Media Outlets elogiare la politica di immigrazione culturalmente erosiva del Giappone
Il Giappone perde

I media hanno esercitato pressioni sul Giappone affinché adottasse politiche di immigrazione culturalmente distruttive negli ultimi anni per seguire la causa dei paesi attualmente devastati da migranti incontrollati, come Svezia, Germania e Gran Bretagna. Sfortunatamente, il Giappone non resistette e finì per aprire le porte dell'immigrazione per consentire a lavoratori migranti non addestrati di intraprendere lavori di bassa qualità con visti di cinque anni (e un'opzione per la residenza permanente) di nuovo in 2018.

Bloomberg ha fatto una rapida retrospettiva sulla politica dell'immigrazione e ha espresso il suo entusiasmo all'idea che il Giappone sarebbe diventato meno omogeneo e più "vario". Ciò avviene dopo che l'implementazione della nuova politica da parte del Giappone ha visto quasi raddoppiare la quantità di immigrati in Giappone in 2018 rispetto a 2013, con 1.5 milioni di lavoratori migranti che ora occupano posizioni nella terra del sol levante.

L'editoriale si legge molto come un pittore pazzo che osserva un colore saturo su una tela che viene spazzato via da un acquazzone di fango, definendo la rovina del pezzo "arte".

Nel pezzo, Bloomberg scrive ...

"Più in generale, le istituzioni del Giappone non sono abituate a far fronte a residenti stranieri e minoritari. A differenza degli Stati Uniti, dove le lezioni di inglese come seconda lingua sono ampiamente disponibili, il Giappone ha poche lezioni per aiutare i non madrelingua a raggiungere la fluidità giapponese. Né le città giapponesi hanno molte celebrazioni ufficiali della cultura o dei contributi degli immigrati.

"Quindi il Giappone sta iniziando un esercizio importante e senza precedenti, simile in qualche modo agli esperimenti intrapresi da molti paesi europei. Il Giappone è ancora lontano dall'essere un paese diverso, ma non è più giusto definirlo omogeneo. I prossimi due o tre decenni riveleranno se la cultura e le istituzioni del paese saranno in grado di apprendere dall'esperienza europea e di gestire una transizione senza intoppi, o se l'immigrazione scatenerà una reazione nativista che chiude nuovamente il paese ".

"Impara dall'esperienza europea"? Intendi con permettere a migliaia di donne di essere violentate sessualmente durante una festa di stupro musulmano? Questo atto degenerato è stato persino nascosto dalle autorità di Colonia, in Germania, come riportato dal Il Washington Post.

L'Europa è stata il principale baluardo del suicidio culturale.

La Svezia sta ancora lottando con un rapido aumento di casi di stupro incontrollati, irrisolti e non mitigati da quando hanno aperto i loro confini, come riportato dal BBC.

YouTubers piace Trova il tuo amore in Giappone ha apertamente scoraggiato il Giappone dall'adottare le politiche di immigrazione socialmente regressive che stanno attualmente devastando i paesi europei. Nel video dei quasi nove minuti, prontamente descrive come il Giappone non ha bisogno di immigrazione, e anche se lo adottassero, dovrebbero vedere solo asiatici altamente qualificati, opportunamente istruiti, emigrati nella società giapponese.

In sostanza, l'essenza della sua argomentazione è riassunta ripetutamente nella sezione dei commenti: Keep Japan Japanese.

Ha senso.

Il video fa emergere anche un altro problema che potrebbe avere qualche residente locale preoccupato: la violenza.

Secondo OSAC, Il Giappone ha un tasso di criminalità criminalmente basso. Tanto che il paese ha lavorato assiduamente per ridurre il crimine in qualsiasi forma dove si manifestasse. In effetti, il Giappone ha costantemente ridotto i furti nel corso degli anni, scendendo al di sotto di 1 milioni di furti all'anno in 2017, secondo Japan Times.

Come sottolineato nel video qui sopra, il coinvolgimento di migranti non qualificati e incolti sarebbe una ricetta istantanea per il disastro per la società giapponese a bassa criminalità.

La Gran Bretagna sta attualmente soffrendo per un picco anormalmente alto di crimini di coltello commessi da migranti. I deputati del distretto locale hanno accusato di pornografia e videogiochi per gli attacchi dei migranti.

Persino i propagandisti della sinistra hanno dovuto riferire con riluttanza sull'aumento dei crimini negli stessi paesi che continuano a cercare di aprire i loro confini per omogeneizzare e distruggere le culture locali. Per esempio, Il guardiano dovevo riconoscere che il crimine in Gran Bretagna ha visto il suo più alto picco da 2008 dopo il forte aumento di migranti.

Sembra quasi che i bipolar leggano titoli su un aumento dei tassi di criminalità a causa dell'immigrazione, solo per trovare un articolo solo un mese dopo Novembre 9th, 2018 dallo stesso esatto tentativo di alimentare l'idea che il Giappone abbia bisogno di più immigrati per sopravvivere.

YouTubers piace Parla di Black Pigdeon hanno educato le persone sui pericoli dell'immigrazione in Giappone e sul precedente ostacolo del Giappone contro l'adozione delle politiche della sinistra regressiva sulle frontiere aperte.

