IGDA Direttore E Anti- # GamerGate Critic Kate Edwards Passi Giù

Kate Edwards IGDA

Kate Edwards è diventata direttore esecutivo della International Game Developers Association in 2012. Negli ultimi cinque anni, Edwards ha lavorato all'interno dell'organizzazione per espandere la copertura in varie regioni e paesi in tutto il mondo, tra cui fare collegamenti in Egitto, Tunisia, Georgia e Bandgladesh, secondo GamesIndustry.biz.

Giugno 30th, 2017 in a post sul blog, Edwards ha affermato che il ruolo del direttore esecutivo presso l'IGDA è giunto alla fine.

Nel post, Edwards ha dichiarato che il lavoro era destinato a durare solo per pochi anni, scrivendo ...

"Per molte persone, questa può sembrare una decisione improvvisa. Ma la realtà è che quando ho iniziato in 2012, ho deciso con decisione al consiglio di amministrazione della IGDA che questa sarebbe probabilmente una missione da 3 a 5 per me, "[...]" Quando ho raggiunto la fine del mio terzo anno, era chiaro che si doveva fare ancora del lavoro, e così persistetti insieme al mio straordinario personale. Mentre ci stiamo avvicinando alla pietra miliare di 5, sto seguendo la mia intenzione originale. Non c'è mai un punto di arresto perfetto per un lavoro dinamico come questo, ma ora con GDC ed E3 dietro di noi, questo è stato il momento migliore per andare avanti. "

Di nuovo a 2015 David Auerbach da Slate aveva stimato che Edwards avrebbe dimesso poco dopo che una serie di accuse di corruzione si affiorano in relazione all' IGF e all'IGDA, che più tardi hanno visto l'ex Il presidente di IGF Brandon Boyer si dimette All'altezza delle accuse.

Edwards è stato infamainamente protagonista di #GamerGate da 2014 dopo che l'IGDA ha originariamente sostenuto l'uso del #GamerGate autoblocker, che è riuscito a bloccare anche alcuni sviluppatori indipendenti. Alcuni pensavano che l'IGDA stava passando sul ghiaccio sottile impiegando l'autoblocker. L'organizzazione ha infine smesso di utilizzare il GGAutoblocker, ma non prima del fondatore Ernest Adams ci ha spiegato ...

"Per quanto ne so, l'elenco dei blocchi non era destinato a includere sviluppatori indipendenti. Se uno sviluppatore indipendente viene bloccato, è una coincidenza.

 

"In sostanza, blocca chiunque segua più di uno dei capi.

 

"Questo post sul blog di GGAutoblocker spiega come ottenere la lista in bianco se senti che sei stato bloccato in errore".

Adams collegato a Il blog di Randi Lee Harper Spiegando come gli sviluppatori ei potenziali membri dell'IGDA che erano stati bloccati potrebbero garantire il permesso di licenziatari.

All'epoca, il presidente IGDA della setta di Porto Rico, Roberto Rosario, aveva criticato il braccio principale di IGDA per istituire l'uso del GGAutoblocker e Rosario subì qualche forma di ostracizzazione per essere simpatici verso #GamerGate.

Edwards, nel frattempo, stava facendo dichiarazioni pubbliche multiple denunciando #GamerGate a pubblicazioni come Venture beat, Dichiarando che era una campagna di molestia. I punti vendita di Youtube come ShortFatOtaku e Netscape ha arrotondato alcuni dei commenti più controversi dell'IGDA e la storia del run-in dell'organizzazione con #GamerGate.

Avevo originariamente raggiunto Edwards per un'intervista in merito alle critiche sull'IGDA e sul modo in cui alcune organizzazioni di rilievo all'interno dell'industria del gioco avevano preso una posizione piuttosto anti-gioco facendo rivendicazioni su persone che usavano il hashtag GamerGate basato su una disinformazione. Tuttavia, Edwards ha rifiutato di partecipare ad un'intervista piena dopo aver affermato che le informazioni potrebbero essere interpretate male come "SJW bugie".

L'hashtag ha lanciato in 2014 dopo che numerosi scandali nel corso degli anni sono finalmente arrivati ​​a testa con un giornalista di Kotaku. I giornalisti del gioco hanno tentato di spazzare lo scandalo sotto il tappeto, e quando i giocatori continuavano a urlare i media hanno etichettato la comunità di gioco come un gruppo di molestie e misogni. È stato poi rivelato che alcuni giornalisti che si erano allineati come anti-GamerGate avevano commesso atti illegali e alcuni sono stati arrestati per Partecipando effettivamente alla molestia, E per avere Presumibilmente violentato molte donne.

Nonostante tutti i commenti negativi delle organizzazioni di gioco più importanti di #GamerGate, coloro che hanno organizzato all'interno della hashtag sono riusciti a convincere il FTC a aggiornare ulteriormente e applicare le loro linee guida per quanto riguarda la divulgazione, oltre a lanciare un Indagine completa su Kotaku e Gawker. La rivolta dei consumatori è stata anche responsabile di incoraggiare più siti Web di gioco e ha aggiornato le proprie politiche di divulgazione ed etica alla luce degli sforzi di # GamerGate.

(Immagine cortesia principale di MIT Global Education)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.