Overwatch Dev afferma che il comportamento anti-SJW è rallentato dallo sviluppo

Overwatch

Il direttore di gioco Jeff Kaplan per Overwatch ha impiegato del tempo per rivolgersi alla comunità sulla "tossicità" nel gioco, perpetuata da altri giocatori. Dice che il team ha ora aggiunto una funzionalità di report alla versione console e che voleva farlo in modo che le persone che usano la funzione report per tattletale su qualcuno, ci fosse una notifica che indichi che il tuo ratting fuori da un compagno giocatore è risultato in qualche forma di azione disciplinare. Kaplan menziona anche che le persone che dicono cose "cattive" e hanno comportamenti "cattivi" hanno notevolmente rallentato lo sviluppo di nuovi contenuti Overwatch, perché passano più tempo a cercare di correggere i cattivi comportamenti delle persone e frenare l'uso di parole cattive piuttosto che creare nuovi contenuti per il gioco.

In un video di sette minuti e mezzo, Keplan spiega lo stato attuale del gioco e che, nonostante l'aggiunta della funzione di report per gli utenti Xbox One e PS4, c'è ancora un alto livello di "tossicità" che affligge Overwatch.

Kaplan racconta come gli account 480,000 sono stati sul lato ricevente dell'azione disciplinare e 340,000 di quelle azioni sono state in risposta ai giocatori che usano la funzione di rapporto.

Kaplan prosegue affermando che chiunque non abbia problemi con la loro agenda attuale è qualcuno che non vogliono come parte della loro comunità. Egli dichiara…

“La nostra filosofia di massimo livello è: se sei una persona cattiva a fare cose cattive in Overwatch, non ti vogliamo in Overwatch. Non vogliamo creare aree per te dove si trovano solo le persone cattive in Overwatch - non vogliamo solo quelle persone cattive in Overwatch.

 

“Overwatch dovrebbe essere uno spazio di gioco inclusivo; è un universo inclusivo e aspirazionale. E l'esperienza di gioco dovrebbe corrispondere a ciò che Overwatch spera di ottenere. "

Se il gioco dovrebbe raggiungere la pace nel mondo, è molto lontano da quell'obiettivo.

Kaplan, tuttavia, continua su come Blizzard sta facendo la sua parte, ma anche la comunità deve fare la sua parte per cambiare in meglio, dicendo ...

"Al fine di migliorare la situazione, la comunità deve dare uno sguardo approfondito verso l'interno - a ciascuno di noi - e considerare davvero [...] che dovremmo provare a renderlo un'esperienza divertente e coinvolgente."

 

“[…] C'è un modo per diffondere positività che non credo sia prevalente in questo momento. Sicuramente possiamo provare a costruire sistemi di gioco per incoraggiarlo di più, e lo faremo, ma abbiamo bisogno che la comunità si adegui alla propria parte nella responsabilità che hanno per creare davvero un grande spazio di gioco. "

Quindi, in altre parole, Kaplan sta dicendo ai giocatori: non usare un linguaggio profano contro altre persone, non dire cose sprezzanti contro altre persone, non essere cattivo con le altre persone e usare solo un linguaggio che sarebbe - nella sua forma più dura, e più acuto - ancora non riescono a rompere un fiocco di neve.

Kaplan completa quindi il video dicendo che potrebbero rendere più contenuti se le persone si comportassero più come Social Justice Warriors, micromanaggiando costantemente le microaggressioni, quindi significherebbe che Kaplan e l'equipaggio non dovrebbero sorvegliare la comunità o costruire strumenti per rendere la community più compatibile con SJW, dicendo ...

“Vogliamo creare nuove mappe, vogliamo fare nuovi eroi, vogliamo realizzare cortometraggi animati. Ecco dove è la nostra passione, ma siamo stati messi in questa strana posizione in cui stiamo spendendo un'enorme quantità di tempo e risorse per punire le persone e cercare di far comportare meglio le persone.

 

"Vorrei che potessimo dedicare il tempo che dedichiamo a mettere i rapporti sulla console e ad averli indirizzati verso un sistema di cronologia delle partite o un sistema di replay. Erano esattamente le stesse persone che dovevano lavorare su entrambi [il sistema di riproduzione e il sistema di cronologia delle partite] che sono stati reindirizzati per lavorare sull'altro [sistema di report]. "

Agli occhi di Kaplan, cercare di reingegnerizzare completamente il comportamento umano sta mettendo a dura prova il team di sviluppo e lavorare sodo per costringere le persone a comportarsi nel modo in cui i Guerrieri della giustizia sociale vogliono che si comportino è - nelle sue stesse parole - rallentare lo sviluppo di nuovi contenuto per Overwatch. Lui dice…

"Il cattivo comportamento sta effettivamente facendo progredire il gioco - in termini di sviluppo - ad un ritmo molto più lento".

C'è molta vaghezza in termini di ciò che costituisce un "cattivo comportamento" agli occhi di Blizzard, oltre a dire "cose ​​cattive" alle persone, che potrebbe praticamente gestire un ampio spettro di come le persone comunicano e quale lingua o tono usano. Ad esempio, il sarcasmo gioviale ma dispregiativo è "cattivo comportamento"? Il linguaggio gioviale ma profano è “cattivo comportamento”? Usare gli epiteti in modo scherzoso è un "cattivo comportamento"? Sembra una regola basata su un principio morale fragile come una bandiera nel vento.

Tuttavia, Kaplan e il resto della Blizzard apparentemente vogliono che la loro comunità si comporti come i Guerrieri della giustizia sociale; solo usando un linguaggio approvato da autoritarismi sociali e solo giocando in modi che sono considerati "positivi" dagli arbitri morali.

È strano perché non devono assolutamente combattere comportamenti "cattivi". Potrebbero consentire ai pulsanti di blocco / silenziamento di fare ciò che intendono fare e concentrarsi sulla creazione di nuovi contenuti per il gioco.

Con l'ammissione di Kaplan che il comportamento anti-SJW sta letteralmente trattenendo lo sviluppo, ho potuto facilmente vedere i troll di 4chan usare questo come un'opportunità per accelerare il cosiddetto comportamento "cattivo" al fine di fermare lo sviluppo.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.