Blizzard Bans Migliaia di conti overwatch sudcoreani

Divieti di overwatch

Dando il via al nuovo anno, Blizzard ha deciso di sanzionare i conti 1,916 per la versione sudcoreana di Overwatch, elencando i nomi degli utenti come una tattica di vergogna per i giocatori che hanno avuto cattive maniere, o come il pubblico in generale lo chiama: tossicità.

I divieti erano elencati in un post fatto dal moderatore del forum sudcoreano, Haramunt on Gennaio 4th, 2019.

Dichiara che i giocatori sono stati banditi per "linguaggio improprio", "abuso intenzionale", "non partecipazione al gioco" e "parolacce".

Secondo eSports Junkie, hanno riferito su 2nd, 2019 di gennaio che un utente coreano su Twitter si collegava allo stesso thread, sostenendo che Blizzard aveva bandito i giocatori 18,188.

Sfortunatamente è difficile verificare se la cifra di 18,000 è legittima poiché Haramunt ha aggiornato la pagina con una nuova ondata di giocatori banditi.

Quindi è possibile che ogni volta che una nuova ondata di giocatori venga bandita, aggiorni il thread del forum.

C'è un breve elenco dei giocatori che sono stati banditi durante l'ondata di ban 2nd, 2019 di gennaio per gentile concessione di Hype Break, ma non mostrano la clip effettiva della figura dei giocatori che sono stati banditi, quindi è ancora difficile stabilire se la cifra è legittima.

Ovviamente, i giocatori di Banning di massa non sono una novità, anche se è per la versione sud coreana di Overwatch. Sembra essere un loro progetto per animali domestici per vedere quanta parte di uno spazio sicuro possono farcela mentre cacciano il maggior numero possibile di giocatori normali fino a quando non rimane altro che l'anima più fragile.

Se la cifra di 18,188 è vera, significa che entro la prima settimana di gennaio hanno bandito un totale di giocatori 20,104 all'inizio di 2019.

In combinazione con Blizzard che abbatte i giocatori per solo giocando un maschio bianco dritto, account di azione per il comportamento fuori sitoe costantemente penalizzando lo staff di e-sport per quello che loro mostra sui social media, questa ultima tattica nome-e-vergogna per Overwatch sembra adattarsi perfettamente all'eccessiva sorveglianza di Blizzard gioco di morte.

(Grazie per il suggerimento Ebicentre)