The Council Episodes 1-3 Review - Tall Tales
La revisione del Consiglio

[Disclosure: Un codice di revisione è stata fornita per il contenuto di questo articolo]

Mentre capisco come le varie serie di Telltale siano diventate popolari grazie al loro stile artistico unico e all'uso di IP molto popolari (come The Walking Dead e Game of Thrones, tra gli altri) ma personalmente non li ho mai considerati giochi, in quanto tali. Esperienze interattive, sì, ma più il tipo di cosa che funzionerebbe bene su dispositivi mobili piuttosto che su console o giochi PC'S. Non importa se ho ragione o no, ma serve a spiegare perché ero eccitato all'idea di il Consiglio non appena ne ho sentito parlare.

Essenzialmente un mix tra le avventure puramente narrative che rendono Telltale e un'avventura point and click più tradizionale, The Council ci mette nei panni del protagonista impassibile Louis de Richet. Dopo un'apertura piuttosto drammatica in cui apprendiamo che Louis e sua madre (Sarah de Richet) sono in una situazione di fastidio, ci ritroviamo trasportati indietro nel tempo in una opulenta proprietà di un misterioso benefattore, con Sarah scomparsa e Louis piuttosto confuso su chi o cosa avrà bisogno di affrontare.

The Council Episode 3 - The Proposition

Ora ci sono tre episodi disponibili (con altri due a venire), quindi sembra il momento ideale per tuffarsi nell'avventura di Louis, anche se chiaramente la rilevanza di questa recensione diminuirà una volta che il quarto e il quinto episodio saranno pubblicati. Quello che non mi aspetto di cambiare materialmente sono i miei commenti su come il gioco sembra, suona e suona, perché quelle cose sono state abbastanza coerenti in tutti e tre gli episodi iniziali, eccetto dove specificherò specificamente le caratteristiche contrarie all'interno del corpo della recensione.

La mia prima impressione di The Council non è stata brillante, se sono onesto, soprattutto perché utilizza un ambizioso stile grafico "ultra realistico" che non riesce a realizzare. Volti e capelli, ad esempio, sembrano piuttosto nodosi e pazzi, specialmente nel caso di alcuni dei personaggi più anziani (inclusa Sarah) che sembrano come membri marginali di una sorta di culto non-morto. Potrebbe suonare una cosa strana da chiamare, ma l'inclusione di occhi in movimento è particolarmente sconcertante in alcuni personaggi, dal momento che sembrano animati in modo tale da renderli assolutamente terrificanti.

L'episodio del Concilio 3 - Emily

Ho anche scoperto che la dizione vocale era un po 'spenta per cominciare, ma ho subito capito che è solo Louis ad essere particolarmente mal gestito. Sia la sua sceneggiatura che l'effettiva consegna delle sue battute sembrano un po 'insolite - in un certo senso l'ho capito durante l'episodio di apertura, è ancora nuovo nella cabala segreta dei leader mondiali, politici e luminari in cui è stato gettato, ma comunque, si imbatte spesso come un muppet clueless. Come in molti giochi narrativi, The Council ha personaggi come George Washington che lodano indirettamente il giocatore (attraverso Louise come loro avatar) per aver fatto cose del tutto banali come interrompere una conversazione con qualche commento insulso.

Concentrandosi su ciò che è buono - molti di questi leader mondiali sono ben forniti e interessanti da coinvolgere. Washington è uno dei migliori, ma il resto del cast è anche interessante e include personaggi come Napoleone Bonaparte e numerosi personaggi immaginari o abbelliti. Vale la pena notare che il cast è un completo whitewash (che è senza dubbio nell'interesse della precisione storica, tuttavia dato che l'argomento è piuttosto fantastico, è tenue) ma ci sono diversi personaggi femminili che sono generalmente interessanti e ben rappresentati. Probabilmente il personaggio più (o almeno il secondo più potente) nel gioco è Sarah, che sembra essere di gran lunga la più competente in diverse aree.

L'episodio del Consiglio 3

In quella nota, il gioco stesso è davvero una classica storia di "pesce fuor d'acqua" in cui Louis deve familiarizzare con un ambiente incerto in cui è costretto a rimanere perché sua madre è scomparsa. Scopriamo rapidamente che l'uomo che ha portato Louis, sua madre e l'illustre cast di personaggi nella sua isola privata è piuttosto elusivo ed enigmatico, quindi gran parte del gioco viene speso alla scoperta di segreti attraverso la conversazione, l'esplorazione e gli enigmi di base. Ciò che mi ha entusiasmato di The Council quando l'ho visto per la prima volta è stata la promessa che le scelte avrebbero avuto conseguenze reali e che il gioco avrebbe davvero caratterizzato diversi percorsi.

