CNET pubblica informazioni errate su #GamerGate, il personale difende falsificazioni
Donald Trump GamerGate

CNET ha pubblicato un massetto contro la comunità di gioco e contro #GamerGate, una rivolta 2014 contro le pratiche giornalistiche non etiche nei media. Il pezzo è stato scritto da Ian Sherr e Erin Carson, e pubblicato su 14 Giugno 2017 [di riserva] Ed è intitolato "GamerGate a Trump: come la cultura del videogioco ha spazzato tutto in su".

Il pezzo tenta di colpire la cultura del gioco e #GamerGate per aiutare a mettere Donald Trump in carica.

Iniziano affermando che le anticaglie proto-# GamerGate hanno iniziato con Anita Sarkeesian e i troll che si sono avvicinati intorno a lei scrivendo ...

"Un esercito di trolls odiati si è svegliato, si sono ritrovati in linea e hanno lanciato una crociata di molestie, puntando non solo Sarkeeian, ma chiunque altro ha messo in discussione la loro visione di come dovrebbe essere il mondo del gioco".

Citazione necessaria.

Questa è una richiesta fondamentale e non esiste alcuna prova documentata da nessuna parte che "trolls odiosi" hanno lanciato una "crociata di molestie" contro chiunque abbia messo in discussione la visione di come dovrebbe essere il mondo del gioco. Se CNET ha una citazione, sono lieti di presentarla.

Inoltre, la sfiducia e il risentimento che i giocatori hanno tenuto nei confronti dei giochi media inizialmente guadagnato trazione dopo che Gamespot ha sparato Jeff Gerstmann indietro in 2007 sopra il suo punteggio basso percepito di Kane & Lynch, Come descritto da Forbes. #GamerGate è stato il culmine di anni di frustrazione tra giocatori e giochi media; Ma mi allontano.

Ciononostante, CNET ha continuato a mirare a #GamerGate, dove hanno scritto ...

"Alcuni anni dopo, i troll online anonimi hanno minacciato di stuprare e uccidere lo sviluppatore di indie Zoë Quinn dopo che il suo ex ragazzo ha pubblicato un massaggio online di 9,000 per accusarlo di dormire con un giornalista di giochi per una revisione positiva.

"L'intera campagna contro Sarkeesian, Quinn e altre donne è diventata nota come #GamerGate".

Questo è certamente falso.

Non c'è dove "Zoe Post" di Eron Gjoni, che puoi leggere integralmente WordPress, Egli menziona che Zoe Quinn dormiva con un giornalista di giochi per una revisione positiva. Infatti, CNET ha deliberatamente mentito qui perché nessuno dove in The Zoe Post è la parola "revisione" anche utilizzata ... mai.

Quello che è accaduto è che Gjoni ha chiamato Nathan Grayson nel pezzo e la gente ha capito che era lo stesso Grayson di Kotaku che aveva scritto precedentemente a Rock, Paper, Shotgun. Grayson aveva dato a Quinn una copertura positiva (non una revisione) e lo ha fatto senza scoprire i suoi legami romantici o finanziari con lo sviluppatore. Gli articoli di Grayson ei successivi ritardi etici sono documentati sulla sua Profilo Deepfreeze.it.

Inoltre, nessuna prova supporta l'affermazione di CNET secondo cui c'è stata una campagna contro Sarkeesian o Quinn. Infatti, nella propria organizzazione anti-molestia di Quinn, Crash Override Network, hanno Nessuna molestia documentata Da utenti #GamerGate contro Anita Sarkeesian. UN WAM !, inter pares rapporto Ha indicato che solo il 0.66% delle persone contrassegnate come molestie da più di articoli 172 media era stato effettivamente segnalato per molestie. E il L'inchiesta dell'anno dell'FBI Ha rivelato che non esistevano prove atte a dimostrare che #GamerGate era una campagna di molestia.

