PC Games Insider, GameReactor Falsely rivendica il giocatore di Overwatch femminile Ellie Quit a causa di molestie

PC Games Insider Overwatch Fail

La storia della presunta prima femmina Overwatch La recluta dei concorrenti per il team di e-sport, Second Wind, è riuscita a diffondersi su tutto il circuito dei giochi. Il nome del giocatore era "Ellie", senza altre informazioni identificative rese disponibili. Ellie ha affermato di essere una femmina, apparentemente uscita dal nulla, ed è riuscita ad essere reclutata da Second Wind senza risultati o vittorie nei tornei. La comunità si è insospettita di questa mossa e ha iniziato a indagare su Ellie, sostenendo che "lei" era probabile che fosse he e che probabilmente era un account smurf per un giocatore di alto livello. Poco dopo, Ellie lasciò la squadra del Secondo Vento e la storia dei media proseguì dicendo che Ellie era quasi indolente e molestata per via degli e-sport a causa dei molestatori sessisti. Tuttavia, non è vero.

On 4 gennaio 2019, Natalie Clayton di PC Games Insider ha scritto sulla difensiva per conto di Ellie quando Second Wind ha annunciato che Ellie si stava allontanando dalla squadra ...

"[...] c'era un'atmosfera ampiamente ostile che circonda il coinvolgimento di Ellie nella Contenders League - una lega che funge da trampolino di lancio verso la Overwatch League. All'inizio di questa settimana, Second Wind ha annunciato che Ellie ha deciso di ritirarsi dal roster del team. [...]

 

"Alquanto frustrante, il proprietario del Secondo Vento, Justin Hughes, ha offerto un chiarimento di" entrambe le parti ". Naturalmente, i fan femminili saranno entusiasti di vedere se stessi rappresentati a livello professionale, ma questa eccitazione è ritratta tanto colpevole quanto le molestie.

 

"Al centro della tossicità e della cospirazione che circonda il coinvolgimento di Ellie c'è una semplice domanda: se lei è davvero un giocatore di livello superiore che pratica lo smurfing, perché fingere di essere una donna in un ambiente che si è dimostrato estremamente utile per le giocatrici?

 

"Esports deve ancora dimostrare che può essere un luogo accogliente per chiunque non soddisfi un insieme estremamente limitato di criteri."

Perché fingere di essere una donna in un ambiente che si è dimostrato estremamente ostile ai giocatori di sesso femminile? Forse Clayton dovrebbe chiedere all'uomo che era il burattinaio di Ellie.

Sì, in realtà, Ellie in realtà non esiste. Era composta da un giocatore 500 in alto Overwatch che passa per il manico del Punitore. Aveva una femmina di 17 che era una newbie a Overwatch per riprodurre in diretta il gioco al fine di dimostrare che Ellie era una femmina. Tuttavia, tutto il gioco effettivo è stato gestito da Punisher. Questa tattica complicata fu usata per dimostrare a scettici e scettici che Ellie era in realtà una femmina, anche se in realtà Ellie, come giocatore, non era una femmina.

Quindi, perché Punisher ha affrontato tutto questo? Bene, secondo lui, faceva parte di un "esperimento sociale". Tuttavia, tra il momento in cui Ellie "ha lasciato" la squadra di Second Wind e Punisher è stato rivelato essere il vero colpevole dietro la creazione di Ellie, i media di gioco hanno avuto una giornata campale usando l'angoletto come una narrazione per spingere le sciocchezze ideologiche nelle notizie sfera.

GameReactor era uno di quegli sbocchi, pubblicando un articolo su 4 gennaio 2019, con l'autore Sam Bishop raccoglie la storia di Dexerto, scrivendo ...

"E 'stata una grande giornata per l'inclusività nei giochi e negli sport quando il team North American Overwatch Contenders ha annunciato la partecipazione di un giocatore chiamato Ellie a dicembre 22, ma come riportato da Dexerto, questo giovane promettente ha scelto di dimettersi dal squadra prima ancora di giocare una partita. [...]

 

"[...] Come è evidente dai commenti su questa discussione, molti hanno sottolineato che questo genere di cose sono le ragioni per cui portare le donne in esports può essere così problematico, e perché Ellie avrebbe potuto essere giustificata nel mantenere la sua identità nascosta nel primo posto.

 

"Per ulteriori informazioni sulle donne negli sport assicuratevi di dare un'occhiata al nostro articolo dello scorso anno in cui parliamo con Angela Natividad di Hurray su opportunità, problemi e cosa riserva il futuro per il settore.

 

"Sei triste vedere andare Ellie?"

La domanda più grande è: sarebbe GameReactor ancora triste nel vedere Ellie andare a sapere che Ellie è davvero un tipo?

L'analista di E-sport Rod Breslau ha infranto la storia tramite a Thread di Twitter a gennaio 4th, 2019, rivelando che Punisher aveva usato Ellie come account smurf e stava cercando di reclutare altre donne nell'ovile.