Oltre a una storia di ramificazione (che ritengo che il Consiglio gestisca abbastanza bene e sicuramente molto meglio di qualsiasi gioco di Telltale), il gioco presenta un albero delle abilità simile a un GDR. La stragrande maggioranza delle abilità offerte riguarda le scelte di dialogo e, a sua volta, quanto è facile influenzare i personaggi. Ognuno ha punti deboli e resistenze quando si tratta di ciò che li influenza e la loro comprensione (che è gestita per voi da un diario di gioco) è importante perché Louis è un tale stupido che quasi tutte le complesse conversazioni indeboliscono la sua energia costringendolo a mangiare tonnellate di, erm, pappa reale. Sì, dalle api. Qualunque cosa.

The Council Episode 3 - The Library

In pratica, ciò significa che ogni conversazione conterrà una o due opportunità per usare un'abilità per guidare un risultato narrativo. Ad esempio, se Louis è fluente nell'etichetta, potrebbe essere in grado di fare uno scherzo o un'osservazione su come un altro ospite non ha posto in un tavolo così raffinato. Allo stesso modo, potrebbe essere in grado di commentare la scienza o la politica se ha le competenze giuste, mentre quelle che non ha appaiono, ma non saranno disponibili. Molte di queste opzioni danno lo stesso risultato anche se con dialoghi diversi, ma a volte il gioco innesca uno scontro, nel quale Louis deve evitare risposte completamente sbagliate per ottenere un buon risultato.

Le abilità di Louis possono essere aggiornate periodicamente spendendo XP guadagnate nel capitolo precedente, e scegliendo di leggere i libri che trova intorno alla villa, che di solito trasmettono un bonus automatico alla relativa abilità, anche se non fino alla fine del prossimo capitolo. . Ho già detto che Louis può usare Royal Jelly per reintegrare la sua energia, ma ha anche accesso ad alcuni altri elixer che gli permettono di usare le abilità gratuitamente o di rimuovere gli effetti negativi che certi incontri possono avere su di lui.

L'episodio del Concilio 3 - Kissing

Alla fine suonerai The Council per la storia, che personalmente mi è piaciuta molto. Nel primo episodio, Louis è un individuo imprevedibile e poco interessante che è interpretato da personaggi molto migliori come Washington e il cardinale Giuseppe Piaggio, che si trasformano in un eccellente cambiamento sia dal punto di vista vocale che narrativo. Nel secondo capitolo, il gioco offre luoghi più interessanti da visitare e forse un po 'più di un vero gioco - il primo è limitato principalmente a pezzi che offrono poco spazio per esplorare. Il terzo episodio è il migliore e anche se non voglio dire troppo su di esso, prende il mantello di essere il punto centrale della serie e corre con esso, il che mi lascia sicuramente positivo per il resto del contenuto.

Considerando che la storia è iniziata interessante ed è diventata solo più avvincente e perché il dialogo è quasi sempre interessante, mi godo ancora il Consiglio. Mi piace il fatto che ci siano entrambe conversazioni cruciali che possono davvero cambiare le cose, così come i risultati basati sulle abilità che presentano solo una patina di scelta in alcune conversazioni, che è sempre stata carente in altre avventure narrative. Il Consiglio ha anche scene vere e proprie, se non riesci a esplorare abbastanza diligentemente, quindi è una buona occasione per rigiocabilità in diverse aree. Lo stesso Louis è un po 'triste, ma dall'episodio 3 sembra che il suo personaggio (e l'attore che lo interpreta) sembra aver raggiunto un buon passo.

Dato che puoi acquistare il primo episodio in isolamento per ottenere un assaggio di ciò che è il Consiglio, penso che dovresti:

Chi Sono

Matt è un vecchio giocatore 34 anno dal nord dell'Inghilterra. Ha lavorato nel settore dei giochi per 18 anni e ama le console risalenti a destra di nuovo al NES, oltre a PC e di gioco portatile in quasi tutte le forme. Ha un debole per Nintendo, per la strategia profonda e da tavolo e giochi di carte, sia digitali e fisici. Hai bisogno di entrare in contatto con Matt? Usa il pagina di contatto o lui raggiungere a Twitter.

NON segui questo link o sarai vietato dal sito!