R-Type Fan Animation mette un nuovo spin su un classico retrò

R-Type

Paul "OtaKing" Johnson ha creato un'animata animazione basata sul classico R-Type Gioco arcade. Il titolo arcade d'azione a scorrimento laterale ha guadagnato popolarità nel corso della giornata con il suo rilascio su PC Engine e nelle sale giochi, e poi alla fine ha trovato un pubblico sulle console a 16 bit e successivamente sulle console di fascia alta prodotte da Sony.

Personalmente non sono mai stato un grande fan R-Type, ma molto simile al buffet di altre uscite giapponesi di alta qualità per arcade e PC Engine, era impossibile non rispettare le animazioni di alta qualità, la narrazione e le sequenze animate che hanno contribuito a modellare il franchise nel tardo 1980 e durante i primi anni 1990s.

Paul "OtaKing" Johnson ha deciso di rendere omaggio agli anni passati dello sparatutto arcade con una creazione di anime di sei minuti che merita davvero un orologio. Lo stile di animazione ricorda le tecniche di rotoscoping in stile occidentale presentate in classici come The Creep Show. Puoi controllare il video qui sotto Canale YouTube di OtaKing.

Thevideo è basato sul primo livello del gioco, con il climax che è il capo principale. All'inizio l'eroe principale fa abbastanza bene ma poi finisce per essere abbattuto e messo fuori dallo xeno di Lovecraftian.

Tipico della maggior parte dei media di oggi, un pulcino dai capelli rosa arriva al salvataggio del personaggio principale per prestargli e dare una mano e fare un commento snervante su di lui che muore dal primo boss.

Dopo aver battuto il livello, i due vengono espulsi dalla macchina arcade dove si chiedono se altri titoli arcade permettano loro di provare quel tipo di Player One nostalgia.

Animazione di tipo R

OtaKing ha fatto un ottimo lavoro con la clip di sei minuti. La trama era assurdamente scadente, e avere la femmina tipicamente sarcastica venire in soccorso è un tropo [anno corrente] che sembra non morire mai, ma sembra essere un seguito decente alla sua Tie-Fighter cortometraggio di diversi anni fa.

Se sei interessato a supportare OtaKing puoi farlo battendo il suo pagina Patreon. È un peccato che molte persone come lui non lavorino negli studi più grandi come direttori di animazione, ma di nuovo non riesco a immaginarli mentre lavorano così bene quando così tanti progetti in questi giorni sono scarsamente faticosi, pigri o premurosi messaggi sociopolitici.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.