La PlayStation Vita è ufficialmente morta

Non verrebbe accusato di aver pensato che questa notizia si fosse già verificata anni fa ma, a partire da questo fine settimana, la produzione della PlayStation Vita è ufficialmente giunta al termine. Per una console portatile che è stata sostanzialmente rilasciata e lasciata a se stessa da parte del suo creatore, devi ammettere che una corsa di otto anni è piuttosto impressionante.

Secondo PS Vita giapponese pagina (via Poligono), la produzione della console portatile Sony è finalmente arrivata alla fine. Con PlayStation Plus non supporta più i giochi Vita o PS3, il che significa che la console è finalmente pronta per il confezionamento.

La PlayStation Vita è stata lanciata per la prima volta in Giappone nel lontano 2011, seguita da un lancio negli Stati Uniti solo un paio di mesi dopo. La premessa era semplice: Sony voleva portare i giochi di qualità per console sul palmo della mano, completo di tutti i tipi di campane e fischi extra come la possibilità di giocare a distanza i tuoi giochi PlayStation 4 sul dispositivo, così come il supporto per app come Netflix, Crunchyroll, l'app di chat di NicoNico e altro ancora.

In verità, la console era un po 'in anticipo sui tempi. Ha mantenuto tutte le sue promesse e continua ad avere un seguito dedicato, ma non ha mai trovato un pubblico abbastanza grande da mantenere la Sony interessata. Era anche piuttosto costoso al momento del lancio e vantava una memory card proprietaria altrettanto costosa. Un modello più snello e leggero della Vita è stato lanciato un paio di anni più tardi ma, in 2015, Sony ha smesso di creare giochi per la console.

Nonostante tutto ciò, la Vita continuava a sussultare. Anche se il supporto della console di Sony si è fermato quattro anni fa, direi che non hanno mai avuto la testa nel gioco per cominciare. C'erano sempre solo una manciata di pubblicazioni per il primo partito, e quel numero si è ridotto solo quando la Vita non è decollata nella stratosfera al momento del lancio.

Tuttavia, la console è stata mantenuta in vita grazie all'enorme supporto di sviluppatori di terze parti e in particolare di team indipendenti. È diventato la console go-to per molti fan di JRPG ed è stato sede di praticamente tutti i principali lanci indie, oltre a un sacco di bizzarri giochi giapponesi che non venivano realmente portati su nessuna altra piattaforma.

Quindi, se sei una delle rare persone che hanno effettivamente acquistato e goduto di una Vita, assicurati di versarne una per la squallida console questo fine settimana. Ci mancherà.

Chi Siamo

Ryan ha giocato per tutta la vita e si diverte a scrivere su di loro. Gli orsi polari sono mancini. Hai bisogno di entrare in contatto? Sentiti libero di e-mail Ryan.

NON segui questo link o sarai vietato dal sito!