Bloccato in una rete: come il giornalismo di gioco ha perso la sua originalità

Autocarro con cassone ribaltabile di Spider-Man
A settembre 7th c'era un thread postato su Twitter con critiche che il recente PS4 rilascio di Marvel's Spider-Man aveva trasformato il personaggio titolare in un sostenitore dello stato di sorveglianza e che il gioco era "copaganda". La base dell'argomento è che una mappa che rivela la meccanica di gioco è pessima perché vede il giocatore aiutare il NYPD ad accendere una serie di torri di proprietà della Oscorp sparse in tutto il mondo. Il Tweeter era frustrato dall'idea che la tecnologia privata venisse utilizzata per aiutare la polizia. Sono persino arrivati ​​al punto di tracciare paralleli nel mondo reale con una storia recente in cui il NYPD è stato catturato usando telecamere di sorveglianza per delineare newyorkesi casuali.

Oltre al semplice ma odioso rompicapo che ha accompagnato ogni torre del gioco, questo modo di rivelare la mappa non è certo nuovo per il gioco. Dato che molti giocatori sono fin troppo bene a conoscenza, Ubisoft a un certo punto ha usato in modo ridicolo questo tropo così spesso da farlo persino nel loro gioco di corse, The Crew.

Fastidiosamente, niente di tutto ciò sembrava avere importanza. Il thread abbastanza piccolo che al momento della stesura di questo articolo non ha visto più di 235 retweet e 648 Mi piace è stato condiviso tra alcuni giornalisti di giochi su Twitter.

Marvel's Spider-Man - Subway Spider

In pochi giorni cominciarono a comparire articoli su vari siti che discutevano del "problema della polizia" di Spider-Man. Il primo di questi pezzi è stato pubblicato su Deadspin.

L'articolo, scritto da Tom Ley, inizia con lui che elogia il gioco prima di dire che una cosa che non gli è piaciuta "è come il gioco trasforma Spider-Man in un dannato poliziotto!" L'articolo continua quindi a ripetere la maggior parte dei punti di discussione fatti nel thread Twitter originale menzionato sopra. È così simile a quel post che sono rimasto scioccato nel vedere che non era contenuto nell'articolo. Dato che sembra che l'articolo stia cercando di far sembrare che la critica sia una sua idea, ho contattato Tom su Twitter per chiedere se il thread di Twitter fosse l'ispirazione per il pezzo e, in tal caso, perché non è stato menzionato , ma dopo un paio di giorni di silenzio non ho ancora ricevuto risposta.

Seguendo l'articolo su Deadspin un diluvio di nuovi pezzi che criticavano Spider-Man per essere un poliziotto si riversò sul web. KotakuIl Ringer e scoprire Il contorno tutti hanno pubblicato articoli e persino il mio "amici"A Waypoint è diventato arrogante verso la fine del loro massimo recente Podcast.

Con l'afflusso di critiche nei confronti di Spider-Man, per quella che a parere di chi scrive è una sciocca polemica, sono stato subito colpito dalla somiglianza che l'ondata di storie aveva con un altro incidente che ho avuto. Twitter circa all'inizio dell'estate.

Torna intorno a E3 quando La divisione 2 è stato rivelato che un sacco di siti pubblicano storie che criticano il gioco per non essere politico. Eurogamer, Kotaku, PoligonoIl RingerIncolla, e innumerevoli altri hanno pubblicato articoli simili sfogando la frustrazione per il fatto che un gioco che si svolgeva a Washington DC, durante una guerra civile, non stava affrontando la politica attuale. Non importa che per quanto ne so un virus sta spazzando via vaste aree della popolazione degli Stati Uniti, una trama centrale della prima divisione, sembrava senza senso che all'improvviso, solo perché una partita si è svolta nella capitale di questa nazione, ha dovuto affrontare non solo la politica, ma quella di sinistra a cui la maggior parte dei giornalisti di gioco moderni sembra allinearsi.

Quello che mi ha infastidito di più è che i giochi che si svolgono a Washington non sono una novità.

Ricordo di aver visitato la Casa Bianca e di aver assassinato il Vice Presidente di Hitman: Blood Money nel 2006 senza articoli che affrontassero la sua politica.

Allora, cos'è successo? Perché in 2018 tutti i giochi devono essere politici? A partire dal Far Cry 5 non essere abbastanza di un simulatore assassino di Trump La divisione 2 non essere abbastanza politico, e persino fino all'attuale versione di Shadow of the Tomb Raider per non aver affrontato la sua storia di "colonialismo".

In che modo il giornalismo di gioco passò dal semplice coprire i giochi alla copertura dell'impatto sociale e politico di questi? Bene, la risposta è abbastanza semplice.

Controversie vende.

La copertura del gioco non è più solo un mezzo sufficiente per ottenere clic. Questo è mostrato nella copertura della realtà virtuale. Una volta, quando ho chiesto a un giornalista di un sito Web abbastanza grande perché i giochi per PSVR raramente vengono recensiti, mi è stato detto che quegli articoli ottengono quasi zero visualizzazioni.

Siti come IGN possono evitare tali articoli politicamente carichi (anche se occasionalmente ne eseguono alcuni) perché ottengono l'accesso esclusivo a nuovi giochi e talvolta persino i loro rivelatori, ma per luoghi come Polygon e simili, devono fare affidamento su più mezzi di clickbaity per portare in alto traffico; e come pecore, Internet va a nutrirsi dei loro campi di sciocchezze.

L'indignazione governa il giorno e la cultura che ha costruito ha preso la forma di un millepiedi umano in cui entrambe le estremità sono state cucite insieme nella forma di un folle ouroboros, e stiamo tutti cercando di trovare nutrimento dallo stesso eccesso di rifiuti umani.

Come giocatori hardcore, vogliamo tutti una migliore copertura del gioco, quindi strappa la bocca dall'ano di questi siti e smetti di succhiargli il culo metaforicamente. Il fatto è che il tuo odio guida i loro margini di profitto. A nessuno piace sentire che è colpa sua, e nel frattempo una cricca di amici intimi abbiamo troppo controllo sul mezzo, siamo altrettanto colpevoli come loro.

La soluzione qui è semplice: SMETTERE DI VISITARE I LORO SITI.

Affidati a coloro che l'hanno archiviato, ma anche in questo caso, se puoi evitarlo, ignorali. So che la maggior parte di noi non lo farà. L'indignazione di Internet ha troppa presenza e troppi di noi si divertono a cagare su questi giornalisti di merda, ma se apprezzi veramente il mezzo e se vuoi davvero vedere le cose cambiare, blocca quanti più "giornalisti" puoi e sostenere quelli che fanno un buon lavoro.

Solo una cosa danneggia un sito Web, ed è la diminuzione dei fondi, quindi feriscili nei loro portafogli. Per non rimanere tutti intrappolati in una rete di cattive riprese, terribile giornalismo e l'ascesa di un'agenda che inevitabilmente danneggerà un hobby che mi sta a cuore.