Brian Crecente di Polygon catturato in conflitto di interessi con giochi per il cambiamento

Brian Crecente

[Aggiornare:] Brian Crecente ha notato che si tratta di una posizione di volontario e che rivelerà i legami nei suoi articoli.

[Articolo originale:] L'editore fondatore di Polygon, Brian Crecente, un ex allievo di Kotaku di Gawker, è stato coinvolto in molteplici conflitti di interesse con la promozione del Giochi per il cambiamento organizzazione, che è una filiale della ESA utilizzato per aiutare ad educare, intrattenere e illuminare i bambini attraverso l'intrattenimento interattivo.

Secondo la scavatrice dedicato e utente di Twitter Honkimus Massimo, un pastebin è stato messo insieme che descrive i molteplici conflitti di interesse tra Brian Crecente di Polygon e Games For Change. La questione è una questione di divulgazione, o meglio, una mancanza di divulgazione.

Il primo caso riguarda un articolo pubblicato sulla Giugno 23rd, 2016 chiamato "L'editor di frequenza femminista richiama lo status quo etero maschile dei giochi a Games for Change". Il riferimento all'evento Games For Change non rivela che l'editore fondatore di Polygon, Brian Crecente, è nel comitato consultivo dell'organizzazione. Come evidenziato su Giochi per il cambiamento sito web, che contiene una voce di biografia e un elenco di Brian Crecente di Polygon. Lo ha anche elencato nel suo Profilo LinkedIn, dove fa parte del comitato consultivo da giugno di quest'anno.

Crecente è apparso anche in una sessione di parlare ai Giochi per il cambiamento evento per parlare di violenza nei giochi, come indicato nella pagina di calendario dell'altoparlante sulla Giochi per il cambiamento sito web.

Non è stato a lungo nel comitato consultivo, ma una volta entrato a far parte dei riferimenti su Polygon hanno iniziato a comparire frequentemente e senza rivelazione.

Infatti, Giugno 22nd, 2016 c'era un articolo dello stesso Brian Crecente sul festival Games For Change in cui omette di menzionare di essere nel comitato consultivo.

Il giorno dopo il Giugno 23rd, 2016 Allegra Frank ha scritto un articolo su Polygon parlando di Games For Change, ma non ha nemmeno rivelato che l'editore fondatore di Polygon è nel comitato consultivo.

E proprio oggi, in 24 Giugno 2016, Brian Crecente ha deciso di fare un editoriale supponente sulla violenza armata nei giochi e sul suo impegno a parlare a Games For Change ... ovviamente, non c'è alcuna rivelazione sull'affiliazione di Crecente con l'organizzazione. In effetti, la parola "divulgazione" non compare in nessuno degli articoli in cui Crecente menziona Games For Change, il che è sconcertante negli ultimi due anni in cui #GamerGate ha infilzato i giornalisti di giochi per cose semplici come non aggiungere divulgazioni quando si parla di cose in cui hanno investito professionalmente o con cui hanno qualche tipo di associazione commerciale o finanziaria.

A loro merito, lo staff di Giant Bomb ha spesso aggiunto rivelazioni ai loro articoli riguardanti stretti legami e affiliazioni con sviluppatori e organizzazioni. E anche a suo merito, Patrick Klepek di Kotaku ha recentemente aggiunto una rivelazione nel suo articolo che parla di uno sviluppatore che era romanticamente coinvolto con la coorte di Klepek, Nathan Grayson.

Alcuni giocatori hanno deciso di andare avanti e allontanarsi da alcuni siti web di gioco che non sono stati in grado di adattarsi e mantenere l'etica giornalistica di base ai loro punti vendita. Selezionare i giornalisti in alcuni punti vendita sono stati ardentemente sforzano di vivere secondo gli standard che ci si attende di loro da parte della comunità di gioco.