I giornalisti condannare e confondere #GamerGate E #DNCLeaks

In una strana svolta, alcune persone si oppongono alla decisione di WikiLeaks di rilasciare migliaia di e-mail relative alla Convenzione Nazionale Democratica perché si sentono come se WikiLeaks avesse assunto una veste razzista mentre veniva sostenuto e sostenuto da un esercito composto da sostenitori di #GamerGate . Questa è una narrazione che viene lentamente strombazzata e portata in giro da alcuni giornalisti sui social media.

Se ti stai chiedendo perché le perdite di DNC sembrano essere andate e venute come una scintilla in una stanza buia invece dei fuochi d'artificio il XNUMX luglio, è perché i media sembrano intenzionati a sorvolare su di esso come un punto di discussione che fa da ponte verso più demonizzazione di Donald Trump e lodi di Hillary Clinton.

Indipendentemente da dove ti trovi nello spettro politico, c'è stato un pregiudizio molto chiaro nel modo in cui i media hanno coperto il senatore Sanders, così come i promettenti POTUS Clinton e Trump. Anche ora, di fronte alle e-mail che hanno rivelato che il DNC è stato chiaramente parziale nello spingere Clinton a vincere le primarie, come riportato da CNN.

Il fallout è stato almeno abbastanza significativo per costringere la presidente della DNC Debbie Wasserman Schultz, per non parlare alla Convenzione Nazionale Democratica per "mantenere la pace".

Nonostante le e-mail rivelassero chiaramente che c'erano molti sotterfugi dietro le quinte e collusione burocratica per minare la corsa alla presidenza di Sanders, alcuni giornalisti parlavano ancora di sottovalutare le fughe di notizie attribuendo la colpa all'antisemitismo e ai punti di discussione di #GamerGate .

Lo scrittore degno di nota Parker Molloy ha etichettato WikiLeaks come un gruppo che converge su "altra destra giocatore MRAs", tweeting il seguente…

Lo scrittore e collaboratore del Washington Post Daniel Drezner li ha definiti "un'organizzazione gravemente imperfetta" ma non ha spiegato perché. È stato seguito da un tweet dello sviluppatore Alex Quirk che ha unito #GamerGate e l'organizzazione "BernieBros" ...

L'ex collaboratore di Escapist, Bob Chipman, si è anche messo a suonare per fare scatti a Trump, ai sostenitori di Sanders e a Wikileaks, serie of tweet prendendo di mira la cultura nerd e i conservatori dell'alt-right, affermando ...

"I dweeb di alt-right sono per Trump (o per StillSanders / Stein / Johnson, la stessa cosa) perché pensano che se il mondo finisse, sarebbero Immortan Galt

 

"Questo descrive una buona parte dell'esercito di Wikileaks, anche se WL ha fatto attivamente del bene in passato? Probabilmente, sì, guarda Assange ".

In una conversazione successiva, alcuni dei critici di Chipman si sono chiesti perché persone come lui continuino a difendere Clinton mentre demonizzano coloro che la criticano, confrontandolo con le ricadute che circondano i primi giorni dell'hashtag GamerGate quando una sviluppatrice è stata coinvolta Nathan Grayson di Kotaku, Dove stava riferendo allo sviluppatore senza scoprire i legami romantici e finanziari. Questo ha portato alla massiccia esplosione di #GamerGate che ha coperto la copertura globale dei media.

Anche nei primi giorni di #GamerGate, Chipman era ancora molto al corrente di esporre la corruzione alla stampa, proprio come stava contro la lotta per una migliore etica nel giornalismo dei media. Chipman ha riconosciuto il tweet affermando che il confronto non era sbagliato.

Non è finita qui. Anche l'ex scrittore Polygon e attuale giornalista freelance Russ Pitts è intervenuto Twitter, deridendo la richiesta di una migliore etica nel giornalismo, nella scrittura ...

"Quel nuovo hashtag sull'etica nel giornalismo sembra avere un sacco di abusi mescolati dentro. Mi ricorda di- * Molti abusivi TWEETS più tardi ... Um ... così, sì.

 

"Non sto dicendo che dimostri la connessione / somiglianza con l'uva gator. Ma non lo sto anche dicendo. Il mio feed non è letteralmente altro che odio casuale e insulti personali poiché menziona il hashtag delle perdite DNC.

 

"Oh, dimenticavo che si tratti di etica. Freddo. Sono contento che abbiamo tutti parlato. "

La conflation di #GamerGate e #DNCLeaks sembra frivolo al meglio e un cattivo servizio al pubblico nel peggiore dei casi.

Ci sono anche rapporti che Twitter sta tentando di censurare e ombreggiare la diffusione delle perdite di posta elettronica DNC per mantenere la discussione al minimo, come riportato dalla Washington Examiner.

Il fatto che le e-mail puntino verso il Comitato Nazionale Democratico che cerca di mettere in atto la convenzione e mettere nella Casa Bianca che vogliono per mezzo di mezzi sottoscritti indica un grave problema nella politica americana. Il fatto aggiunto che i media hanno svolto un ruolo in queste tattiche è un affronto esplicito all'obiettivo supposto della segnalazione neutrale.

Quel che è peggio è che alcuni giornalisti eviterebbero di ammettere che c'è un serio problema con la corruzione dei media e preferirebbero sventolare l'intera cosa come una campagna di molestie #GamerGate, o minimizzare il problema e concentrarsi sull'integrità di come WikiLeaks ritrae il contenuto su Twitter, invece di segnalare il fatto che il DNC è disonesto nel modo in cui opera.

Questo è letteralmente il processo in cui scegliamo democraticamente chi governa l'intera nazione, e si è scoperto che il comitato direttivo di uno dei principali partiti della nazione usa tattiche subdole per screditare un candidato ... ei giornalisti preferirebbero deridere perché le persone interessate sull'etica nel giornalismo stanno sostenendo WikiLeaks per la diffusione delle notizie.

La realtà della situazione è che l'esposizione di questa corruzione e la risposta irresponsabilmente scarsa da parte di alcune personalità e istituzioni dell'industria mediatica sembrano dire più sul clima di corruzione di quanto contenuta all'interno delle effettive e-mail perdite.

(Immagine cortesia principale di Bruce è The Batman)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.