Halo TV Series in sviluppo in Showtime con Rupert Wyatt Set To Direct

Halo TV Series

343 Industries, capo dello sviluppo transmediale, Kiki Wolfkill (ed è un vero nome? Perché è un nome tosto se è reale) ha annunciato sul sito web di Halo Waypoint che Showtime sta lavorando con Steven Spielberg e Amblin Television per sviluppare alone la serie televisiva.

Il prossimo progetto sarà realizzato per il cavo premium e sarà Kyle Killen Lone Star come lo showrunner, con Rupert Wyatt dirigerà più episodi e lavorerà come produttore esecutivo nello show quando entrerà in produzione nei primi 2019.

Wyatt è meglio conosciuto per il suo lavoro su L'alba del pianeta delle scimmie (che era un film ok) e The Gambler. Ovviamente non ha fatto abbastanza per significare davvero se sarebbe una scelta adeguata per la regia alone, in particolare rispetto a Neil Blomkamp, ​​che sembrava avere una visione eccellente per la violenta violenza fantascientifica catturata nel titolo originale di Bungie.

Il progetto alone Le serie Showtime dureranno un'ora e si baseranno sugli eventi del primo Halo: Combat Evolved, che è stato rilasciato da 2001.

Secondo il comunicato stampa sul Xbox Newswire, L'amministratore delegato di Showtime, David Nevins, crede che non ci siano abbastanza show di fantascienza in televisione e questo è il motivo per cui ora era il momento di premere il grilletto per cercare di riportare qualche segno di rilievo al alone marca…

"Nella storia della televisione, semplicemente non c'è mai stata abbastanza grande fantascienza. Le sceneggiature di Kyle Killen sono elettrizzanti, espansive e provocatorie, Rupert Wyatt è un meraviglioso regista che costruisce il mondo, e la loro visione di Halo affascina i fan del gioco mentre disegna i non iniziati in un mondo di personaggi complessi che popolano questo universo unico. "

Lo spettacolo verrà eseguito per gli episodi 10 per stagione.

Non si sa ancora chi sia stato scelto o se seguirà o meno una delle storie dei romanzi o dei videogiochi, ma dovremo aspettare di scoprire quando lo show entrerà finalmente in produzione in 2019.

Non sarei sorpreso se recitasse qualche snella soldatessa con l'esausto tropo "kickass personality" e il proverbiale atteggiamento "non ho bisogno di nessun uomo". Spero di essermi dimostrato sbagliato, ma dato il stato attuale dell'industria del gioco e l'uso riciclato e stanco dei tropi più fastidiosi in quasi tutti i prossimi film d'azione e di gioco, non terremo il respiro.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.