Anti- # GamerGate Reporter Talia Lavin si dimette dopo aver etichettato in modo falso ICE Agent A Nazi

Talia Lavin GamerGate

Talia Lavin, ex concorrente di Jeopardy e verificatrice di fatti per il New Yorker, si è dimessa dopo aver pubblicato tweet che tentavano di dipingere Justin Gaertner, agente per l'immigrazione e le forze dell'ordine, come un nazista. Il veterano del combattimento ha combattuto e servito nelle forze armate in Afghanistan, ed è rimasto permanentemente paralizzato quando ha perso entrambe le gambe a causa di uno IED. I tweet di Lavin hanno originariamente tentato di etichettarlo come un nazista sulla base di un tatuaggio che aveva, che ha falsamente identificato come una croce di ferro nazista.

In una serie di tweet pubblicati su Giugno 21st, 2018, Lavin - un ex controllore dei fatti per il New Yorker - ha riconosciuto l'errore, si è scusato e ha dichiarato che si era dimessa. In un tweet a parte, lei si è scusata nuovamente e ha anche riconosciuto le sue dimissioni.

In una serie di tweet, Lavin ha scritto ...

"Questa è stata una settimana selvaggia e difficile. Devo un sincero scuse all'agente dell'ICE Justin Gaertner per aver diffuso una voce sul suo tatuaggio. Tuttavia, non penso sia accettabile che un'agenzia federale si rivolga a un privato cittadino per una buona fede, rettificando frettolosamente l'errore.

 

“L'ICE ha mentito anche su di me, dicendo che avevo dato origine all'analisi del tatuaggio di Gaertner, sbagliavo l'ortografia del mio nome e indicavo il mio lavoro.

 

"Ho visto questo diventare una storia che si è diffusa dalla National Review al Daily Caller, al NY Post, al Daily Mail, fino a Tiger Droppings dot com.

 

"Mi sono anche reso conto che ero diventato un'arma usata per screditare i miei colleghi e il lavoro vitale che tengono il potere per rendere conto.

 

"Come risultato, mi sono dimesso dopo tre anni al New Yorker. Grazie per il vostro supporto in questo momento difficile.

 

"È stato doloroso e spaventoso, e mentre mi muovo in un futuro incerto e finanziariamente precario, mi concentrerò sulla mia scrittura e su qualsiasi altro lavoro indipendente che riesco a trovare".

Le dimissioni di Lavin sono arrivate dopo che l'ICE ha rilasciato una dichiarazione ufficiale in cui richiedeva una ritrattazione dopo aver spiegato che il tatuaggio di Justin Gaertner era in realtà un simbolo di "Titano 2" per il plotone con cui aveva prestato servizio mentre era in Afghanistan.

Il Washington Times ha pubblicato la dichiarazione di ICE, insieme al tweet che hanno rilasciato chiarendo la questione.

Se non riesci a leggere la dichiarazione nel tweet, si legge ...

"Justin Gaertner è un Marine degli Stati Uniti ferito in combattimento che continua a servire il suo paese come analista forense per computer ICE, aiutando così a risolvere casi criminali e salvare i bambini vittime di abusi sessuali. Durante uno dei tre schieramenti di combattimento, inclusi due nella provincia di Helmand, in Afghanistan, dove è stato capo squadra antincendio e capo spazzino per IEDS, è stato ferito dall'IEDS, causando la perdita di entrambe le gambe e di altre ferite permanenti. È un atleta para-olimpico che ha offerto volontariamente il suo tempo per motivare altri guerrieri feriti e le vittime dei bombardamenti di Boston.

 

"Durante il fine settimana, i social media perpetuati da un tweet del reporter del New Yorker Talia [Lavin] hanno erroneamente inteso che un tatuaggio su una delle sue braccia era una croce di ferro e in sostanza lo etichettava come un nazista. [Lavin] ha cancellato il suo incarico dopo che i veterinari militari hanno risposto che il tatuaggio sembrava più una croce di Malta, un simbolo associato ai vigili del fuoco.

 

“Per Gaertner, il tatuaggio sul gomito sinistro è in realtà 'Titan 2,' il simbolo del suo plotone mentre combatteva in Afghanistan. La scritta sul suo braccio destro è il Credo Spartano [,] che riguarda la protezione della famiglia e dei bambini.

 

"Chiunque tentasse di promuovere le proprie opinioni politiche personali diffamando senza fondamento un eroe americano dovrebbe rilasciare scuse pubbliche a Gaertner e ritrattazioni. Questo include [Lavin] e il New Yorker. "

Dopo che l'ICE ha rilasciato la dichiarazione e chiesto correzioni e ritrattazioni, alcune delle celebrità sui social media che avevano ripetuto e ripetuto a pappagallo il tweet di Lavin, come il veterano attore liberale Ron Perlman, hanno dovuto scusarsi per aver diffuso il messaggio errato sul fatto che Gaertner fosse un nazista.

Talia Lavin che prende di mira Justin Gaertner non è la prima volta che si è riempita della gola dell'infamia con un canard. In precedenza aveva preso di mira #GamerGate, sostenendo che la rivolta dei consumatori contro il giornalismo non etico era una campagna misogina che ha portato a due "omicidi di massa". Il tweet è stato originariamente pubblicato su 28 Aprile 2018.

La #GamerGate riguardava in realtà l'esposizione di giornalisti non etici e l'apertura di punti vendita per migliorare i loro standard etici, oltre a migliorare la divulgazione di contenuti a pagamento e materiale promozionale in modo che i giocatori potessero prendere decisioni informate sugli acquisti. Il la campagna hashtag è riuscita a funzionare con la FTC e lavorare per migliorare gli standard di divulgazione tra tutti i media, tra cui YouTube, recensioni di giochi e copertura dei media digitali.

Ora che Talia Lavin si è dimessa dal New Yorker, afferma di essere aperta al lavoro freelance e di accettare donazioni per restare finanziariamente a galla nel frattempo.

(Grazie per la notizia punta Lyle)