Eidos Montréal Boss parla dei giochi per giocatore singolo e della visione della compagnia

Il sito di pubblicazione gamesindustry.biz ha una serie di editoriali in stile intervista che esaminano il processo e l'obiettivo della creazione di videogiochi basati su narrativa a giocatore singolo. Uno dei capi principali che ha partecipato all'intervista è il boss di Eidos Montréal, David Anfossi, che condivide le sue opinioni sui giochi per giocatore singolo e altro.

Il sito di pubblicazione fece menzione che prima che Anfossi potesse iniziare a parlare, fu costretto a scusarsi per il rumore creato da un colossale progetto in corso attorno a lui, che porta alla prima parte dell'intervista:

“Partiamo da zero. Abbiamo demolito tutto, perché dobbiamo crescere di dimensioni. Dopo dieci anni volevamo che lo studio riflettesse l'immagine di ciò che creiamo. E per essere più alla pari con la concorrenza. "

Anfossi ha proseguito dicendo:

"Stiamo aggiungendo 100 stazioni e sviluppatori, perché al momento abbiamo tre grandi produzioni in corso allo stesso tempo."

Il sito di pubblicazione ha notato che questo era interessante perché l'attuale convinzione del settore è che "le esperienze narrative per giocatore singolo stanno morendo", dal momento che non è possibile monetizzare i giochi per giocatore singolo in modo efficace come certi titoli "multiplayer".

Inoltre, la conversazione si è spostata leggermente sulle tendenze e sui giochi multiplayer e su ciò che Eidos Montréal sta facendo al momento:

“Ogni anno c'è una nuova tendenza. Al momento è Fortnite, che è un ottimo gioco, e tutta l'attenzione è attorno a questo tipo di giochi. Ma dobbiamo solo aspettare. Non voglio cambiare un gioco o un'esperienza di Deus Ex. Vogliamo essere rispettosi di questo. Ci sono queste tendenze ogni anno o ogni due anni. Che si tratti di multiplayer, co-op, MMO o single player. Se offri la giusta esperienza di qualità, raggiungerai il pubblico che desideri ".

Anfossi si sentì in dovere di continuare a parlare di esperienze guidate dalla storia e di cosa lo frustrasse di questi tipi di giochi:

“Detto questo, credo che l'esperienza basata sulla storia stia attraversando un cambio generazionale. Soprattutto per le persone come me, i vecchi ... le persone che hanno 25 anni o più. Guardando God of War, questo è un ottimo esempio di una fantastica esperienza per giocatore singolo. Mi piace molto, ma potrei non avere il tempo di completarlo. Per me è una frustrazione. Perché quando inizi un'esperienza basata sulla trama, vuoi vedere la conclusione. Quindi dobbiamo adattarci e provare nuovi modelli ".

In aggiunta a quanto sopra, Anfossi sentiva la necessità di dare un esempio di come mantenere i giocatori interessati mentre giocavano un titolo per giocatore singolo:

“Ad esempio - e questa è solo la mia opinione, non mi sto impegnando in nulla - diciamo che sviluppiamo un'ottima narrazione, con un universo complesso e personaggi forti. Inizi il gioco e poi lo completi in tre ore. Ciò costa $ 30. Questo è tutto. Forse è questo il modo per continuare con i giochi basati sulla trama. Tu porti una forte esperienza, ti assicuri che il pubblico ne sia interessato e che possano effettivamente completarla.

 

“Ci chiediamo sempre a questo proposito. Ma il single player per me è forte come prima e dovrebbe continuare ".

Sebbene Anfossi affermi di amare i giochi per giocatore singolo, ha dichiarato sul sito web di Eidos Montréal che un giorno l'azienda darà maggiore enfasi alle esperienze online nei loro giochi.

Inoltre, l'intervista ha cambiato direzione e si è concentrata sulla spesa dei giochi AAA e sulla "pressione" dietro a tutto:

“Shadow of the Tomb Raider, e altri diversi giochi AAA per giocatore singolo, costano da $ 75 a $ 100 milioni. E questa è solo la produzione; è vicino a $ 35 milioni sulla promozione. Quindi c'è sicuramente una pressione. Non possiamo evitarlo. Ma, allo stesso tempo, per noi avere questi progetti di incubazione e provare piccole cose ... questo ci dà l'opportunità di testare, preparare e mettere in sicurezza alcune cose e rimuovere alcuni rischi ".

Mentre l'intervista andava avanti e si stabiliva a spese dei giochi AAA, Ninja Theory Sacrificio di Hellblade Senua si è fatto strada nella conversazione, che è un gioco che è lodato per la sua grafica simile ad AAA e il basso budget di produzione per circa $ 20 milioni. Anfossi ha risposto dicendo:

"È fantastico. Lo sto suonando in questo momento. È esattamente quello che abbiamo detto prima sul tentativo di cambiare il modello di business. Credo che siano sei ore di gioco. È molto cinematografico, incentrato sul personaggio, è una bella esperienza che mi piace molto. Credo che abbiano sviluppato questo gioco con circa 20 sviluppatori. Così ho iniziato a studiarlo, perché per me è un nuovo approccio interessante e il risultato è ottimo. È sicuramente un buon modo per restare con le vecchie generazioni di fan dei giochi basati sulla trama ".

Il sito di pubblicazione ha concluso la sessione elencando i giochi attuali su cui sta lavorando Eidos Montréal, che include Tomb Raider, The Avengerse un altro terzo progetto non annunciato. Ma il sito voleva sapere che i giocatori vedranno un progetto completamente originale del team? Anfossi ha concluso:

“Ci penso da dieci anni, in realtà. So per esperienza che è molto, molto difficile sviluppare un nuovo IP. Dobbiamo essere molto umili al riguardo. Per me, come per ogni progetto in realtà, devi trovare il talento giusto, con abbastanza esperienza per affrontarlo. Ma anche essere in grado di lavorare insieme. È una sfida molto grande, ma mi piacerebbe sicuramente, ad un certo punto, provare a creare un nuovo universo ".

Puoi leggere l'intero pezzo che presenta il capo di Eidos Montréal, David Anfossi, più avanti gamesindustry.biz.