CIA Russia incastrato per attacchi di hacker

Russia Hacks

Un nuovo rapporto Reuters contiene informazioni di follow-up sulle ricadute dalle perdite di posta elettronica di Vault 7 di Wikileaks. Le perdite contenevano informazioni che rivelavano che la CIA stava lavorando su modi per spiare le persone attraverso smart TV, smartphone, qualsiasi dispositivo connesso al web, telecamere e tablet - le perdite rivelavano persino meccanismi di controllo per comandare a distanza auto e veicoli. Una delle implicazioni delle fughe era che la CIA aveva messo in scena attacchi di hacking contro le aziende e firmato con il cirillico russo per incastrare la Russia per gli attacchi; esperti e aziende della sicurezza hanno recentemente confermato che ciò è vero.

Nel rapporto, Reuters ha osservato che gli Stati Uniti esperto di sicurezza informatica Robert Graham ha spiegato che le firme ei metodi utilizzati dalla CIA per inquadrare la Russia per gli attacchi degli hacker che è stato descritto nelle Wikileaks e-mail è stato fatto, controllato da società di sicurezza, e hanno confermato che lo fa apparire come se la Russia è stato inquadrato per alcuni presunti attacchi di hacker. Graham ha dichiarato in un post su su Errata Security...

“Già, un ricercatore AV mi ha detto che un virus che sospettavano un tempo proveniva da russi o cinesi ora può essere attribuito alla CIA, poiché corrisponde perfettamente alla descrizione di qualcosa nella fuga. In base a queste informazioni possiamo sviluppare firme anti-virus e anti-intrusione che annulleranno gran parte di ciò che leggiamo in questi documenti. Ciò comporterebbe un ritardo pluriennale negli sforzi di sviluppo della CIA. Inoltre, andrà a caccia di streghe alla ricerca del leaker, che eroderà il morale.

Graham, tuttavia, difende anche l'attuale narrazione secondo cui i russi hanno ancora violato il DNC, sostenendo in una sezione separata che nella versione di Vault 7 non c'è nulla che assolva i russi dall'aver hackerato il Comitato nazionale democratico, scrivendo ...

"Nei prossimi giorni, i partigiani di parte coglieranno le perdite della CIA come prova di operazioni di" falsa bandiera ", mettendo in discussione gli hack russi. No, questo non è valido. Noi esperti del settore abbiamo criticato le "tecniche di malware" come debole attribuzione, molto prima dell'attacco di Sony e molto prima degli hack di DNC. Tutte le perdite della CIA sono dimostrare che avevamo ragione. D'altra parte, l'attribuzione dell'hack DNC si basa su qualcosa di più di questo, quindi nulla nella perdita della CIA mette in discussione tale attribuzione ”.

Ciò non contraddice ciò che il fondatore di Wikileaks Julian Assange ha dichiarato, dove ha fermamente fa sapere che le e-mail trapelate dal Comitato Nazionale Democratico non è venuto dai russi. In un Fox News intervista, Assange ha dichiarato ...

"La nostra fonte non è nello Stato parte. La risposta per le nostre interazioni [con la Russia] è no. "

 

[...] "Possiamo dire - abbiamo detto ripetutamente nel corso degli ultimi due mesi - la nostra fonte non è il governo russo, e non è stato parte."

Graham non chiarisce esattamente se sta parlando degli hack DNC in relazione a ciò che Wikileaks ha rilasciato, o qualche altra istanza di hacking in atto, ma le vere e-mail dannose sono trapelate a Wikileaks e Assange ha fortemente negato i legami con la manomissione dello Stato Parte per conto della Russia.

I media, tuttavia, si sono pienamente impegnati a sostenere che la Russia era responsabile per l'hacking del Comitato nazionale democratico nonostante la mancanza di prove e Wikileaks che affermano il contrario. Ora, ci sono ulteriori prove che la CIA abbia almeno tentato di incastrare la Russia per alcune vulnerabilità di hacking.