Vincent Ingenito, Critico Anti- # GamerGate e scrittore ex-IGN risponde alle accuse di cattiva condotta sessuale
Vincent Ingenito

Un altro giornalista di giochi è stato chiamato per cattiva condotta sessuale, questa volta è stato l'ex scrittore IGN e il critico anti- # GamerGate, Vincent Ingenito, messo sotto i riflettori di Kallie Plagge, anch'essa un contributore dell'IGN.

Plagge è attualmente un editor associato di Gamespot, ma ha deciso di utilizzare l'hashtag #MeToo sui social media per esprimere ciò che sentiva essere molestie sessuali emesse dall'ex coorte Vincent Ingenito. Plagge ha pubblicato i commenti su Twitter tramite una serie di immagini che descrivono in dettaglio l'evento Novembre 10th, 2017.

Se non riesci a leggere il testo nelle immagini, Plagge spiega ...

"In 2016, mentre lavoravo in IGN, l'ex editor di IGN, Vince Ingenito, mi ha molestato sessualmente e un'altra impiegata per mesi. Le molestie nel mio caso includevano complimenti spiacevoli ("A ragazzi non piacciono le ragazze magre .Sei perfetto"), commenti manipolativi e offensivi ("[I ragazzi che ha assunto che stavo frequentando] sono tutti ragazzi. "), E commenti apertamente sessuali (" Quando avevo la tua età, potrei andare tutta la notte. "Mi mise una mano sul braccio." Voglio solo un'altra notte in questo modo. ").

"Dopo che l'ho segnalato a giugno, 2016, HR e il superiore mi hanno detto che dovevo avere un giudizio migliore su chi ero" amico ", facendomi diventare un partecipante alla pari in un" flirt inappropriato ". [Sic]

Plagge spiega che il suo capo le ha detto che era semplicemente "tesa" e che tutti volevano che la "spiacevolezza fosse finita".

Nella prossima serie di immagini pubblicate da Plagge, spiega ...

"HR Insinuato per me che ho usato il mio corpo (in particolare il mio petto) per provocarlo. Mi è stato chiesto con chi ho ballato alla festa di IGN E3.

"Questo è stato un uomo che ha predato su di me, una giovane donna 15 anni più giovane, identificando le mie insicurezze sul lavoro (in particolare per quanto riguarda il riconoscimento per il mio lavoro) e manipolando la mia fiducia. Mi è stato fatto firmare un documento in cui affermavo che mi ero comportato in modo inappropriato, a condizione che sarei stato licenziato se fosse successo di nuovo.

"Sono stato costretto a lavorare con Vince per altri sei mesi fino a quando ho lasciato IGN per il mio attuale lavoro. Trascorsi la totalità di quei mesi malati di ansia, letteralmente fino a una grave nausea ogni giorno. Ero terrorizzato di ulteriori ritorsioni dovrei dire qualcosa. "

Secondo Plagge, afferma che il modo in cui il dipartimento delle risorse umane ha gestito l'indagine sulle molestie era un "fattore principale" nel suo lasciare IGN. Dice che ha vissuto con il "disgusto" da allora e ha deciso di pubblicarla su Twitter per aiutare a dare voce alle vittime e combattere la "colpa della vittima".

Afferma inoltre che Ingenito ha lasciato l'IGN in buone condizioni e ha ricevuto solo un colloquio con i superiori.

Ingenito ha risposto alle accuse di molestie sessuali, facendo una lunga serie di tweet Novembre 11th, 2017 dove ha spiegato il suo lato della sua storia ...

"Le cose che mi dicono di me di Kallie Plagge. Questo probabilmente sarà lungo. La prima cosa che voglio dire è che non credo che Kallie sia una bugiarda. Eravamo amici una volta, almeno pensavo. L'ho considerata una delle mie uniche amiche di IGN.

"Quello che credo è che ho sopravvalutato o forse ho interpretato male il grado della nostra amicizia. Lei avrebbe condiviso cose molto personali con me in cerca di consigli e supporto, e così ho pensato che avrei potuto fare lo stesso. A quanto pare, mi ha pensato più come mentore che come amico.

"Quindi quando dico che non credo che sia una bugiarda, voglio dire, credo che si sentisse a disagio con il nostro livello di amicizia, ma essendo più giovane, forse era spaventato a dirlo. Non ho alcun desiderio di mettere in imbarazzo lei o me stesso condividendo schermate di ogni conversazione che abbiamo avuto come prova ".

Ingenito proseguì spiegando che c'erano limiti legali a ciò che gli era stato permesso di discutere riguardo alle accuse di molestie sessuali o al risultato di quelle accuse, ma voleva spiegare che si era scusato con Plagge, scrivendo ...

