Politico Dice Censori australiani di “lasciare giocatori Alone”

The Witcher 3

Negli ultimi anni vari ideologi espliciti hanno cercato di ottenere i videogiochi vietati, censurati o rimossi dagli scaffali dei negozi. Alcuni di loro hanno avuto successo nell'ottenere GTA V bandito da alcuni punti vendita al dettaglio in Australia per motivi di "misoginia".

Partigiani nei media sono stati il ​​tifo per questo vetriolo politicizzata in cui i giochi che contengono caratteri sessuale femminile, temi maturi o violenza conclamata sono stati presi di mira per la censura, soprattutto nelle regioni occidentali. Beh, un politico australiano che fa parte del partito liberale democratico ha finalmente detto abbastanza è abbastanza e di "lasciare i giocatori da soli".

GamesIndustry.biz raccolto la notizia da un video con South Wales senatore David Leyonhjelm che è stato pubblicato fino oltre il Canale YouTube dei Liberal Democratici. Il video è breve e scattanti e subito al punto, un clock di soli tre minuti e mezzo. È possibile controllare qui di seguito.

La parte significativa di ciò che afferma Leyonhjelm centrale in sull'aspetto censura di permettere giochi in Australia, che è stato recentemente portato la notizia di nuovo quando un Outlast 2 demo è stata valutata dal consiglio di classificazione australiano, ma la versione completa di Outlast 2 è stato vietato nella regione. La ragione per cui? Una violenza sessuale implicita da un non-umano.

Leyonhjelm ha dichiarato ...

"Non molti senatori, o alti funzionari pubblici sarebbe conoscere la differenza tra un ghoul e un Alghoul, e così, sarebbe trovare difficile avanzare nel videogioco conosciuto come The Witcher. In effetti, ai politici e ai dipendenti pubblici è impedito l'accesso ai siti web di videogiochi. Se desideri accedere a Polygon, IGN, PC Gamer o GamePlanet, il computer dice no. Questo è presumibilmente perché qualcuno potrebbe imbattersi in un'immagine che qualcuno disapprova in un mezzo che non comprendiamo.

 

"Tuttavia, non abbiamo ad esempio problemi di accesso a forum neonazisti come Stormfront, e video che mostra siti come Liveleak, dove è possibile guardare i video di persone reali di essere ucciso. "

Quello che dice Leyonhjelm ha molto senso ... solo, penso che i siti che ha suggerito di non essere bloccati alimenterebbero solo l'isteria della censura che attualmente affligge i giochi, specialmente in Australia.

Per esempio, Poligono ammesso nel loro articolo che in realtà erano contro il gioco Odio e ha tenuto remore a originariamente di essere bandito da Steam. E 'stato solo a causa di presidente Valve Gabe Newell personalmente passo dentro e il ripristino Odio è stato il gioco in grado di lanciare su Steam.

Pochi siti web di giochi in questi giorni si pronunciano contro la censura, quindi molto di ciò che i politici australiani vedrebbero dai siti di gioco tradizionali si adatterebbe in gran parte in linea con le loro opinioni sui giochi, dal momento che è principalmente ciò che è stato spinto dai siti più grandi, specialmente dal 2012 .

Leyonhjelm, tuttavia, continua dicendo ...

"Io difendo il diritto degli adulti a guardare tutti i tipi di siti internet, perché gli adulti dovrebbero essere liberi di scegliere. Ma ci dice qualcosa sulle illogiche, burocrati atteggiamento censorio avere per i videogiochi. Prendete per esempio, il divieto di vendita del videogioco popolare chiamato Outlast 2.

 

"Questo videogioco si svolge in un mondo di fantasia che coinvolge tutti i tipi di creature, umane e non umane. Il semplice suggestione di un incontro out-of-schermo tra una creatura e un carattere umano è stato sufficiente a farlo del tutto proibito dal consiglio di classificazione australiano.

 

"Tutto questo montanti sul falso presupposto che le persone che giocano i videogiochi sono bambini impressionabili che sarebbe giocare fuori tutto ciò che hanno visto."

È vero che gran parte del gruppo demografico che acquista giochi per le principali versioni mainstream sono adulti. Secondo S, La più alta età media dei giocatori che spendono soldi su giochi sono tra i 18 e 35 anni di età.

Anche l'Australia ha recentemente istituito la classificazione R18 + specifica per i giochi che trattano contenuti per adulti per i giocatori di età superiore ai 18 anni. Hanno anche un X18 +, che è l'equivalente della valutazione AO ​​(Adults Only) dell'ESRB qui in Nord America. Eppure invece di dare Outlast 2 un X18 + se hanno pensato che il contenuto era così gratuito e male, hanno invece deciso di vietare a titolo definitivo esso.

Leyonhjelm, tuttavia, afferma ...

“Mi chiedo ... come mai gli adulti non sono considerati affidabili per fare scelte sui videogiochi, eppure sono autorizzati a votare? Il primo ministro Turnbull afferma di avere un programma di innovazione, ma ogni segnale che inviamo alla comunità dei giocatori in questo paese è di censura, disapprovazione e scoraggiamento.

 

"[...] I videogiochi non fanno male a nessuno, e la commissione di classificazione dovrebbe lasciare in pace i videogiocatori."

Se il buon senso di Leyonhjelm cadrà nel vuoto dipenderà dalla decisione o meno del consiglio di amministrazione del Dipartimento delle comunicazioni e delle arti di revocare il divieto di Outlast 2. Tuttavia, nel corso degli anni, nonostante l'aggiunta del R18 + voto che sembrano solo essere sempre più stretto con le classificazioni.

(Immagine cortesia principale di Denroth)