Microsoft invita i giganti della tecnologia a una maggiore censura per impedire alle persone di condividere, visualizzare contenuti violenti
La censura della matrice

Alla luce di Christchurch, le riprese in Nuova Zelanda che hanno avuto luogo a marzo 15th, 2019, Microsoft hanno annunciato che vogliono lavorare con giganti della tecnologia per sopprimere e censurare qualsiasi tipo di contenuto "violento" o "tossico" che non dovrebbero essere diffuso, condiviso o discusso online.

In un post sul blog realizzato su Sito Web Microsoft dal presidente di Microsoft Brad Smith, che ha spiegato ...

"Le parole da sole non sono abbastanza. In tutto il settore tecnologico, dobbiamo fare di più. Soprattutto per quelli di noi che gestiscono social network o strumenti di comunicazione digitale o piattaforme che sono stati utilizzati per amplificare la violenza, è chiaro che abbiamo bisogno di imparare e intraprendere nuove azioni in base a quello che è successo a Christchurch ".

Smith si è adoperato per migliorare la tecnologia esistente per identificare e classificare meglio i contenuti estremisti o violenti che devono essere censurati e rimossi da Internet il più rapidamente possibile, creando un blackout sulla fonte delle informazioni il più rapidamente possibile.

Smith va più nel dettaglio su come questo si realizzerebbe, spiegando che i giganti della tecnologia sarebbero effettivamente diventati arbitri tecnocratici di content curation per tutti i contenuti registrati e condivisi che sarebbero stati identificati e rapidamente bloccati se fosse determinato ad essere "estremista" o "violento" tramite sistemi AI di apprendimento automatico. Smith scrive ...

"In primo luogo, dobbiamo concentrarci sulla prevenzione. Dobbiamo fare nuovi passi per impedire ai perpetratori di pubblicare e condividere atti di violenza contro persone innocenti. Nuovi e più potenti strumenti tecnologici possono contribuire ancora più di quanto non abbiano già fatto. Dobbiamo lavorare in tutto il settore per continuare ad avanzare tecnologie esistenti, come PhotoDNA, che identificano e applicano gli hash digitali (una sorta di identificatore digitale) al contenuto violento noto. Dobbiamo anche continuare a migliorare le nuove tecnologie basate sull'intelligenza artificiale in grado di rilevare se i contenuti nuovi di zecca possono contenere violenza. Queste tecnologie possono permetterci di migliorare in modo granulare la capacità di rimuovere i contenuti video violenti. Ad esempio, mentre le solide tecnologie di hashing consentono agli strumenti automatizzati di rilevare copie aggiuntive già segnalate come violente, abbiamo bisogno di avanzare ulteriormente la tecnologia per identificare e catturare meglio le versioni modificate dello stesso video. "

Ma non finisce qui.

Microsoft vuole inoltre mettere in comune le risorse con altri giganti della tecnologia, creando un centro di comando globalizzato, con una sola tecnologia, in cui è possibile avviare un protocollo per bloccare da remoto i contenuti ritenuti "violenti" o "estremi" dall'IA, un po 'come in La matrice l'architetto è stato in grado di riconfigurare eventi o influenzare i risultati per le persone attraverso il mainframe senza che nessuno sapesse cosa stava succedendo. Questo è stato discusso anche prima che Microsoft annunciò i loro piani da parte di vari YouTuber come Arco di Warhammer.

Smith spiega ...

Secondo, dobbiamo rispondere in modo più efficace ai momenti di crisi. Anche con progressi migliori, non possiamo permetterci di presumere che non ci sarà mai un'altra tragedia. Il settore tecnologico dovrebbe prendere in considerazione la creazione di un protocollo "evento importante", in cui le aziende tecnologiche lavorerebbero da un centro di comando virtuale congiunto durante un incidente importante. Ciò consentirebbe a tutti noi di condividere le informazioni più rapidamente e direttamente, aiutando ogni piattaforma e servizio a muoversi in modo più proattivo, assicurando allo stesso tempo che evitiamo di limitare le comunicazioni che sono di interesse pubblico, come le segnalazioni da parte di organizzazioni di stampa ".

Ora questa è una cosa fondamentale da tenere a mente qui. Smith sta dicendo che al pubblico non dovrebbe essere permesso di diffondere, condividere, discutere o accedere a queste informazioni indipendenti o separati da ciò che l'AI consente loro di accedere, né dovrebbero essere autorizzati a divulgare o diffondere informazioni o contenuti al di fuori di ciò che è consentito alle principali organizzazioni di notizie mainstream, in modo molto simile al modo in cui il manifesto e il video del tiratore sono bloccati dall'accesso pubblico dalla Nuova Zelanda, ma i media mainstream possono condividere e discutere i contenuti.

L'ultima parte si concentra sull'obiettivo di Microsoft di lavorare con altre aziende per combattere un discorso sempre più "tossico". Smith scrive ...

"Infine, dovremmo lavorare per promuovere un ambiente online più sano in generale. Come molti hanno notato, mentre gran parte dell'attenzione negli ultimi giorni è stata giustamente sull'uso degli strumenti digitali per amplificare questa violenza, il linguaggio dell'odio esiste da decenni e persino da secoli. Nondimeno, il discorso digitale a volte è sempre più tossico. Ci sono troppi giorni in cui i commenti online fanno emergere il peggio nelle persone. Mentre c'è ovviamente un grande salto da un discorso odioso ad un attacco armato, non aiuta quando l'interazione online si normalizza negli standard di comportamento del cyberspazio che quasi tutti noi considereremmo inaccettabile nel mondo reale. "

Quindi, qui, Smith sta parlando di una grande tecnologia che lavora insieme per censurare e soffocare ciò che ritengono essere "discorso d'odio".

Tieni presente che l'incitamento all'odio è protetto dal Primo Emendamento in America. Il discorso odioso che incita alla violenza è considerato illegale, comunque. Ma non è quello di cui parla Smith. Parla di "linguaggio dell'odio" e di un discorso "tossico" che sarebbe determinato da persone come Microsoft, Google, Facebook o Twitter. Come possiamo già vedere nel caso di Twitter, la loro censura e l'applicazione delle norme spesso si muove in una direzione: contro le persone che di solito non sono d'accordo con la politica di sinistra.

Di solito vediamo gli appelli alla civiltà come scusa per aumentare la censura di internet. Se il piano di Microsoft passa e riescono a fondersi con Facebook, Twitter e Google su politiche di condivisione dei contenuti più rigorose e interazioni sociali digitali, allora si occuperanno fondamentalmente esattamente di ciò che voleva lo sparatutto di Christchurch. Specificamente ha indicato nel suo manifesto che il suo piano era quello di accelerare censura e politiche di controllo delle armi al fine di seminare discordia e divisione tra gruppi politicamente demarcati nella speranza di incitare alla fine a una guerra di razza civile.

(Grazie per il suggerimento s_fnx)

Chi Siamo

Billy è stato fruscio Jimmies da anni che copre i videogiochi, la tecnologia e le tendenze digitali nello spazio di elettronica di intrattenimento. Il GJP piangeva e le loro lacrime divenne il suo frullato. Hai bisogno di entrare in contatto? Prova il Pagina contatto.

NON segui questo link o sarai vietato dal sito!