CBR mira a #AnimeGate, chiama i fan dei fan di anime per rifiutare la propaganda SJW
AnimeGate

I fan degli anime sono stati avvertiti da Sakura Anime News quel #AnimeGate sarebbe poi iniziato mentre il fandom diventava più mainstream. Detto questo, #AnimeGate non è davvero iniziato ... ancora. È come nei suoi stadi nascenti, coagulando interesse e furia mentre lentamente si costruisce verso la sua inevitabile supernova. In questo momento le persone lo sentono arrivare e la maggior parte dei fan dell'anime sa che quando arriva il momento critico starebbe in piedi 100% contro i media corrotti e gli SJW che sostengono la sovversione. Bene, nel tentativo di aiutare a bruciare sul fuoco, Reuben Baron di Comic Book Resource ha scritto un editoriale attaccando direttamente i fan degli anime, gettandoli nella grondaia come un hobo pazzo ubriaco che lancia una bottiglia vuota di malto Scotch in una tempesta durante una notte ventosa a Chicago.

L'articolo è stato pubblicato su Marzo 29th, 2019, prendendo di mira la comunità degli anime, usando tutti i faticosi tropes di mendacità che sono stati ricoperti dalle comunità di #GamerGate e #ComicsGate.

CBR inizia continuando a propagandare la narrazione che il doppiatore Vic Mignogna è caduto in disgrazia, alludendo al fatto che sia colpevole di non dimostrato e accuse infondate. Ciò nonostante, anche se non sono state presentate denunce penali a suo carico, non è stata intentata alcuna causa legale contro di lui, né è stato accusato di nulla.

L'articolo continua poi a dipingere i sostenitori di Mignogna come "fan ossessivi" e molestatori, con Baron che scrive ...

"Prima dello scandalo Mignogna, c'erano altri problemi che i troll hanno cercato di usare per provocare un #AnimeGate. C'è stata rabbia nei confronti dei critici che danno recensioni negative a "un-PC"Mostra come Goblin Slayer e The Rising of a Shield Hero. C'è stata una rissa sull'High Guardian Spice, la prima serie originale di Crunchyroll, che è lontana dal rilascio, ma ha comunque suscitato polemiche con un teaser che mette in risalto lo staff creativo per lo più femminile dello show. Ci sono state affermazioni che i sottotitoli in inglese di Zombie Land Saga "hanno cambiato" Lily Hoshikawa in una ragazza trans quando la traduzione letterale giapponese è in realtà più esplicita che lei è trans. E questo è tutto solo nell'ultimo anno. La realtà è che il segmento troll di destra del anime fandom ha causato guai ancora per molto. "

C'è così tanto travisamento in là. Prima di tutto, i Guerrieri della Giustizia Sociale che hanno invaso la comunità degli anime si sono voltati Goblin Slayer e The Rising of the Shield Hero nei grandi successi perché hanno caratterizzato male entrambi gli spettacoli, accusando Goblin Slayer of promuovere la cultura dello stuproe affermandolo falsamente The Rising of the Shield Hero ha incoraggiato le credenze misogine.

YouTuber Pesce pagliaccio TV ha abbattuto molte delle menzogne ​​nell'articolo CBR, che puoi consultare qui sotto.

Inoltre, la gente era arrabbiata con Crunchyroll per aver finanziato uno spettacolo originale progettato attorno alla propaganda della Social Warrior, anche se pensavano che stessero pagando Crunchyroll per portare più spettacoli animati giapponesi e per finanziare il contenuto originale giapponese, non la propaganda SoCal. Crunchyroll ha tentato di sedare il contraccolpo di ciò che alcuni abbonati hanno ritenuto fosse una cattiva gestione dei loro soldi da parte censurare i forum.

CBR prosegue affermando ...

"Questi troll sono assolutamente un problema in anime fandom. Le molestie che molti doppiatori, critici e fan hanno dovuto affrontare sono imperdonabili. Senza minimizzare il danno che hanno causato e che continuerà a causare, c'è motivo di essere ottimisti riguardo alla capacità della comunità degli anime di resistere a questo tipo di comportamento. Mentre #Gamergate e #Comicsgate, purtroppo, sono diventati movimenti sostenuti, i tentativi di lanciare un #AnimeGate simile finora hanno fallito.