FBI GamerGate Investigation

Infatti, CNET presenta alcune delle informazioni contenute nella relazione dell'FBI per allontanare ulteriormente i lettori in errore, sostenendo ...

"Sarkeesian, che come Quinn ha rifiutato di commentare per questa storia, è stato costretto a annullare un discorso a un campus universitario dopo aver ricevuto un'email anonima da un presunto studente che minacciava" la scorta più mortale che tira nella storia americana ". Brianna Wu, co-fondatore di Lo studio di sviluppo del gioco indie Giant Spacekat, dovette assumere la sicurezza personale dopo che era diventata un bersaglio per parlare. Anche la famiglia di Quinn ha ricevuto minacce e ha subito molestie ".

Nella relazione dell'FBI, che puoi leggere su Volley ufficiale FBI online, Una delle persone che ha inviato una lettera minacciosa per il discorso di Sarkeesian all'universo di Utah era in realtà da un troll. I singoli midi di dieci anni utilizzati da un individuo sono stati stampati in tutta la lettera, inclusi quelli popolari Dragon Ball Z meme "è finita 9,000", sostenendo che aveva più bombe 9,000 che avrebbe portato a scuola. L'FBI ha dedotto che le molteplici minacce scritte dal troll provenivano dalla stessa persona.

Qualcuno ha informato l'FBI affermando che la persona che ha scritto la lettera è stato presumibilmente un regolare forum poster sulle schede di messaggi SomethingAwful.com. SomethingAwful.com è conosciuto come un covo di troll che odia #GamerGate.

CNET continua però facendo ulteriori affermazioni basilari. Loro scrivono…

"Nel tempo, diversi gruppi su Internet che tendono a rispondere negativamente alle donne, come ad esempio alcune comunità di giocatori più impegnati, codificatori e gruppi supremaziali di destra estrema destra, hanno cominciato a coesistere tra la molestia condivisa delle donne e il disappunto per il cambiamento sociale".

Citazione necessaria.

CNET continua con altre affermazioni basilari. Scrissero…

"Nel caso di GamerGate, le folle si sono unite a un particolare odio di quello che hanno visto come stranieri - in particolare le donne, attaccando i videogiochi, che hanno sostenuto era loro.

Citazione necessaria.

Affermare che il movimento stava per odiare le donne avrà bisogno di più di un semplice affermarsi di farlo. Il fatto che questo particolare articolo di CNET sia classificato come un articolo di notizie nella loro sezione di notizie è ancora più dannoso, in quanto non hanno alcuna outlier o caveat che queste affermazioni sono interamente opinion-based.

CNET GamerGate News

Essi presentano anche altre aspettative di #GamerGate, scrivendo ...

"Durante GamerGate, è stata creata una lista nera di pubblicazioni, così come modelli e-mail e script di chiamata telefonica per convincere le aziende a tirare i loro annunci da siti che hanno scritto criticamente su GamerGate o il suo messaggio".

Ciò che non hanno menzionato in questo paragrafo è che la lista nera è stata formata in modo che i lettori smetterebbero di sostenere i punti vendita non etici che diffondono le falsità e danneggiano l'industria del gioco, come quando Kotaku lanciò una campagna di smear contro Brad Wardell or Max Temkin Senza prima controllare le loro affermazioni, o quando Gawker ha preso diverse opportunità per pubblicare contenuti non etici che coprono una miriade di argomenti. Infatti, Gawker è stato il primo obiettivo di GamerGate per tutta la fine della 2014, come ammesso da Ex editore Gawker Max Read.

#GamerGate ha lavorato con il FTC per ottenere un Indagine lanciata in Gawker, E addirittura costano il gigante dei media innumerevoli dollari nelle entrate pubblicitarie.

Gamasutra, Polygon e Joystiq erano alcuni tra i tanti che i giocatori avevano scelto di boicottare e smettere di leggere, soprattutto a seguito della barrage di articoli ora conosciuti come Campagna "Gamers Are Dead".

