Bounty Train Review: interessante ma senza scopo di lucro

Bounty Train

[Disclosure: Una copia di revisione è stata fornita per il contenuto di questo articolo]

Giochi di Corbie ' Bounty Train è un gioco di strategia di gioco di ruolo in un periodo storico in cui i giocatori raccolgono passeggeri, combattono i banditi e gestiscono le risorse tra le destinazioni mentre seguono una storia non lineare sulla libertà e la sopravvivenza. Tuttavia, nonostante la premessa interessante del gioco, la narrativa storica e gli aspetti relativi alla gestione degli oggetti, cade nella fossa di essere più noioso e ripetitivo che divertente e innervatorio.

In Bounty TrainSi muove tra un numero crescente di insediamenti urbani nell'America XIX secolo, costruendo competenze e reputazione, acquisendo risorse e risorse commerciali, aggiornando e mantenendo il loro treno di bounty e uccidendo la concorrenza con spontanei scoppi di violenza in tempo reale e pericolosi incidenti.

Purtroppo, gli scoppio delle fiamme, il combattimento a mano e le armi da fuoco, a lungo termine, hanno un secondo posto molto lungo, almeno nelle fasi iniziali del gioco, all'umorismo di andare avanti e indietro a cambiare città, conversazioni convulute e Gioie di essere un uomo d'affari capitalista senza molto chiamare il proprio.

Inoltre, ogni città sembra simile e sebbene sia possibile sbloccare un numero maggiore di funzionalità (come un deposito di treni), diventa presto chiaro che il gioco ha apparentemente poco da offrire dopo aver superato i primi mesi o gli anni di gametime simulato (solo Ore della vita reale). Lo sblocco delle città e la creazione di numeri presto diventano noiosi nella loro ripetitività, nonostante il fatto che essi rappresentano un progresso.

Anche il combattimento è poco da scrivere a casa. I combattimenti sono difficili da controllare e, sebbene qualcosa che dovrebbe essere lontano dalla noia, occupa una sua natura noiosa e frustrante. Sarebbe bello vedere uno sviluppo di carattere ancora maggiore con storie più ingombranti e molto di più, inclusi quelli appena citati, per mantenere un giocatore sul bordo del loro sedile di guida e materiale che li fa continuare a giocare per qualche ragione oltre a volerla Evitare la confusione fermandosi e poi dimenticandoli dove avevano la metà della missione.

Si ha anche il senso che la grafica potrebbe essere migliore soprattutto per rendere gli insediamenti distinti gli uni dagli altri.

In fin dei conti il ​​gioco sembra buono in un primo momento, e un concetto interessante piacevolmente illustrato, ma, alla fine, assolutamente senza scopo e fastidioso nella sua monotonia.

Certamente non è inutile, ma si sforza di trovare una ragione che dovrebbe provare quando ci sono così tanti altri RPG strategici sul mercato. Fatelo perdere, a meno che forse non hai un interesse specifico nel periodo storico coperto dal gioco.