"Potrebbe essere una sorpresa per alcune persone al di fuori dei circoli degli anime. Dopotutto, le radici di 4Chan come forum di anime hanno significato che c'è stata a lungo una connessione tra i troll di Internet di estrema destra e l'animazione giapponese. I commentatori hanno notato la prevalenza degli avatar di anime tra i Gamergator, mentre i membri di GG e CG esprimono spesso opinioni distorte degli orientalisti sulla cultura pop giapponese, liberati dal "flagello SJW" dell'Occidente. Nonostante quella sfortunata sottosezione di anime fandom sia così vocale, l'industria è più preparata ad affrontare i troll di quanto non lo fossero i fumetti e i giochi ".

Quindi, prima di tutto, #ComicsGate e #GamerGate riguardavano le molestie, ma entrambi riguardavano la lotta contro i media corrotti e il comunista culturale che invadevano le industrie e usavano le loro piattaforme per rovinare la propaganda con marchi e franchise popolari.

Il modo in cui entrambi i gruppi hanno affrontato i problemi erano molto diversi. #ComicsGate non si è preoccupata dei media, volevano solo dei buoni fumetti, così hanno iniziato a finanziare artisti indipendenti di fumetti, pompando milioni in progetti originali e aiutando a promuovere una comunità di nuovi eroi, cattivi e cultura dei fumetti. Questo include popolari fumetti crowdfunded come Cyberfrog da Ethan Van Sciver, Punchline da Bill Williams, spaccamascelle Richard C. Meyer e Nina e Ariel da Ed Benes, solo per citarne alcuni.

I principali editori e SJW odiavano che i fan dei fumetti stavano mettendo i loro soldi nelle casse di creatori indipendenti. Un artista DC Comics ha mandato una foto del suo ano sporco ai sostenitori di #ComicsGate. Altri sono arrivati ​​al punto SWAT persone come Peter Simeti, il fondatore di Alterna Comics, per non uscire contro #ComicsGate.

Per #GamerGate l'assalto dei media contro i giocatori non ha mai ceduto cinque anni dopo l'inizio dell'evento, nonostante il fatto che il rapporto dell'FBI concluse che non c'erano prove sufficienti per classificare #GamerGate come una campagna di molestie e non abbastanza prove per andare avanti con qualsiasi cosa. Persino i giornalisti dei media e dei giochi hanno continuato a incolpare #GamerGate per ogni genere di roba, tra cui la ripresa di Christchurch, in Nuova Zelanda.

Questo nonostante il fatto che #GamerGate riguardasse la riforma dei media di giochi corrotti. Il movimento è riuscito a ottenere un numero di punti vendita a update loro etica politiche, così come ha incoraggiato la FTC rivedere le loro linee guida per includere recensioni di videogiochi e Let's Plays.

Anche se non un giornalista SJW, un esperto dei media o un attivista svegliato può citare la prova che #GamerGate era una campagna di molestie, continuano a incolpare il movimento di ogni sorta di cose ridicole, incluso il fallimento recettivo di Star Wars: The Last Jedi. E non era solo qualcuno che ha chiamato #GamerGate per la scarsa ricezione del film, era il regista ... Rian Johnson.

Peggio ancora è che se chiedi prove della #GamerGate come campagna per molestie, ti verrà incontro senza carenza di prevaricazione e deviazione.

Tuttavia, noterai che molti di questi luoghi che continuano a scrivere su #Comicsgate o #GamerGate non consentono nemmeno al loro pubblico di discutere liberamente di questi problemi. Un buon esempio di ciò è con CBR stesso, chi vietato agli utenti di discutere spaccamascelle in relazione a #ComicsGate o anche al fatto che i professionisti dei fumetti hanno fatto pressioni sull'Antartico annullando il loro contratto di pubblicazione con i spaccamascelle.

Altre comunità simili come ResetEra hanno anche vietato agli utenti di pareggiare supportando apertamente #GamerGate.

Ciononostante, l'articolo CBR ignora completamente tutta la censura, i bias dei media flagranti, la propaganda e l'agitopop che sono dilaganti nei fumetti, nei videogiochi e nel mezzo di intrattenimento, che ha entusiasmato i fan e li ha infusi con diffidenza e sdegno per gli SJW . Inoltre ignorano convenientemente che molti fan hanno rinunciato a varie proprietà che sono state "svegliate", il che ha causato il fallimento di alcune di queste proprietà, facendo in modo che si Get Woke; Elenco Master Vai Broke.

