Google invoca James Damore per la scrittura di Manifesto Anti-SJW
CEO di Google

[Disclosure: L'articolo seguente contiene un link promozionale pagato]

Un ingegnere di Google chiamato James Damore è stato licenziato di recente per aver scritto a 10-page, manifesto della parola 3,000 scomporre il modo in cui le politiche SJW di Google potrebbero danneggiare l'azienda a lungo termine. Il manifesto ha evidenziato le differenze tra uomini e donne e il modo in cui si è tradotto sul posto di lavoro e ha offerto soluzioni su come integrare meglio le donne senza concentrarsi sull'utilizzo dei principi di sinistra per sopprimere i punti di vista conservatori o orientati a destra, ma anche focalizzando in modo sleale i programmi e le iniziative su minoranze e donne.

Il memo non è stato ben accolto dai dirigenti di Google, e Social Justice Warriors ha chiesto che l'ingegnere venisse licenziato, così il CEO americano di Google, Pichai Sundararajan (nella foto sopra), ha scritto una lettera ai dipendenti di Google facendogli sapere che il dipendente era stato licenziato.

Re / code ha postato la lettera di Sundararajan per intero, dove spiega ...

"Innanzitutto, lasciatemi dire che sosteniamo con forza il diritto dei googler di esprimersi, e gran parte di ciò che era in quella nota è un dibattito equo, indipendentemente dal fatto che una grande maggioranza di googler non sia d'accordo. Tuttavia, parti della nota violano il nostro Codice di condotta e tagliano la linea facendo avanzare stereotipi di genere dannosi sul nostro posto di lavoro. Il nostro lavoro consiste nel creare ottimi prodotti per gli utenti che fanno la differenza nella loro vita. Suggerire ad un gruppo di nostri colleghi caratteristiche che li rendono meno biologicamente adatti a quel lavoro è offensivo e non OK. È contrario ai nostri valori di base e al nostro Codice di condotta, che si aspetta "che ogni googler faccia tutto il possibile per creare una cultura del posto di lavoro che sia libera da molestie, intimidazioni, pregiudizi e discriminazioni illecite".

Una parte della nota sottolineava esplicitamente che coloro che non avevano adottato la mentalità della Sinistra SJW venivano discriminati da Google, e che la ragione per cui il promemoria originariamente era passato in giro in modo anonimo era perché chiunque ne avesse apertamente discusso sarebbe stato licenziato.

Una caccia alle streghe ha avuto luogo per scoprire l'identità del dipendente in modo che potesse essere licenziato.

Quando l'identità dell'ingegnere è stata scoperta, Google lo ha licenziato per non aver adottato la mentalità SJW della sinistra regressiva.

Sundararajan ha poi continuato a scrivere ...

"Allo stesso tempo, ci sono colleghi che si chiedono se possono tranquillamente esprimere le loro opinioni sul posto di lavoro (specialmente quelli con un punto di vista minoritario). Anche loro si sentono minacciati, e anche questo non va bene. Le persone devono sentirsi libere di esprimere dissenso. Quindi, per essere di nuovo chiaro, molti punti sollevati nel promemoria - come le parti che criticano i corsi di formazione di Google, mettono in discussione il ruolo dell'ideologia sul posto di lavoro e discutono se i programmi per le donne e i gruppi sottovalutati sono sufficientemente aperti a tutti - sono argomenti importanti. L'autore ha il diritto di esprimere le proprie opinioni su questi argomenti: incoraggiamo un ambiente in cui le persone possano farlo e rimane la nostra politica di non agire contro nessuno per sollecitare queste discussioni ".

Sorprendentemente, l'ingegnere ha affermato che molte persone all'interno di Google temevano pubblicamente di esprimere le loro opinioni perché Google avrebbe intrapreso un'azione contro di loro per avere queste discussioni, quasi come gli allibratori che agiscono contro qualcuno con una dipendenza dal gioco che tenta di approfittare di un bonus casinò senza deposito in Canada mentre il loro limite di credito è al massimo.

Mentre Sundararajan afferma che dovrebbero avere discussioni senza intraprendere azioni contro le persone, hanno esplicitamente intrapreso azioni contro l'ingegnere per aver sollevato l'argomento.

All'inizio Sundararajan non voleva parlare se l'ingegnere era stato licenziato o meno, ma l'ingegnere lo confermò Bloomberg che era stato effettivamente licenziato da Google, che ha dimostrato il punto del manifesto anti-SJW: che le opinioni dissenzienti ti avrebbero fatto licenziare e ostracizzare dalla compagnia.

Nella lettera a Bloomberg, l'ingegnere ha rivelato di essere stato licenziato per aver violato il Codice di condotta di Google e per aver perpetuato "stereotipi di genere".

Questo ragionamento ideologico per licenziare il dipendente era precisamente ciò che è stato menzionato nel manifesto come la specie di sottili politiche sociopolitiche impiegate in Google che hanno costretto molti dipendenti a tacere sulle loro inclinazioni politiche o ad evitare di parlare apertamente o onestamente, per timore vengono licenziati o potenzialmente inseriti nella lista nera dai circoli della giustizia sociale che dominano la Silicon Valley.

Su Di Noi

Billy è stato fruscio Jimmies da anni che copre i videogiochi, la tecnologia e le tendenze digitali nello spazio di elettronica di intrattenimento. Il GJP piangeva e le loro lacrime divenne il suo frullato. Hai bisogno di entrare in contatto? Prova il Pagina contatto.

NON segui questo link o sarai vietato dal sito!