”, […] “Senza il nostro tocco, non possiamo manipolare con precisione, ma percepisci anche la mano robotica come non parte del tuo corpo. Invece, se hai un senso del tatto, percepisci meglio e accetti meglio il dispositivo che ti aiuta. "

Già, gli allegati protesici hanno screditato notevolmente grazie all'avvento della stampa 3D, quindi l'unico passo costoso nel processo è la realizzazione neurale che permette ai portatori di agire, reagire e si sentono le sensazioni in base al feedback tattile e segnali neurali.

Secondo 3DPrint.com, Open Bionics ha già dispositivi di sostituzione degli arti a un prezzo economico di $ 1,000. Come puoi vedere, non sono solo lì per la decorazione ... chi lo indossa può fare gesti, muovere le dita e persino eseguire strette di mano. Scoprilo nel video qui sotto dall'evento CES di quest'anno a Las Vegas, Nevada.

Aprire Bionics sport anche alcune protesi davvero nifty cercando specializzato, 3D stampato con il supporto del movimento minimo. È possibile controllare più del loro tecnologia sopra sulla Sito ufficiale.

Sembra che le protesi robotiche stiano avanzando rapidamente, anche solo nei pochi mesi in cui ne abbiamo parlato qui in questo sito. Non passerà molto tempo prima che i giocatori con disabilità oscillino gli arti protesici con il tipo di tempi di reazione e movimenti di precisione che potresti trovare da un giocatore di e-sport professionista.