Com'era l'articolo?

1518640cookie-checkHand of Fate 2 Review: Dungeons and Dealers
PC
12 novembre 2017

Hand of Fate 2 Review: Dungeons and Dealers

[Disclosure: Un codice di revisione è stata fornita per il contenuto di questo articolo]

Mentre l'originale Mano del destino era un successo un po 'bizzarro e insolito che avrebbe dovuto davvero attrarmi, non sono mai riuscito a suonarlo. Attualmente risiede tra innumerevoli altri "Giochi con l'oro" che sono stati scaricati sulla mia Xbox One e poi lasciati a languire, probabilmente perché mentre amo il concetto di base, ho letto molto sui difetti del primo gioco e non ho mai sentito la necessità di viverli realmente. Ora, con la prospettiva di mettere i denti in un sequel (presumibilmente) molto migliorato, è finalmente giunto il momento per me di affrontare La mano del destino franchising.

Per coloro che non hanno familiarità con i due giochi della serie, Mano del destino è un gioco fantasy che si svolge su un unico tavolo, con ogni livello (o sfida come il gioco si riferisce a loro) distribuito sul tavolo da un croupier goblin dall'aspetto piuttosto sfuggente. Il giocatore quindi naviga intorno alla sequenza di carte una alla volta al fine di completare un qualche tipo di obiettivo generale, che di solito si riduce alla raccolta di un certo numero di qualcosa (artefatti, benedizioni ecc.) O che accumula una quantità prestabilita di prestigio o oro prima di andare da qualche parte per sconfiggere un boss. Mentre capovolgi le carte sulla scacchiera, può accadere una delle varie cose e in molte occasioni, gli incontri di combattimento si generano, costringendo il giocatore a combattere un numero casuale di nemici in una terza mappa di arena.

Mano del Destino 2

Mano del Destino 2 sembra riconoscere apertamente i difetti del primo gioco, perché tra un repertorio abbastanza ampio di altre battute opportunamente misteriose, il Goblin spesso ci avvisa che "questa parte del gioco è cambiata" o "Ho migliorato il gioco in quest'area. "Mi è abbastanza piaciuto il gioco g all'interno di una sensazione di gioco e in qualche modo ha dato al commerciante un senso di credibilità che il solito tipo di personaggio di un dungeon master spesso manca in giochi simili. La sua voce fuori campo serve anche a fornire uno dei tutorial più accurati (soprattutto dato lo strano costrutto del gioco) che ho visto da anni, con lui semplicemente incrinare e riempirti di regole e meccaniche man mano che si verificano.

Una delle prime cose che impariamo è che ci sono sfide 22 in Mano del Destino 2 (oltre a una modalità infinita che al momento non è disponibile per il test), tutto avviene su una singola scheda che viene rivelata lentamente man mano che avanzi. Di conseguenza, Mano del Destino 2 è un gioco abbastanza consistente, con ogni sfida che richiede qualcosa come 30 ai minuti 90 da completare se si tiene conto del fatto che sarà inevitabilmente necessario riprovare alcuni di essi. Vedi, entrambi Mano del destino i giochi sono un po 'come i ladri in quanto se muori durante una sfida, la riavvierai di nuovo dall'inizio. In alcune sfide, ci sono token che possono essere riscattati per nuove carte alla fine, sia che tu vinca o perda e che spesso ti permettono di ponderare leggermente il mazzo a tuo favore.

Su quella nota, il meccanico di deckbuilding in Mano del Destino 2 è forse una delle sue caratteristiche più singolari e tuttavia, almeno per me, è stata anche causa di grande confusione. All'inizio di ogni sfida, ti verrà chiesto di contribuire con le carte a diversi mazzi da cui il mazziere trarrà durante il gioco. Le carte possono includere armi e armature, incontri, compagni e molti altri esempi di nicchia come benedizioni e incantesimi. Il problema che ho riscontrato è che non ci sono molte rime o ragioni evidenti su quando escono queste carte o su come aiutano in tutti i casi, il che rende la scelta di sentirle inutili.

Hand of Fate 2 - Perilous Journey

Alcuni sono ovviamente semplici, il che in realtà aiuta a dimostrare la regola. Qualunque compagno tu utilizzi, sembrerà davvero supportarti in combattimento e influenzerà alcune situazioni al di fuori dei combattimenti, come l'aggiunta di un dado aggiuntivo alle sfide di lancio. Invece di essere aggiunti a un arsenale di equipaggiamento in continua espansione che conservi, tuttavia, le carte equipaggiamento vengono piegate nel mazzo del Goblin per essere pescate dai mercanti o in ricompensa per aver completato alcune sfide. Le carte Incontro, ad esempio, vengono aggiunte a un mazzo di altre carte Incontro sconosciuto, quindi mentre puoi influenzare il mazzo, non lo controlli mai del tutto.

