Ni No Kuni 2: Revenant Kingdom Review: problemi, risolto

Ni no kuni 2 Review

[Disclosure: Una copia di revisione è stata fornita per il contenuto di questo articolo]

Ni No Kuni 2: Revenant Unito è qualcosa di un enigma. Sembra Ni No Kuni, suona come e in rare occasioni, raggiunge quasi le stesse altezze narrative allo stesso modo. Tuttavia, non è nemmeno lontanamente come il suo predecessore. In primo luogo, la magistrale e sfumata narrazione di Studio Ghibli è assente tranne che per quei rari punti alti - e il ragazzo lo fa vedere - ma quello che il sequel di Level-5 manca nella trama, è più che compensato nel gioco.

Non ho mai finito il gioco originale, perché mentre trovavo la trama profondamente commovente e molto avvincente, non potevo semplicemente lottare attraverso il combattimento atroce: semplicemente mi annoiava fino alla morte. Dubito che fossi da solo in quella critica, quindi la buona notizia per i fan di ritorno è il combattimento in Ni No Kuni 2 è fantastico, offre il tipo di esperienza varia ed esilarante che manterrà un giocatore di ritorno più e più volte.

C'è anche un sacco di altri nuovi contenuti, tra cui una modalità di costruzione del regno ben descritta e un'offerta di strategia in tempo reale abbastanza decente. Il primo di questi modi è probabilmente il modo più adatto per collegare il gioco rivisto alla storia di Ni Nu Kuni 2, che è incentrato sulla storia del re giovane e recentemente deposto (ma comunque legittimo) di Ding Dong Dell, Evan, e del suo compagno di pesca fuori dall'acqua Roland.

Ni no Kuni 2 - Cinematic

In quella nota, è l'introduzione di Evan e Roland che indica realmente il tipo di esperienza che questo sequel offre, almeno a livello narrativo. Piuttosto che indirizzare lo stesso stile lento, deliberato e straziante che il primo gioco offriva, supportato dall'introduzione perfetta dell'originale Mr Drippy, Ni No Kuni 2 parte ad un ritmo molto più veloce. Sfortunatamente, lo fa in una direzione vaga e poco interessante che mi ha lasciato un serio dubbio su come il resto dell'esperienza sarebbe saltato fuori.

Un minuto, Roland è il presidente di un paese senza nome su quello che sembra la Terra che conosciamo e amiamo. La guerra nucleare scoppia ed è apparentemente uccisa, a quel punto si risveglia oltre a Evan, un giovane grimalkin (persona gatto) proprio nel momento in cui il suo consulente più fidato dei suoi ultimi padri è nel mezzo di un golpe. Piuttosto che mettere in discussione il suo arrivo in questo mondo alternativo, Roland scivola semplicemente nel ruolo di un fratello maggiore senza nemmeno un secondo pensiero - o un singolo passaggio di dialoghi interessanti.

Questo, di per sé, è un grosso problema con Ni No Kuni 2, che presenta una bella grafica, un'incredibile colonna sonora e una serie di lunghe scene tagliate, ma quasi nessuna recitazione vocale significativa. Gran parte della discussione è presentata come testo scritto accompagnato da una singola parola o due dal personaggio in questione, ma solo le scene più critiche sono completamente doppiagnate. Questo non fa nulla per aggiungere consistenza a un cast di personaggi già magro, in qualche modo stereotipato, quindi è stato solo dopo 20 ore che ho iniziato a provare un forte legame con loro.

È raro che io conduca una recensione con gli elementi negativi in ​​un gioco, ma suppongo che faccia un bel cambiamento per finire su diverse note alte, perché indipendentemente da tutto ciò che ho detto finora, Ni No Kuni 2 è ancora un gioco eccezionale. Prendi il sistema di combattimento, ad esempio, che non è stato semplicemente aggiornato da "schifo" a "accettabile", anzi è fantastico, anche se è un po 'facile. Mi spingerei così lontano da suggerire che, in un modo o nell'altro, Ni No Kuni 2 affronta quasi tutti i problemi che ho con il combattimento JRPG in generale, che è un bel elenco.