Un'altra cosa che l'articolo di CNET non menziona è che molti di questi siti erano collaboratori o membri degli infami lista GameJournoPros, A volte utilizzato per dirigere il traffico narrativo dei media di gioco attraverso una mailing list segreta.

L'elenco di GameJournoPros è stato effettivamente formato da Kyle Orland in imitazione di JournoList di Ezra Klein, che è stato accusato anche di manipolare collettivamente le notizie per allinearsi all'agenda liberale, come riportato da Mediaite.

Tuttavia, CNET ha continuato a dichiarare ...

"La folla GamerGate ha anche ampliato l'uso di una tattica chiamata" doxxing "o pubblicando l'indirizzo di una persona, il numero di sicurezza sociale, il numero di telefono o qualsiasi altra informazione privata"

Citazione necessaria.

Ciò che abbiamo scoperto è che la Crash Override Network di Zoe Quinn ha partecipato a molestie mirate e alla ricerca di individui che sono stati ideologicamente contrari a loro. Queste informazioni sono state documentate e rivelate attraverso log della chat trapelate. Membri multipli del gruppo Ha confermato l'autenticità Dei log di chat, ma dei media I siti web hanno rifiutato di riferire sui contenuti.

Infatti, #GamerGate ha avuto un sottogruppo noto come il #GamerGate Molestie Patrol, Per assicurarsi che nessuno abbia usato l'hashtag per fare o per uccidere nessuno.

Il tentativo di CNET di giocare sei gradi di separazione tra #GamerGate e Donald Trump che viene eletto in Presidenza è al massimo inutile e irresistibile nel peggiore dei timori etici.

Infatti, sostenendo che le tattiche sviluppate da #GamerGate per aiutare il seggio Trump perde completamente il fatto che secondo i dati di sondaggio di uscita raccolti da Business Insider, La maggioranza delle persone che hanno votato per Trump erano la maggioranza da parte dell'America rurale, bianche, di categoria superiore e superiore, in genere tra le età di 40 e 65 +. Inoltre, la maggior parte delle persone che hanno messo Trump in carica sono moderate e conservatori.

Molti dei demografici che hanno votato per Trump hanno solo un piccolo crossover con il giocatore medio, che è etichettato dalla maggior parte degli studi per essere tra le età di 18 e 35, come riportato da S.

Qual è la rilevanza di questi dati? Beh, per riferimento, la maggioranza delle persone che hanno identificato come utilizzare il hashtag GamerGate nella Obiettivo del gioco Il sondaggio ha rivelato che essi erano perlopiù liberali a sinistra, la maggioranza dei quali ha votato per Barack Obama (per coloro che hanno identificato come americani) nelle elezioni 2012.

Tuttavia, tutti questi fatti sono stati ignorati dal personale di CNET.

La sezione di commento sull'articolo è stata abile nel citare le fonti per correggere CNET e ha anche suggerito di aggiornare l'articolo con i fatti propri. Tuttavia, quando questi problemi sono stati portati all'attenzione del personale nella sezione commenti, ecco come il membro del personale di CNET Connie Gugllelmo rispose...

"Hai diritto alle tue opinioni su ciò che considerate" prove "e" scoperte male ".

"CNET sta dietro al nostro reporting."

La maggior parte delle rivendicazioni erano senza citazioni e non sono state presentate prove per molte delle congetture più scandalose, ma CNET sembra stare in piedi nell'articolo.

(Immagine cortesia principale di Box TV)

Chi Sono

Billy è stato fruscio Jimmies da anni che copre i videogiochi, la tecnologia e le tendenze digitali nello spazio di elettronica di intrattenimento. Il GJP piangeva e le loro lacrime divenne il suo frullato. Hai bisogno di entrare in contatto? Prova il Pagina contatto.

NON segui questo link o sarai vietato dal sito!