Epic Games Store lancia nella Cina continentale con molti giochi disponibili

Negozio di giochi epici

Molte persone sono state diffidenti nei confronti dell'Epic Games Store perché credono che lo Stato cinese abbia i suoi tentacoli in esso attraverso la delega di Tencent che ha una grande partecipazione in Epic Games. Bene, quelle paure probabilmente non si placheranno presto, ora che è emersa la notizia che l'Epic Games Store è ora disponibile nella Cina continentale.

PCGamesN riferisce che la disponibilità del negozio digitale nella Repubblica popolare era un affare silenzioso. Nessuna tromba, corna o sfilata per le strade dei social media.

PCGamesN originariamente raccolse le notizie dal sito cinese Techweb. È stato anche riferito che al momento i metodi di pagamento sono attualmente limitati, ma è ancora possibile acquistare quasi tutti i giochi dalla libreria di Epic Games Store utilizzando WeChat o AliPay ...

"I clienti non sono in grado di utilizzare le carte di credito cinesi nel negozio, ma due metodi di pagamento locali, WeChat e AliPay sono entrambi accettati su quasi tutti i giochi disponibili sulla piattaforma. La Cina sembra essere una regione a basso costo, ei prezzi di giochi come Borderlands 3 e Metro Exodus sono entrambi sostanzialmente inferiori a quelli del Nord America. "

PCGamesN osserva che il silenzio sul lancio dell'Epic Games Store in Cina è stato sorprendente per loro, ma in realtà non lo è.

Epic è stato sommerso da un diluvio di critiche sui loro legami con il partito dello stato cinese attraverso la sua affiliazione con Tencent. La connessione tra Tencent e il governo cinese è stata un problema costante per molti giocatori, specialmente dal momento che Tencent utilizza la tecnologia di riconoscimento facciale del sistema di credito sociale-stil AI per impostare i coprifuochi per i giocatori di una certa età.

Originariamente i giocatori hanno fatto delle accuse a Epic per aver raccolto dati allo scopo di inviarlo a Tencent. Il fondatore di Epic Games, Tim Sweeney negato di inviare dati in Cina.

I giocatori hanno anche criticato Epic per violare gli standard GDPR per quanto riguarda la privacy al fine di spiare i giocatori per conto del governo cinese, ma alcuni hanno affermato che la loro politica sulla privacy non è molto diversa da quella di altri grandi corpi.

I giocatori hanno continuato a sostenere il caso di Epic riguardo ai loro legami con la Cina, e giustamente considerato che la Cina è uno dei principali leader nella censura dei media di intrattenimento. Molti giocatori temono che i giochi raccolti come esclusivi possano anche finire per censurare il loro contenuto per renderli conformi agli standard normativi cinesi.

Con Epic che raccoglie in modo aggressivo giochi a fini di esclusività, fa sicuramente luce sulla questione sapendo che alcuni giochi potrebbero dover iniziare a riorientare il modo in cui descrivono i contenuti per essere conformi alle normative cinesi.

(Grazie per il suggerimento Daniel Ahmed)