Invece, CBR interpreta una discussione su come il Giappone non sia libero dalla politica di SJW, scrivendo ...

"I fan di alt-right anime spesso affermano che il mezzo è" libero "dall'influenza della politica americana" SJW ". È così che la gente si illude di pensare che i sottotitoli della Zombie Land Saga "costringono" la rappresentazione trans nello spettacolo come una trama nefasta. C'è una frazione di verità nelle loro affermazioni secondo cui la politica americana non ha un'influenza significativa sugli anime. Ma gli aspiranti AnimeGaters non si rendono conto che le loro posizioni sono anche politiche americane e che il loro effetto sull'industria è trascurabile.

"Inoltre, ignorano completamente che le politiche di giustizia sociale esistono in Giappone e sono da tempo una forza negli anime. Nessuna lamentela americana nei confronti degli anime per quanto riguarda la sinistra è ovunque così dura come quello che Hayao Miyazaki ha da tempo detto sulla sua stessa industria. Nella misura in cui i creatori giapponesi sono preoccupati per il pubblico internazionale, i loro obiettivi sono di solito cercare di rendere i loro spettacoli più inclusivi a determinati gruppi (per esempio, vedi come l'autore di Sword Art Online Reki Kawahara ha ascoltato le critiche dei fan internazionali sui suoi personaggi femminili e ha lavorato per migliorare). Ci sono alcuni membri dello staff di anime, come Kazuyoshi Yaginuma, che adorano l'adorazione dell'alt-destra, ma il bigottismo non è un buon affare e, di conseguenza, il regista non trova lavoro ".

Sì, Reki Kawahara si è occupato dell'influenza SJWma è solo perché ha viaggiato in America e ha ricevuto un feedback dai Guerrieri della giustizia sociale durante una visita all'estero.

Tuttavia, la maggior parte dei giapponesi in Giappone non ha conoscenza (né cura) dei microcosmi della sociopolitica occidentale.

In effetti, il produttore di Kadokawa, Junichiro Tamura, dichiarò apertamente durante un AMA Reddit che tutto il clamore e il rumore si sollevarono The Rising of the Shield Hero in Occidente come una sorta di tempesta di sabbia durante un'estate arida nel bel mezzo di un'autostrada dell'Arizona era del tutto impervio alla percezione dei creatori dell'anime.

In altre parole: ai giapponesi non importava che gli americani usurpassero The Rising of the Shield Hero nella cultura oltraggiosa. Non ha avuto alcun effetto su come hanno visto i media, né su come l'hanno fatto.

Essenzialmente il Giappone fa ciò che vuole fare, indipendentemente da ciò che le SJW stanno gettando nell'etere attraverso i social media. L'unico modo in cui possono cambiare è entrare letteralmente nell'orecchio dei creatori alle convention e agli eventi.

Un'altra tattica di sovversione che gli SJW usano sta entrando negli outfit di localizzazione e intenzionalmente rovinando le animazioni per includere i punti di discussione della sinistra regressiva, che KIA recentemente avvistato nella localizzazione Funimation dell'anime Intervista a Monster Girls.

Lo hanno fatto anche in passato con altri anime, e la comunità ha chiamato Funimation per politicizzare le localizzazioni, a cui hanno risposto affermando che le molestie erano cattive.

Tuttavia, i fan degli anime non tollereranno questo tipo di sovversione. Non vogliono che la politica regressiva invada l'hobby; non vogliono che l'agitopop diventi il ​​fattore principale nella creazione e nella rappresentazione del personaggio; non vogliono che i loro spettacoli, marchi, manga o film popolari diventino piattaforme per il proselitismo di SJW.

(Grazie per il suggerimento Ebicentre e Lyle)

Chi Siamo

Billy è stato fruscio Jimmies da anni che copre i videogiochi, la tecnologia e le tendenze digitali nello spazio di elettronica di intrattenimento. Il GJP piangeva e le loro lacrime divenne il suo frullato. Hai bisogno di entrare in contatto? Prova il Pagina contatto.

NON segui questo link o sarai vietato dal sito!