Ubisoft Hiring For Avatar Game basato sui film di James Cameron

Avatar Il Gioco

Sopra sul sito ufficiale di Ubisoft hanno annunciato che Avatar sta ottenendo un altro gioco. Intendono fare un follow-up non così sequel del gioco 2011 che hanno pubblicato sulla base dell'omonimo film di James Cameron 3D. Stanno adottando un approccio molto diverso nei confronti della proprietà, questa volta ora che sono rimossi per sei anni dal gioco originale.

Non hanno assolutamente nessun dettaglio da condividere sul progetto diverso da quello che i giocatori torneranno al magico mondo di Pandora, che sfida la nostra logica conosciuta e dispone di giganti blu gatto gente in giro in panni lombo e denti di tigre.

Ci sono alcuni grandi suggerimenti che danno via a cosa stanno lavorando e come sarà l'ambito. Prima di tutto, menzionano che stanno usando il motore SnowDrop che alimenta La divisione. Next up, secondo il annunci di lavoro Massive, stanno assumendo programmatori online e ingegneri di strumenti per motori per Avatar progetto, quindi sarà probabilmente simile a La divisione, Tanto più che lo sviluppatore Massive Entertainment è ancora a bordo per lo sviluppo del titolo.

An Avatar clone La divisione potrebbe funzionare ... ma uno dei maggiori punti di forza del film è stato quanto tutto fosse grande e visivamente spazioso. Condensarlo in un grind-fest lineare, con area istanziata, sembra farebbe un cattivo servizio al concetto.

In questo momento, però, sono molto accovacciati e nella fase di progettazione concettuale e assunzione. A proposito di assunzioni ... sono così presto in fase di sviluppo che stanno ancora cercando artisti concettuali, quindi è qualcosa che vale la pena provare se hai il dono della grafica e una propensione a scrivere opere d'arte.

Un'altra cosa citata nella pagina delle assunzioni è che stanno cercando un regista narrativo. Se tutto va bene, chiunque si avvicini al piatto non sarà un guerriero stereotipato della giustizia sociale o un femminista maschio perché è l'ultima cosa di cui abbiamo bisogno. E sono abbastanza sicuro che James Cameron non voglia che la sua storia sia disegnata da e per stupratori.