Rock Paper Shotgun tenta di defliggere la colpa dai media per aver riportato erroneamente Overwatch Ellie Controversy

Sombra Overwatch

Quasi tutti i più importanti outlet di videogiochi entusiasti hanno deciso di creare una narrativa di identità di genere attorno a una storia su un giocatore di e-sport femminile che si chiamava "Ellie" essere "molestato" dal Overwatch Contendenti della lega. Però, quella storia si è rivelata una notizia falsa perché "Ellie" non esisteva, ed era in realtà un profilo creato da un giocatore maschio come parte di un "esperimento sociale". Quando i media sono stati chiamati a parlare delle notizie false, alcuni hanno deciso di rispondere alla comunità e dissipare il danno dando la colpa al settore degli e-sport invece di scusarsi per aver riportato male la storia.

Uno di questi sbocchi che è impegnato in una deficienza disonesta è Rock, Paper, Shotgun. L'autore Jay Castello ha pubblicato un pezzo su 5 gennaio 2019, in seguito alla rivelazione che l'intera situazione di "Ellie" era una notizia falsa, e ha tentato di riorientare la conversazione sulla percezione delle donne negli e-sport dopo più di due dozzine di punti vendita ha pubblicato notizie false sulla controversia "Ellie".

In effetti, Castello ha respinto il motivo per cui questo è esploso in primo luogo: Kotaku ha funzionato con una storia che non poteva verificare usando l'angolo della giustizia sociale e si è rivelata una notizia falsa.

Invece, Castello lo usa per lamentarsi del trattamento delle donne negli e-sport, scrivendo ...

"Alla fine, però, chi era Ellie e quali fossero le sue motivazioni sono secondarie all'effetto dannoso che hanno avuto sulle donne nell'industria degli sport.

 

"Coloro che non credevano immediatamente, Ellie affermava spesso che non aveva nulla a che fare con il genere, eppure questo stesso tipo di accuse sembra sempre venire in mente per le migliori giocatrici, indipendentemente dalla loro veridicità".

Questo fa parte della nuova narrativa che probabilmente prenderanno alcuni sbocchi dopo aver finito con un sacco di uova sul loro viso per pubblicare intenzionalmente disinformazione senza esaminare lo scetticismo proposto dalla comunità. In effetti, la comunità aveva detto fin dall'inizio che Ellie era solo una miscela di un grande giocatore di sesso maschile Overwatch e punti vendita come PC Gamer hanno censurato la comunità chiamandoli "teorici della cospirazione" e "troll". Tranne quei "teorici della cospirazione" e "troll" avevano ragione.

L'articolo di Rock, Paper, Shotgun procede anche alla creazione di un pagliaccio, affermando che la conservazione che questo "esperimento sociale" ha creato ha bisogno di esaminare le "barriere sistemiche" poste alle femmine che tentano di entrare negli e-sport, con Castello che scrive ...

"Se" Ellie "è stato davvero un esperimento sociale, è stato uno scarso. Se progettato per mostrare ciò che le donne sperimentano, effettivamente ascoltare le donne ha lo stesso effetto senza ricambiarci. E se progettato per mostrare che le donne vengono facilmente raccolte dalle squadre, forse guarda la reazione per vedere quali barriere sistemiche esistono realmente. "

Castello in realtà non discute quali siano queste "barriere sistemiche", perché non esistono. Se sei bravo, verrai reclutato in una delle migliori squadre di e-sport. E 'così semplice. I giochi elettronici competitivi non discriminano nessun fattore diverso dall'abilità. Se non sei abile al gioco, probabilmente non verrai reclutato. Questo si chiama sistema basato sul merito, perché significa che i giocatori che non riescono a mantenere un certo livello di gioco non saranno più valutati per i loro contributi, indipendentemente da età, sesso, razza o religione.

Tuttavia, Castello fa sapere che o non capiscono cosa significhi la parola "meritocrazia" o c'è un palese tentativo di ridefinirne il significato. Proprio come qualsiasi altro sito Web di sinistra che riportava erroneamente la situazione di "Ellie", Castello completa l'articolo criticando l'industria degli e-sport per aver fatto affidamento sulle abilità dei giocatori attraverso un sistema di meritocrazia, scrivendo ...

"Molti hanno messo in luce la situazione o si sono lasciati alle spalle vecchie discussioni sul fatto che gli sport esporti come meritocrazia. "Non ci sono limiti di genere negli sport, se qualcuno è bravo vengono catturati", ha twittato (attualmente non firmato) il giocatore della Coppa del Mondo Jørgen "Decod" Myrlund, a quanto pare in qualche modo manca letteralmente tutto ciò che questa situazione ha dimostrato sui limiti di genere negli sport ".

In realtà, non c'è nulla in questa situazione che provasse qualcosa "sulle limitazioni di genere negli e-sport".

In effetti, gli esempi di Castello di queste "limitazioni" sono in realtà tutti aneddoti isolati: alcuni ragazzi presumibilmente hanno abbandonato i giochi o sono andati AFK perché una giocatrice si è unita al loro gioco, ma ci sono anche casi in cui le persone abbandonano i giochi perché qualcuno non lo fa ' t un grado abbastanza alto o qualcuno è troppo alto.

Hai giocatori come TimTheTatMan che rabbia ha abbandonato alcuni giochi perché le persone non giocavano con i personaggi giusti.

Ci sono anche video di YouTuber come TheRealKenzo chi ha avuto diversi giocatori di alto livello ha smesso di battere perché stavano vincendo con Hanzo.

C'è letteralmente un'intera cultura di YouTube a tema intorno alla gente che smette di smettere di giocare per una ragione o per l'altra.

Chiunque può usare aneddoti isolati di qualcuno che infuria, qualcuno che lascia o qualcuno che molesta un altro giocatore per inquadrare la situazione come un "ismo", che è ciò che Castello ha cercato di fare individuando alcuni casi in cui qualcuno ha lasciato perché qualcun altro si è unito a un gioco .

L'unico altro esempio su cui si basa Castello per affermare che gli sport elettronici non sono meritocratici è una situazione che coinvolge l'alloggio, la scrittura ...

"I Fuorilegge, in particolare, erano una delle squadre che una volta usavano un altro ostacolo all'ingresso, le squadre di un unico genere, per spiegare perché non potevano prendere Geguri. Questa è una scusa che è stata anche usata per escludere altre donne, come Molly "Avalla" Kim. "

E nel momento in cui lasciano entrare una ragazza in casa e si verifica un incidente tra i giocatori maschi e femmine, Rock, Paper, Shotgun sarebbe uno dei primi punti vendita a castigare The Outlaws per l'incidente. Anche questo non è un problema di barriera di genere, è un problema finanziario. A meno che, ovviamente, Rock, Paper, Shotgun non avrebbe pagato i soldi per The Outlaws per affittare una seconda casa per le reclute?

Alla fine, i media sono corrotti come sempre, come sottolineato dall'analista e consulente Rod Breslau, che ha sottolineato come le notizie false che hanno avuto origine da Kotaku.

I media dei giochi continueranno a deviare la colpevolezza per trasformare l'intera storia in una gigantesca catastrofe che dovrebbe evidenziare i continui fallimenti dei media.

Come indicato nel articolo originale che descrive in dettaglio la corruzione di Kotaku per quanto riguarda "Ellie", questo incidente non ha fatto altro che convalidare ogni singolo reclamo #GamerGate fatto circa l'illecito giornalistico esercitato dai media di gioco.

(Immagine cortesia principale di Tumblr)