GamesIndustry.biz difende i requisiti di censura comunista della Cina per Rainbow Six
Rainbow Six Siege Censorship

Durante la seconda guerra mondiale ci furono molti luoghi che si unirono per combattere il nazismo e in seguito il comunismo. Entrambe le ideologie hanno provocato innumerevoli morti, eppure il comunismo continua a ottenere un pass gratuito nei media di oggi da persone che non hanno mai studiato storia o si accontentano di finire dove è finita l'Unione Sovietica. Uno di questi sbocchi che ancora difende i vecchi modi dell'unione rossa è GamesIndustry.biz, che ha portato alla difesa degli standard totalitari della Cina per la censura dei media.

In effetti, GamesIndustry.biz ha deciso di utilizzare l'istanza di Ubisoft rimuovendo la censura prevista Rainbow Six: Siege seguenti denunce da parte della comunità di gioco, come modo per attaccare la comunità di gioco.

Inizialmente avrebbe fatto Ubisoft Rainbow Six: Siege operare su una singola versione globale, il che significa che tutte le versioni internazionali del gioco dovrebbero essere le stesse. In preparazione per un lancio formale nella Cina continentale, ciò significava che lo studio avrebbe dovuto aderire alle 10 Rules of Censorship della Cina, e così Ubisoft rimosso o modificato vari effetti grafici ed estetici. Ciò ha portato a recensioni negative, discussioni sul forum infuriate e molte lamentele da parte dei giocatori che hanno obiettato contro la necessità di giocare a una versione annacquata del gioco solo per consentire ad Ubisoft di adeguarsi agli standard di censura del governo cinese. Ubisoft ha deciso di farlo rinnegare i loro piani di censura e ripristinare il gioco alla versione originale.

Per GamesIndustry.biz, i giocatori che volevano che un gioco mantenesse la sua integrità artistica erano inaccettabili.

L'editore James Batchelor ha scritto in un pezzo pubblicato su Novembre 21st, 2018...

"Tornando al piano originale - sì, tali modifiche si sono ridotte alla censura del governo cinese, come hanno osservato nobilmente molti giocatori nelle loro recensioni. Ma onestamente, quanto è dannosa la rimozione di questi elementi visivi banali in un titolo in cui continui a sparare alle persone in faccia? Una spogliarellista al neon era al centro del messaggio vitale che gli sviluppatori stavano cercando di inviare attraverso i deathmatch online? "

GamesIndustry.biz sostiene che gli sviluppatori che si occupano di ascoltare e ascoltare i giocatori sono pericolosi a causa del "diritto dei giocatori" e che Ubisoft dovrebbe aver dimenticato l'integrità artistica per cercare l'onnipotente yuan cinese.

Batchelor continua a prendere in giro i giocatori che non amano l'idea che gli editori di AAA possano iniziare a piegarsi all'indietro per censurare i loro giochi per placare il Ministero della Cultura cinese, scrivendo ...

"Diversi utenti" hanno pubblicato "esageratamente" [questa recensione è stata censurata dalla Repubblica popolare cinese] "mentre altri hanno fatto riferimento al nuovo ethos comunista di Ubisoft - ma sono abbastanza sicuro che modificare un gioco puramente per accedere al pubblico cinese lucrativo è piuttosto capitalista come pratica commerciale. [...]”

"[...] i lamentatori sono una minoranza vocale che combatte contro il cambiamento, contro tutto ciò che non si adatta alla loro visione di ciò che hanno già o che hanno avuto in passato. Tenere il passo con il passato o il presente non è il modo per far avanzare un'azienda o un settore - specialmente in un mondo di giochi come un servizio in cui i titoli sono costruiti per svilupparsi nel tempo e soddisfare mercati diversi. E più gli editori temono di turbare i loro fan, meno rischi ci saranno, più velocemente il nostro settore ristagna. "[...]

