Far Cry 3: Blood Dragon Creator lascia Ubisoft, parla dei piani futuri

Far Cry 3: Blood Drago il creatore, Dean Evans, ha annunciato la sua partenza da Ubisoft. Il creatore dell'espansione indipendente 2013 in prima persona al gioco 2012 Far Cry 3 spiega perché ha lasciato la compagnia e tocca i piani futuri.

Blood Dragon iÈ conosciuto come una parodia dei film d'azione, dei cartoni animati e dei videogiochi degli anni '1980, questo è anche evidenziato nella sua descrizione ufficiale. Sebbene il gioco o l'espansione in questione fosse stravagante, molti giocatori si divertirono ad assumere il ruolo di Sargent Rex Colt, un Cyber ​​Commando Mark IV, che doveva prendere la ragazza, uccidere i cattivi e salvare il mondo.

Prowling un'isola nucleare del mondo open-futuristico retro-pieno pieno di cyborg, draghi di sangue e mutanti, tutto ha reso l'esperienza che è Far Cry 3: Blood Drago molto memorabile.

La mente dietro Blood Dragon sembra essere Dean Evans, che, per anni, ha aiutato a lavorare su titoli come Far Cry, Splinter Cell, e Assassin 's Creed franchising.

Secondo il sito di pubblicazione game Informer si dice che Evans non solo avesse lasciato Ubisoft, ma abbia condiviso alcune cose che sono successe nella sua vita e che potrebbero svolgersi in seguito lungo la strada.

In primo luogo, il sito ha fatto menzione del fatto che Evans stava lavorando a un nuovo concetto di gioco con Ubisoft, ma alla fine l'azienda ha completamente eliminato l'intera faccenda. Durante il momento che poteva essere riassunto come ire, Ubisoft gli offrì la possibilità di unirsi al gruppo di direzione editoriale a Parigi, ma preferì rifiutarlo.

Evans ha detto a Game Informer ...

“Mi sono separato da mia moglie, e poi il progetto a cui stavo lavorando è stato cancellato. Tutto questo enorme s— sta succedendo allo stesso tempo e ho iniziato a pensare: "È l'opzione migliore per me trasferirmi in un altro paese straniero?"

Continuò e disse:

"Ho 40 anni quest'anno, ed è così fottutamente cliché, ma ci pensi nello stesso modo in cui lo fai quando compi 30 anni. Queste pietre miliari, inizi a pensare a cosa vuoi veramente fare e se stai prendendo la decisione giusta. "

Secondo Evans, lascerà Ubisoft in "buoni rapporti".

Oltre a questa partenza, ha intenzione di trasferirsi nel Regno Unito, prendersi una pausa e viaggiare. Il sito menziona quando riavvia la sua carriera potrebbe essere o non essere quello che si aspettano alcuni.

Evans è noto per avere l'ambizione di formare una squadra molto più piccola e fare qualcosa di diverso dal design del "gioco tripla A convenzionale":

"Molte persone si sono lamentate del business della tripla A e della mancanza di assunzione di rischi, che sarei un fottuto ipocrita se andassi avanti e non prendessi rischi".

 

"Quindi f— it, penso che potrei uscire e aprire il mio studio e vedere dove va a finire."

Il pezzo si è quasi concluso con Evans affermando le seguenti informazioni nei due blockquotes:

“Sono fermamente convinto che il futuro non siano i giochi che noi come creatori realizziamo, ma che creiamo mondi virtuali e diamo strumenti e sistemi ai giocatori e loro realizzeranno infinite quantità di giochi. Costruiremo spazi in cui i giocatori non solo possano giocare, ma esistere. Vedrai, tra 10 anni l'esistenza digitale sarà importante quanto la tua esistenza virtuale ".

E infine che ...

“Trascorro più tempo possibile con i figli degli amici e vedo quanto sono competenti in tutto e che tipo di pubblico straordinario e accattivante sono. Pensare di avere il mezzo di intrattenimento più potente del pianeta e ignorare il futuro del nostro pianeta. Non stiamo realizzando giochi per questo pubblico con il budget e l'attenzione che meritano ".

Detto questo, su cosa pensi Far Cry 3: Blood Dragon, Dean Evans, e il suo piano di prendersi una pausa e possibilmente tornare a creare giochi che correranno rischi?

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.