Loli, le immagini di anime non conducono all'assalto sessuale contro i bambini veri, afferma il rapporto danese
Pure Station VN

Ci sono stati dibattiti furiosi su lolicons, shotacons e censura negli ultimi mesi. Il Le Nazioni Unite propongono una bozza alle parti dello Stato per far rispettare la censura di disegni, cartoni animati e anime minorenni che raffigurano personaggi in situazioni sessuali, mentre varie piattaforme si sono mosse per vietare molti contenuti relativi a loli, tra cui Reddit e Gab.ai. Altre piattaforme come Twitter hanno iniziato a far crollare gli artisti giapponesi che facevano un osceno contenuto di loli, che li ha costretti a migrare su un'altra piattaforma chiamata Pawoo.net. Tuttavia, secondo un rapporto di vari clinici, professori e psicologi di Copenaghen, in Danimarca, la ricerca ha dimostrato che le immagini oscure di lolis e spara non portano necessariamente all'assalto sessuale ai bambini.

I due report sono stati raccolti da un utente anonimo giapponese, ma in realtà sono piuttosto vecchi. Un report è da Settembre 17th, 2010, richiedendo più ricerca e raccolta di dati riguardo alla connessione tra pornografia infantile, pornografia infantile fittizia e violenza sessuale, mentre il secondo rapporto è tratto da Marzo 20th, 2017e descrive in dettaglio le connessioni tra coloro che vedono il pornografia infantile e coloro che commettono una vera e propria violenza sessuale nei confronti dei minori.

Entrambi i report sono in danese, ma un utente anonimo su Scheda anime 8chan tradotto sia i rapporti di Sexologisk Klinik per i lettori inglesi.

L'essenza del rapporto 2010 afferma che mentre ci sono dati che mostrano una connessione tra la visualizzazione di pedopornografia che coinvolge bambini reali e commettere un contatto sessuale con un bambino, non ci sono dati che indicano la pornografia infantile fittizia, l'immaginario di loli, gli animi o gli hentai il contenuto porta a contatto sessuale con i bambini. La parte tradotta del rapporto afferma ...

"La letteratura empirica in materia di immagini non fittizie di violenza sessuale sui bambini non ha presentato prove chiare che l'uso di questo materiale possa comportare un rischio sostanziale di infliggere violenze sessuali. Alcuni studi (ad esempio Endrass 2009, Benz 2010) sostengono che gli utenti di immagini di violenza sessuale sui bambini rappresentano un gruppo speciale. Essi sostengono che sebbene alcuni di questi commettano anche violenza sessuale, la maggioranza probabilmente non lo fa. Come presentato in più studi, ci può essere un rischio reale di ex detenuti che commettono di nuovo reati simili, se usano immagini non fittizie di aggressioni sessuali sui bambini. L'uso o l'abuso di immagini di violenza sessuale sui bambini da soli, non sembra essere un fattore predittivo di aggressioni sessuali su bambini.

"Come accennato, la ricerca in questo campo è appena aumentata di portata negli ultimi anni. Ulteriori e più completi studi devono essere e saranno fatti allo scopo di prevenire. Ad oggi, la ricerca sembra mostrare che esiste un gruppo di rischio per il quale l'uso di immagini non fittizie di aggressioni sessuali sui bambini può contribuire all'assalto. Le fonti di riferimento sembrano dubitare che l'uso di materiale fotografico pedopornografico da solo possa portare a violenze sessuali.

"La documentazione che sostiene che 'il possesso o simili di finzione pornografica infantile, che non è una rappresentazione realistica, che appare allo stesso modo o in qualche modo allo stesso modo di fotografie o simili, può portare le persone a commettere violenze sessuali sui bambini', non sembra esistere al momento attuale. "

Il rapporto 2010 dello psicologo clinico Jørgen Bech-Jessen; capo medico e coordinatore di una rete di trattamento, Ellids Kristensen; e il professor Thorkil Thorkil Sørensen, ha richiesto ulteriori ricerche in merito.

Stazione pura

Sette anni dopo, il secondo rapporto ha avuto risultati simili, con la maggior parte del rapporto che copre le differenze tra coloro che vedono la pornografia infantile non fittizia e coloro che commettono un attacco di contatto contro minori. I risultati hanno generalmente mostrato che coloro che si limitano a guardare le immagini hanno meno probabilità di commettere un vero e proprio attacco fisico, rispetto a quelli che non hanno visto le immagini ma hanno stretto contatti sessuali con minori. Ma anche allora, ci sono una moltitudine di variabili che i ricercatori riconoscono potrebbero contribuire ai diversi risultati, che sottolinea più volte nel corso della relazione.