Questo tipo di apologismo comunista non è andato bene per niente con alcuni dei commentatori sul pezzo, incluso un ex giornalista di giochi cinesi, Fan Zhang, che ha completamente distrutto Batchelor per il suo pezzo.

Fan non ha trattenuto nulla, facendo sapere che molti cinesi già giocano con i server globali e preferiscono la versione non censurata dei giochi invece delle versioni localizzate che vengono macellate a causa di restrizioni governative, scrivendo ...

"[...] Ora, pensi che i giocatori cinesi, quelli che hanno acquistato e già trascorso centinaia di ore in questo gioco, stiano bene con quei" piccoli cambiamenti estetici "?

"Puoi dire che siamo irragionevoli e abbiamo il diritto di esigere un gioco non censurato dal" nostro "governo quando lo abbiamo già acquistato, scaricato e giocato su server globale?

"È così che funziona il tuo gioco giornalistico? Pensi che i giocatori cinesi debbano rimanere in patria anche su internet e aspettare che ogni gioco venga rilasciato da editori locali casuali, ritardati di anni e con tripla censura dopo il rilascio, e probabilmente diventare un abominio a causa del modello di business "localizzato"?

"Chiediamo solo di essere trattati EQUALMENTE, quanto è difficile per te capire questo?"

Il post di Fan è circa la lunghezza di un articolo stesso, ma è spiegato che inseguire il dollaro cinese non dovrebbe essere il tutto, fine allo sviluppo del gioco, dal momento che la Cina è estremamente autoritaria e in definitiva significa che ci sarà un minor numero di giochi con minori rischi creativi per adeguarsi alle sempre severe regole imposte ai creatori di contenuti.

Fan censura GamesIndustry.biz per non fare i compiti e sostenere la censura comunista, scrivendo ...

"Quella censura non riguardava mai" rendere i giochi più inoffensivi possibile "- il videogioco esistente è già abbastanza offensivo per loro. Quella censura serve solo a rimuovere tutto ciò che alle autorità non piace, e sai cosa gli piace di meno? Macchinette da gioco? Sangue? Teschi? A loro non piace che tu non paghi abbastanza, e non paghi abbastanza riverenza. Ti chiederanno di censurare tutto quando non ti piacciono.

"Sai cosa è offensivo? I creatori di contenuti soccombono alle autorità locali, ma forniscono contenuti censurati al pubblico globale. Riesci a immaginare che le agenzie di stampa del tuo paese abbiano il loro quotidiano censurato dal governo cinese? Riesci a immaginare le radio che ascolti, i programmi TV che guardi, i concerti a cui vai, i libri che leggi, sono censurati da "NON" il tuo governo? Perché imposti la barra così in basso per i videogiochi, pur essendo un GIORNALISTA DI GIOCO?

"Quanto è difficile per te capire questo, senza chiamare persone irragionevoli e autorizzate?"

E 'stata sicuramente una boccata d'aria fresca vedere qualcuno dalla Cina, specialmente un ex giornalista di giochi, interpellare per dire finalmente ai Social Warriors che si sbagliano.

Troppa gente parla da sola, e in questo caso Ubisoft ha fatto la cosa giusta ascoltando la comunità invece di combattere contro tutti per placare il governo cinese. Rimane comunque un problema se Ubisoft si impegnerà a censurare completamente Rainbow Six: Siege per una versione speciale solo in Cina, ma per ora l'azienda ha ceduto e ripristinato la versione originale dell'estetica del gioco, con grande dispiacere dei giornalisti di giochi anti-gioco.

(Grazie per la notizia punta Lyle)

Chi Sono

Billy è stato fruscio Jimmies da anni che copre i videogiochi, la tecnologia e le tendenze digitali nello spazio di elettronica di intrattenimento. Il GJP piangeva e le loro lacrime divenne il suo frullato. Hai bisogno di entrare in contatto? Prova il Pagina contatto.

NON segui questo link o sarai vietato dal sito!