Infowars viene bandito da YouTube, Facebook, Apple, Spotify
Alex Jones censurato

Google ha chiuso il canale Infowars di Alex Jones su YouTube. Nel frattempo Facebook, Apple e Spotify hanno rimosso i contenuti di Infowars dai loro servizi. Tutto ciò è avvenuto come uno sforzo coordinato per limitare la visibilità dei contenuti di Infowars sulle principali piattaforme di distribuzione dei social media.

Le notizie hanno cominciato rapidamente a evolversi dopo che gli abbonati di lunga data e i visitatori di Infowars hanno scoperto che le pagine dei social media tra i suddetti servizi non erano più disponibili. C'era un post sul Sito Web di Infowars a proposito del divieto da parte dei principali media, compresi alcuni utenti di alto profilo di Twitter come Wikileaks e il britannico Nigel Farage, che hanno parlato a sostegno di Infowars e contro ciò che hanno definito "collusione" di grande tecnologia.

On Agosto 6th, 2018 Paul Joseph Watson ha spiegato che Facebook ha disabilitato permanentemente quattro pagine di Infowars.

Secondo Watson, Facebook ha pubblicato il seguente messaggio per il loro ragionamento nel portare le pagine in basso ...

"Abbiamo ricevuto più contenuti dalle stesse pagine - dopo la revisione, l'abbiamo tolto per glorificare la violenza, che viola la nostra politica di violenza sulla violenza, e usando un linguaggio disumanizzante per descrivere persone che sono transgender, musulmani e immigrati, che violano il nostro politiche di incitamento all'odio "

Watson ha anche spiegato che Apple ha rimosso cinque dei principali podcast di Infowars dalla sua directory dei servizi. Paul Joseph Watson proprio Canale YouTube è ancora vivo sotto il suo omonimo, con 1.3 milioni di follower su YouTube.

Google, Facebook e Twitter hanno tutti fatto affermazioni multiple in passato "Rimuovere" l'incitamento all'odio dalle loro piattaforme, ma mai definito pubblicamente ciò che costituiva "discorso d'odio".

Google ha utilizzato i filtri come parte dell'algoritmo "Autorità" per rimuovere e filtrare le organizzazioni di notizie e i siti Web di media alternativi che non dispongono di un'autorità di dominio sufficiente. Ciò ha anche influito su alcuni siti web di estrema sinistra come Alternet e WSW.

Diversi webmaster si sono lamentati incessantemente sui forum dei webmaster di Google per essere stati filtrati o cancellati da determinati argomenti e tendenze di ricerca, ma Google insiste che l'algoritmo "Authority" è focalizzato sulla promozione di contenuti da domini che ritengono un'autorità di notizie, anche se l'algoritmo ha, in diverse occasioni, filtrato notizie legittime e ha promosso false notizie letterali dai principali canali di informazione.

Persino il Electronic Frontier Foundation ha criticato Google per il loro braccio di controllo quando si tratta di censura e filtro di contenuti che etichettano come "discorsi di incitamento all'odio" senza definire i termini dell'odio.

Alcune persone hanno sostenuto che Google, Facebook e Apple hanno il diritto di censurare collettivamente i contenuti dalle loro piattaforme poiché sono società private, anche se sono scambiate pubblicamente. Tuttavia, non tutti sono d'accordo sul fatto che le aziende che controllano quasi tutte le nostre informazioni di accesso alle notizie dovrebbero essere in grado di operare senza alcun tipo di supervisione o regolamentazione.

Secondo Tech CrunchIl filtro costante di Twitter delle voci conservatrici ha portato Steve King, rappresentante repubblicano dell'Iowa, a presentare proposte per trasformare le principali organizzazioni di social media in servizi pubblici, il che impedirebbe loro di operare su base ideologica.

Alcune persone sostengono che le principali reti di social media vengano portate sotto l'egida della supervisione del governo, mentre altre non vogliono che il governo venga coinvolto a causa di preoccupazioni per la censura. Tuttavia, in questo caso, tutte le principali reti che controllano la maggior parte delle notizie che la maggior parte degli occidentali consumano viene già gestita sotto una cleptocrazia che si prefigge obiettivi tecnocratici. Si dovrebbe chiedere se le principali piattaforme di social media sarebbero migliori o peggiori sotto la supervisione del governo?

(Grazie per il suggerimento GrandmasterShadow)

Chi Sono

Billy è stato fruscio Jimmies da anni che copre i videogiochi, la tecnologia e le tendenze digitali nello spazio di elettronica di intrattenimento. Il GJP piangeva e le loro lacrime divenne il suo frullato. Hai bisogno di entrare in contatto? Prova il Pagina contatto.

NON segui questo link o sarai vietato dal sito!