Ho trovato questo approccio un po 'frustrante, in tutta onestà. Iniziare ogni sfida con più o meno la stessa attrezzatura con cui hai iniziato l'ultima è meno divertente, soprattutto considerando che nel corso di ogni sfida, sarai probabilmente in grado di pescare varie carte che aumentano le tue possibilità di sopravvivenza. Allo stesso modo, non esiste uno sviluppo del personaggio centrale, quindi non ci sono statistiche da aggiornare o migliorare e poiché non controlli mai veramente un mazzo tutto tuo, in realtà non esiste un meccanismo per migliorare te stesso da una sfida alla successiva.

Pensavo davvero che questa fosse un'omissione così importante che ho indovinato la mia interpretazione del gioco e ho trascorso un bel po 'a lavorare sui mazzi e le opzioni solo per assicurarmi di non aver perso alcun tipo di inventario o schermo di progressione evidentemente evidente. Purtroppo, l'unica cosa che ho trovato è stato il mazzo di rifornimenti, che consente ai giocatori di aggiungere un numero molto piccolo di carte al loro inventario iniziale, da una selezione iniziale che è considerevolmente meno potente di quelle che vedrai nel mazzo principale ( S.)

Hand of Fate 2 - Magic

Un altro problema è la natura ripetitiva del combattimento, che è una caratteristica inevitabile di ogni sfida. Il combattimento si svolge tra il personaggio del giocatore e un singolo compagno (scelto tramite il Companion Deck) e qualsiasi numero di nemici all'interno di una serie di piccole arene. Gli stadi disponibili sono in realtà piuttosto vari e sono quasi sempre a tema in base al beat della storia attuale, ma qualunque sia il caso, si può essere certi che sarà un incontro breve e compatto. La varietà nemica non è enorme, ma il numero e il mix di nemici è abbastanza casualizzato e ognuno dei cattivi ha i suoi punti di forza e di debolezza.

Il problema con il combattimento è che mentre sembra abbastanza decente e funziona abbastanza bene, si riduce a una serie di strategie incredibilmente basilari e immutabili. Gli attacchi sono limitati a un'oscillazione di base, una schivata, un blocco / parata e un attacco speciale, oltre ad alcune azioni contestuali come una mossa speciale del compagno e un finitore per gli avversari abbattuti. Il gioco fornisce un chiaro indizio su quando i nemici stanno lanciando attacchi, con un'icona rossa per quelli sbloccabili e un'icona verde per quelli che possono essere parati. Per la maggior parte, il combattimento è molto semplice e anche nelle Sfide successive, sarai in grado di progredire senza subire un singolo colpo nella maggior parte delle occasioni.

Ero anche un po 'spenta dal numero di sequenze fortunate Mano del Destino 2. Esistono diversi test di fortuna e abilità che si generano in base a carte specifiche. Quelle di abilità - cronometrare l'oscillazione di un pendolo o fermare un ventaglio di carte al momento giusto - non sono poi così male, ma quelle puramente basate sulla fortuna sono fastidiose. Questi includono test come scegliere una singola carta di successo in modo casuale da un mazzo di quattro o lanciare tre dadi contro un numero bersaglio.

Mano del destino 2 - Vittoria

Come in ogni gioco come questo, sperimenterai serie di buone e cattive sfortune, ma quello che ho trovato fastidioso Mano del Destino 2 è il fatto che alcune delle missioni chiave si basano molto su queste meccaniche, il che significa che a volte puoi fallire non per colpa tua. I fan della serie lo chiameranno come una caratteristica che posso capire, ma non lo compro.

Ripensando a questa recensione, mi sento come se avessi evocato molti problemi Mano del Destino 2, ma ho perseverato attraverso l'intero gioco e tra periodi di estrema frustrazione, in realtà mi è piaciuto molto.

È un concetto tematico e divertente e principalmente mi piacciono i giochi di carte e di deckbuilding. Il combattimento può essere ripetitivo, ma è anche breve e meccanicamente valido. La mia più grande frustrazione, che è senza dubbio dovuta al modo in cui viene gestita la progressione, è probabilmente l'unica che considero materialmente dannosa.

Mentre sembra essere simile al primo gioco, Mano del Destino 2 rimane un concetto abbastanza unico che porta molte nuove idee al genere fantasy, ma a causa della sua natura e della presenza di risultati basati sulla fortuna, non sarà per tutti. Di conseguenza, Hand of Fate 2 è facile:

TryIt2

Altro PC