Gruppi di troll pagati per seminare tensione politica attraverso BLM, alt-destra, propaganda dell'NRA, rapporti degli Stati
Troll russi

Black Lives Matter, attacchi a favore e contro lo 2nd Amendment, i temi dell'immigrazione illegale, gli attacchi a favore e contro i musulmani e le campagne di Blacktivism sono stati tutti collegati a gruppi di troll progettati per distruggere e seminare divisione tra il pubblico americano attraverso i social media nel tentativo di destabilizzare le relazioni tra la sinistra e la destra.

Andy C. Ngo ha recentemente twittato su come i suddetti gruppi siano stati utilizzati e cooptati dai troll per promuovere sia l'attivismo progressista che i sentimenti pro-Trump per aumentare la divisione politica tra gli americani.

Questa informazione è stata resa disponibile dagli Stati Uniti, dal Congresso come parte del Sito Web HPSCI dove le mostre selezionate dell'attività del gruppo di troll sono catalogate nel sito, alcune delle quali è possibile visualizzare di seguito.

Le campagne pubblicitarie sono state tutte pagate dallo stesso gruppo, nonostante il fatto che si rivolgono a gruppi avversari con messaggi specifici progettati per irritare e far arrabbiare la gente a sinistra e a destra: propaganda Pro-BLM, propaganda pro-poliziotto, pro-gun , anti-cannoni, pubblicità pro-Hillary, anti-Hillary, pro-Trump e anti-Trump tutti seminano semi per creare sfiducia, risentimento e divisione tra il popolo americano.

CNN ha fatto un rapporto sui gruppi dietro i movimenti, anche se è difficile dire quanto siano affidabili. Nondimeno, notano che Facebook è stata ordinata dagli Stati Uniti, le agenzie di intelligence di consegnare i metadati per gli annunci che il gruppo ha pagato così come le informazioni sul gruppo, dove è stato rivelato che gli agitatori russi erano presumibilmente dietro i gruppi.

La New York Post aveva un rapporto simile che è stato pubblicato a settembre 28th, 2017, indicando che gli Stati Uniti, agenzie di intelligence hanno anche ordinato a Twitter di consegnare i dati relativi agli account bot 200 allegati ai gruppi Black Lives Matter e altri anti-Clinton, anti-Trump e altri gruppi di agitazione politicamente motivati, dove è stato riferito che stavano operando dalla Russia.

Il rapporto attuale sul Ufficio del direttore dell'intelligence nazionale mantiene la narrativa non verificata che questa era tutta una manovra del presidente russo Vladimir Putin. Però, Talking Points Memo ha fatto un rapporto approfondito sulla questione, e varie persone legate a una delle fattorie dei troll che sono state gestite da San Pietroburgo, in Russia.

Mentre i media mainstream continuano a cercare di legare i colpi a Vladimir Putin, l'ovvia domanda è perché Putin voglia destabilizzare politicamente l'America? Alcune voci dicevano che tutto ciò avrebbe potuto legarsi agli stessi gruppi come l'Open Society di George Soros. Il gruppo finanziato da Soros è stato collegato a menti di destabilizzazione come Antifa, che ha anche tentato di sfruttare Black Lives Matter e i movimenti di Social Justice Warrior per insurrezioni e causare violenze motivate politicamente negli Stati Uniti, come riportato dal Visitatore quotidiano.

Chi Sono

Billy è stato fruscio Jimmies da anni che copre i videogiochi, la tecnologia e le tendenze digitali nello spazio di elettronica di intrattenimento. Il GJP piangeva e le loro lacrime divenne il suo frullato. Hai bisogno di entrare in contatto? Prova il Pagina contatto.

NON segui questo link o sarai vietato dal sito!