Indicano che diversi studi hanno dimostrato che le aggressioni sessuali sono diminuite notevolmente dal momento che il porno è stato legalizzato negli 1960 e che solo perché qualcuno vede la pornografia infantile non fittizia non significa che si impegneranno in aggressioni o trasformarsi in un aggressore fisico ...

"Ad oggi, la ricerca sembra dimostrare che esiste un gruppo di rischio per il quale l'uso di immagini non fittizie di aggressioni sessuali sui bambini può contribuire all'assalto. Le fonti di riferimento sembrano dubitare che l'uso di materiale fotografico pornografico da solo possa portare a violenze sessuali da contatto ".

Il rapporto indica anche che la finzione pornografica infantile o addirittura l'uso di bambole sessuali infantili possono effettivamente aiutare come prevenzione per coloro che sono sessualmente attratti dai minori.

I ricercatori affermano che i dati sono ancora inconcludenti, ma sulla base di ciò che è stato studiato sembra che immagini pornografiche di lolis, scatti, anime e disegni, insieme a bambole del sesso, possano aiutare più che far male, affermando ...

"Per concludere, non ci sono ancora conoscenze scientifiche che chiariscano direttamente le domande presentate. Pertanto, non vi è anche documentazione che l'uso di immagini fittizie di aggressioni sessuali sui bambini, o l'uso di bambole sessuali che sembrano bambini, vale a dire l'uso di materiali prodotti e utilizzati con bambini reali esposti a violazioni, da solo possa portare le persone a impegnarsi aggressioni sessuali sui bambini. La ricerca indica inoltre che le persone che si occupano esclusivamente di immagini pornografiche di bambini hanno un rischio minore di recidiva, e un piccolo rischio di essere condannato per aggressione da contatto, rispetto a coloro che hanno già condanne per aggressione da contatto e immagini pornografiche di bambini. Se il possesso di immagini pornografiche fittizie di bambini e / o bambole del sesso aumenta o diminuisce il rischio di nuova criminalità, ne sappiamo molto poco al momento attuale.

"Se si presume che ci siano somiglianze con quanto è stato trovato nello studio sull'uso di film porno, film e giochi per computer con contenuti violenti, e immagini con violenza, si può presumere che ci sia un gruppo, che è sessualmente attratto dai bambini , dove finzione pornografica infantile e bambole sessuali possono agire profeticamente su attività in cui i bambini sono direttamente coinvolti. Ma probabilmente c'è anche un gruppo, in cui molti hanno precedenti convinzioni, in cui tale materiale di finzione può contribuire alla continuazione dell'interesse deviante nei bambini ".

Mentre questo particolare rapporto di Copenaghen riconosce che disegni, anime, loli o raffigurazioni di finzioni di bambini in situazioni sessuali non portano a contatti sessuali con minori di vita reale, propongono comunque che siano necessarie ulteriori ricerche per indagare ed esplorare l'argomento .

Per ora, tuttavia, sembra che i risultati sembrino suggerire che i lolicons siano nella stessa barca dei giocatori, e che solo perché si consuma un certo tipo di media non significa che i media ti trasformeranno in un autore della vita reale di un crimine basato sul contenuto che consumi.

Come molti di voi sanno, i politici hanno a lungo sostenuto che i videogiochi violenti trasformano i bambini violenti, anche se di volta in volta la ricerca ha dimostrato che non è vero. Mentre questi report fuori dalla Danimarca hanno anni, almeno forniscono un qualche tipo di base per negare l'argomento secondo il quale vedere il contenuto di loli ti trasforma in un pedofilo.

(Grazie per il suggerimento di notizie Giappone Anon e Kaos)

A proposito

Billy è stato fruscio Jimmies da anni che copre i videogiochi, la tecnologia e le tendenze digitali nello spazio di elettronica di intrattenimento. Il GJP piangeva e le loro lacrime divenne il suo frullato. Hai bisogno di entrare in contatto? Prova il Pagina contatto.

NON segui questo link o sarai vietato dal sito!