Yakuza ha una base di fan femminile in crescita, ma il regista non femminilizzerà Yakuza 6

20% del pubblico della Yakuza le serie sono femmine. Ciò è stato rivelato di recente in un'intervista a cui ha rivelato il regista della serie, Toshihiro Nagoshi Famitsu in un'intervista.

Siliconera ha tradotto le parti rilevanti, dove Nagoshi rivela che un quinto della base di fan sono femmine, ma ciò non significa che si rivolgeranno a quel gruppo, spiegando che nel corso di un decennio hanno avuto un numero crescente di fan accaniti ...

“[Yakuza è] un titolo con un impatto, quindi credevo che coloro che avrebbero seguito avrebbero continuato a farlo. Oltre a questo, credevo anche che coloro che lo seguivano sarebbero diventati rapidamente fan accaniti. Questa è una tendenza che ancora non è cambiata molto. Quello che era inaspettato è stato l'aumento del numero di giocatrici. Attualmente, circa il 20% sono giocatrici. "

 

"Anche se questo è qualcosa per cui essere felici, Yakuza è qualcosa che è fatto per i giocatori di sesso maschile, quindi staremo attenti a non essere troppo consapevoli degli utenti di sesso femminile e deragliare da ciò che vogliamo fare. Ultimamente ci sono stati anche molti più giocatori asiatici. Ciò significa che dobbiamo fare più appello all'Asia, ma non concentrarci troppo anche su questo ".

È un approccio molto diverso quello che stanno adottando rispetto agli studi americani, che hanno cercato di piegarsi all'indietro su qualsiasi tipo di contenuto "problematico" sollevato da alcune femministe. Molti giochi hanno subito o stanno subendo la femminilizzazione nel tentativo di attirare coloro che affermano che rendere i giochi più femministi aumenterà le loro vendite.

L'aumento delle vendite non è sempre stato il caso dei giochi che hanno tentato di attirare i loro non fandom; finora, giochi come Assassin's Creed: Syndicate, Remember Me Bombshell sottodimensionato nonostante ci si concentri sugli ideali femministi all'interno di uno spazio di gioco d'azione.

È stato precedentemente rivelato da DeltaDNA in un rapporto di ricerca di mercato che molte giocatrici non amano i giochi d'azione come i giocatori maschi, e nonostante il marketing neutrale rispetto al genere, c'era ancora il 75% in più di maschi che giocavano a giochi d'azione rispetto alle femmine e l'82% in più di femmine che preferivano i giochi di puzzle maschi. Quindi cambiare le formule non sempre si traduce nell'acquisizione di una nuova fascia demografica.

In questo caso, Nagoshi vuole mantenere il nucleo di Yakuza i giochi erano incentrati su ciò che li rendeva popolari in primo luogo, invece di cercare di cambiare le cose per attirare il pubblico occidentale o una setta specifica della loro demografia.

Di solito i giochi e le marche hanno prestazioni migliori nel lungo periodo se rimangono fedeli a ciò che li ha resi popolari in primo luogo, invece di piegarsi costantemente alle richieste di pochi eletti all'interno del fandom, un problema che lo spettacolo freccia ha sofferto e pagato a caro prezzo con una scrittura sciatta, caratterizzazioni scadenti e una trama generalmente in declino che manca di direzione.

Alcuni giochi in cantiere stanno facendo l'opposto di quello che sta facendo Nagoshi, quindi vedremo come se la caveranno bene sul mercato. Yakuza 6 il rilascio è previsto entro la fine dell'anno per PlayStation 4. Sono sicuro che molti fan sfegatati sono felici di scoprire che gli sviluppatori non stanno sacrificando la loro visione nel tentativo di essere più "accattivanti".

(Immagine cortesia principale di Giuseppe Nelva)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.