Ciò è stato ulteriormente confermato da Becca "Aspen" Rukavina di Cloud9, che ha spiegato che Punisher le ha rivelato che Ellie non era in realtà Ellie.

Ironia della sorte, la citazione di GameReactor sull'articolo di Dexerto sottolinea come un gioco di telefono può iniziare (o finire) in un modo che può diffondere disinformazione.

In questo caso, l'originale Articolo di Dexerto coprendo la questione copre solo i fatti di base che erano disponibili al momento senza approfondire nessuno degli altri aspetti sociopolitici dell'identità di genere o sessismo o misoginia o molestie nei giochi. In effetti, Dexerto è stato anche uno dei primi siti a pubblicare un articolo su 5 gennaio 2019 delineando come l'intero fiasco di Ellie sia stato solo uno stratagemma di Punisher, collegato ai tweet di Breslau e al flusso di Tinter di Aspen che ha esposto l'intera bufala.

Guarda C9 Aspen | aspenoAYAYA IN CHAT da Aspen su www.twitch.tv

Fondamentalmente, nessuno dei siti avrebbe potuto sapere che Ellie era un falso dal momento che Punisher non era disposto a parlare con la stampa e il team Second Wind ha giocato il reclutamento di Ellie vicino al torace a causa di come l'hanno reclutata. Quindi avevano solo i fatti di base su cui lavorare, ma in questo caso estrapolando la storia in una sull'identità di genere e favorendo la divisione tra giocatori maschili e femminili mentre dipingevano l'industria dei giochi come un'arena "sessista" in cui le donne venivano gettate in un colosseo pieno di leoni misogini è completamente falso.

In effetti, Second Wind dovette scusarsi per la comunità per aver perpetuato quelle falsità basate su come Ellie era stata reclutata. In un post di Twitlonger pubblicato su 5 gennaio 2019 la squadra di e-sports ha rivelato che c'era una pressione per sostituire alcuni dei giocatori persi e per portare una femmina a causa di come i media hanno praticamente estorto la scena degli e-sport per reclutare femmine per timore di essere imbrattate attraverso innumerevoli quantità di editoriali e Pezzi "notizie". Il Overwatch squadra di e-sport ha scritto ...

"Quando inizialmente avevamo ingaggiato Ellie, di recente avevamo perso giocatori per vari motivi e avevamo un disperato bisogno di trovare un sostituto. Come squadra, abbiamo sempre avuto fiducia nella classifica quando si tratta di scouting per i giocatori, e nella nostra ricerca di un nuovo giocatore abbiamo trovato Ellie come rank 4 nei server nordamericani. [...]

 

"[...] Come squadra, ammettiamo di aver gestito questo male. Avremmo potuto fare di più per supportare i nostri giocatori, ma ci eravamo trovati impreparati per l'attenzione che Ellie aveva ricevuto durante la loro partenza; avevamo piena fiducia in loro. A causa della nostra disperazione di riempire un roster, sfortunatamente abbiamo trascurato le informazioni cruciali a cui avrebbe dovuto prestare maggiore attenzione. Non abbiamo stanziato abbastanza tempo per comunicare con il pubblico come mezzo per supportare i nostri giocatori e, di conseguenza, ha causato più domande che avrebbero potuto essere evitate.

 

"Ellie ha deciso di dimettersi da sola, e poco dopo abbiamo annunciato la loro partenza dal team. A partire da oggi, Blizzard era tornato da noi sullo sfondo di Ellie e ci ha comunicato che non erano chi affermavano di essere, e ha scoperto che l'account Ellie era utilizzato per scopi che non supportiamo. Ci scusiamo con la comunità nel suo insieme per non aver gestito meglio questa situazione quando avremmo dovuto, e mireremo a fare meglio ".

Al momento della stesura di questo articolo, né PC Games Insider né GamesReactor hanno aggiornato i loro articoli, né offerto alcuna retrazione delle falsità livellate nella comunità di gioco che circonda Ellie in realtà una beffarda meno elaborata.

Certo, questo dimostra solo perché #Gamergate è stato necessario per tutto il tempo, per aiutare a delineare fino a che punto il giornalismo di gioco è caduto e come si basano su esca di indignazione politica per guidare ulteriormente un cuneo tra la comunità e i giocatori sia maschili che femminili.

Gli articoli di PC Games Insider e GameReactor si uniscono a una litania di altri programmi, spingendo articoli di altri siti web proprio su questo argomento, tra cui Kotaku, Game Informer, GameRant, ShackNews, J Station X, SyFye una dozzina di altri siti, ognuno dei quali ha pubblicato i propri articoli entro un giorno l'uno dall'altro, come delineato in un post Kotaku in azione.

(Grazie per la segnalazione di punta Blaugast e Lyle)

(Immagine cortesia principale di Comandante Corson)