Sono finiti incontri casuali, che sono sostituiti da un sistema di esplorazione della mappa che sposta istantaneamente il giocatore in combattimento ogni volta che un nemico entra in contatto. Mentre la maggior parte dei nemici di livello equivalente o superiore inseguirà la festa, alcuni possono essere superati, mentre i mob più deboli rimarranno quasi sempre alla larga quando possono. Una volta che la battaglia è unita, il giocatore può passare tra i membri del gruppo in un istante, ognuno dei quali può equipaggiare tre armi da mischia e un attacco a distanza, con ulteriore accesso a una gamma di abilità uniche.

Mentre questo approccio si traduce in un minor numero di opzioni di personalizzazione rispetto a quelle che solitamente si vedono, garantisce che ogni personaggio abbia una forte personalità sul campo di battaglia per compensare l'assenza di uno al di fuori delle scene di combattimento. Tutto il combattimento si svolge in tempo reale usando i pulsanti del viso per le armi oscillanti e saltando insieme ai pulsanti della spalla per schivare, bloccare e selezionare le abilità. Ogni arma ha una meccanica di carica che abilita l'accesso alle abilità e altri bonus a 100%, quindi è consigliato il cambio di arma.

Ni no Kuni 2 - Rescue Mission

C'è anche un sistema di amici che usa una razza di folletti allineati in modo elementare chiamati Higgledies per introdurre sia effetti passivi che ambientali sul combattimento. La festa può "equipaggiare" fino a quattro Higgledies, ognuno dei quali ha la propria personalità e, come si può probabilmente intuire, ci sono benefici specifici per combinazioni diverse che possono essere adattati alle proprie esigenze. Questi alleati attaccheranno autonomamente in battaglia, ma è molto più interessante usare i loro attacchi attivi, che possono essere innescati posizionando gli Higgledies sul campo di battaglia e caricandoli.

Il combattimento è gratificante e coinvolgente a prescindere dal nemico, ma a causa del fatto che è un po 'facile, i giocatori si sentiranno insolitamente fiduciosi nell'affrontare gli avversari occasionali di livello più alto contrassegnati in rosso. Queste bestie spesso più grandi e più imponenti presentano una minaccia che è più vicina al punto medio medio di altri giochi, ma in Ni No Kuni 2, la qualità del combattimento è sufficientemente alta che il gioco potrebbe averli usati più frequentemente per migliorare ulteriormente l'esperienza.

Le sequenze Skirmish tempo reale stile di strategia sono un po 'meno bene implementate, con Evan al comando di una manciata di unità intorno a piccole mappe piene di ciliegia raccolte strozzature e altri luoghi strategicamente evidenti per intrappolare e sconfiggere i nemici. Questa modalità sembra un po 'come il combattimento infuso Pikmin e poiché non è abusato dalla trama principale, rimane una gradita distrazione. Le caratteristiche di costruzione del regno del gioco sono ancora più interessanti ed è bello vedere Evan che realizza a mano il regno delle fiabe che ha sempre sognato, incluso posizionare gli edifici da solo e selezionare attentamente i suoi abitanti dagli NPC di gioco.

In definitiva, è la somma di tutte queste caratteristiche insieme all'eccezionale qualità generale che mi ha permesso di innamorarmi Ni No Kuni 2. È un ritmo più veloce e personaggi meno accattivanti rendono più difficile riprendere e attaccare rispetto all'originale, ma i meccanismi e i sistemi si uniscono alla fine. Potrebbe non avere la magia Ghibli per la quale il primo gioco è stato eccellente, ma è magico a modo suo, con una particolare attenzione a fornire più di un'esperienza di videogame che, almeno, ritengo lo renda una migliore offerta complessiva.