"Quello che posso dire è che poco prima che lei facesse una denuncia, mi è stato detto da un amico comune, e poi lo aveva confermato da Kallie che si era sentito a disagio per la natura della nostra amicizia. Non appena ho saputo questo, le ho scritto delle scuse, le ho detto che non avevo idea di come l'avessi messa a disagio, ma che non importava quanto ... Mi dispiaceva semplicemente averla messa a disagio.

"Ho acquisito le schermate del caricamento degli scambi finali, in cui ho fatto queste scuse e in cui mi ha ringraziato per aver riconosciuto i suoi sentimenti e il bisogno di spazio. Lei non voleva dirmi cosa avevo fatto (che va bene), ma abbiamo lasciato a quello. Una settimana dopo arrivò l'accusa. Ho rispettato pienamente, anche se non mi è mai stato detto esattamente quello che avevo fatto specificamente per metterla a disagio. Ho consegnato il mio telefono e preso lo schermo di quasi tutte le conversazioni avute nei mesi precedenti. Ho detto che ero disposto a fare qualsiasi cosa per renderla confortevole. "

Dice che ha cercato di tenersi lontano da lei, cambiando posto per evitare di sedersi vicino a lei ed evitare qualsiasi contatto con lei che non fosse strettamente correlato al lavoro.

Sostiene di non avere idea di cosa fosse esattamente quello che aveva fatto per renderla così sconvolta.

Ha finito il suo riepilogo romanzo affermando ...

"Tutto questo viene detto, voglio fare qualcosa di molto chiaro: non ho mai toccato Kallie in alcun modo sessuale, a meno che tu non pensi che un abbraccio occasionale sia sessuale. Non ho mai detto niente di osceno su di lei o sul suo corpo. Non ho mai fatto progressi verso di lei. [...]

"L'unico discorso di qualsiasi natura sessuale che si è verificata sarebbe stato quando lei ha volontariamente condiviso cose di natura personale con me, come talvolta fanno gli amici. Non ho descritto graficamente nulla o forzato le conversazioni sessuali su di lei o su chiunque. Quello non è chi sono, o lo sarò mai. "

Ingenito ha anche pubblicato le immagini della conversazione di testo finale che ha avuto con Plagge per scusarsi del suo comportamento, che è possibile visualizzare di seguito.


Ingenito osserva inoltre che si proteggerà ulteriormente andando avanti per evitare che la sua carriera e la sua vita vengano capovolte da questo tipo di accuse, affermando fermamente ...

"[...] Dal momento che tutto questo ha scosso la mia e la mia vita, ho pensato a lungo e intensamente su ciò che potrei forse togliere a questo per assicurarmi che entrambi mi proteggessi, e mai inavvertitamente qualcuno a cui rispetto e a cui tengo. terribile. Mi tengo ad un alto livello, e continuerò a farlo. Spero che Kallie e io possiamo trovare pace e guarigione. “

Vincent Ingenito era un altro giornalista anti-# GamerGate che cercava di proteggere lo status quo. È stato trovato a criticare la rivolta dei consumatori contro giornalisti non etici e pratiche di corruzione all'interno dell'industria dei videogiochi tentando di ridurre il movimento alla narrativa che si tratta di nient'altro che minacce di morte e stupri.

Ingenito si trova ora dall'altra parte del tavolo, dove le accuse vengono livellate contro il suo personaggio e la sua carriera. Tuttavia, nel caso di #GamerGate non ci sono mai state prove che si tratti di una campagna di molestie. Per Ingenito, l'unica misura di fiducia che può fornire per la sua storia è la sua stessa parola, e data la sua avversione per un movimento su una migliore etica nel giornalismo, rende facilmente la sua testimonianza sospetta agli occhi degli estranei.

Ingenito si unisce ad altri giornalisti anti-# GamerGate come Sam Kriss, Rupert Myers, Michael Hafford, Devin Faraci, Francisco van Jole e Matt Hickey (tra molti altri) in una categoria riservata a coloro che sono stati accusati (o in alcuni casi accusati) di cattiva condotta sessuale, molestie, aggressioni o stupri.

Chi Sono

Billy è stato fruscio Jimmies da anni che copre i videogiochi, la tecnologia e le tendenze digitali nello spazio di elettronica di intrattenimento. Il GJP piangeva e le loro lacrime divenne il suo frullato. Hai bisogno di entrare in contatto? Prova il Pagina contatto.

NON segui questo link o sarai vietato dal sito!