[Aggiornare:] MD1957 ha inviato un link a una prospettiva più aggiornata di Black Pigeon Speaks sulla politica di immigrazione del Giappone, dipingendolo in una luce più favorevole rispetto ai suoi video precedenti. Simile a un post su Kotaku in azione da un utente che sosteneva che i media attaccano sempre il Giappone ma che il Giappone sarebbe resistente ai cambiamenti, il video di Black Pigeon Speaks da novembre 11th, 2018 tenta di strutturare le notizie come una che vede il Giappone adottare un approccio "superiore" all'immigrazione rispetto a come l'Occidente l'ha adottato.

Sfortunatamente, il governo giapponese non è più in grado di resistere in modo così severo o ostinato come avrebbero sperato molte persone di mente giusta.

Mentre è vero che i sondaggi generali mostrano che il pubblico giapponese è generalmente tollerante verso l'immigrazione, con il Nikkei che afferma che 54% della popolazione era a posto con l'immigrazione e solo 36% contro l'idea, il problema principale è che la maggior parte della popolazione probabilmente non sono del tutto consapevoli di ciò che sta succedendo in Europa, o probabilmente hanno l'impressione che otterranno solo immigrati di alta qualità che sono abilmente esperti in una professione socialmente utile.

Tuttavia, come hanno dimostrato le prove - e come indica lo stesso disegno di legge - molti dei lavoratori che arrivano in Giappone per il mandato quinquennale con l'opzione di residenza permanente saranno quelli dei laici.

Prese media come CNN e Nikkei continuare a spingere la narrativa dei media verso la globalizzazione, indipendentemente dai risultati potenzialmente dannosi, ma fortunatamente non tutte le aziende giapponesi sono disposte a degradare o ad abbandonare i loro standard di qualità per saziare le macchinazioni degli agitatori.

Secondo Giappone Oggici sono ancora molte aziende endemiche non disposte a mordere l'esca, riferendo che un sondaggio condotto da Reuters ha mostrato una grande dose di apprensione ben fondata da parte di aziende locali giapponesi per lavoratori migranti non qualificati, in cui spiegano ...

"Alcuni 41% di aziende non stanno prendendo in considerazione l'assunzione di stranieri, 34% non ha intenzione di assumere molti e 26% intende assumere tali lavoratori stranieri, l'indagine condotta da maggio 8-17 ha mostrato.

"Di quelli che hanno preso in considerazione l'assunzione di lavoratori stranieri, una maggioranza ha affermato di non avere piani per sostenerli in settori come l'alloggio, lo studio della lingua giapponese e le informazioni sulla vita nel paese, ha dimostrato".

Ma tutto ciò premia la parte più importante di questo articolo: se la qualità della vita e gli standard culturali del Giappone sono degradati a causa dell'immigrazione, cosa succederà all'industria del gioco? Cosa succede se le politiche sull'immigrazione cominciano a influenzare le norme culturali giapponesi?

I giocatori hanno espresso profonda preoccupazione per noi su questi temi e temono che nella cancellazione culturale dell'identità giapponese non solo perderemo l'estetica e le tematiche principalmente giapponesi dall'industria dei videogiochi, ma potremmo anche perdere il loro particolare senso di sé, che include entrambi gli standard di bellezza e il servizio di fan.

Abbiamo visto come gli sviluppatori occidentali hanno adottato scelte artistiche più regressive in nome della "diversità |, con il risultato che quasi ogni personaggio femminile nei recenti videogiochi sembra orribile, poco attraente e disgustoso.

Questo tipo di approccio antiestetico al design creativo ha trasformato la maggior parte dei personaggi di gioco in titoli occidentali in blob vomitanti avvolti in imitazioni ripugnanti della pelle umana. Se non sai di cosa sto parlando, dai un'occhiata Obiettivo del gioco il video qui sotto per avere un piccolo esempio di quanto i giochi occidentali degradati, deviati e disgustosi siano diventati quando si tratta di design di personaggi femminili.

Portare più lavoratori stranieri a influenzare e cambiare gli standard giapponesi non solo rovinerebbe la loro cultura a lungo termine, ma potrebbe finire per avere effetti devastanti sulla cultura che esportano in altre regioni.

Penso di parlare per la maggior parte dei giocatori quando dico che nessuno di noi sarà disposto ad acquistare giochi giapponesi se cominceranno a rendere i loro giochi degenerati e grossolani come i giochi occidentali. Si può anche guardare l'industria bruciare a terra se ciò accade.

Non acquistiamo giochi per fissare le brutte e misteriose ragazze della valle per le ore 40.

C'è già un costante allontanamento dal servizio di fan grazie a Le politiche di censura di Sony e la propaganda spinta da vari studi sostenendo che "tendenze globali"Stanno forzando un allontanarsi dall'abbracciarsi e indulgere nella creazione di contenuti sexy, che vengono scacciati"poco per volta"Secondo alcuni creatori. Heck, 6 Dead or Alive il produttore Yohei Shimbori ha spinto questa idea che il servizio di fan non è più accettabile a causa del "cambiamento degli standard globali", come illustrato in una recente intervista alla rivista, come illustrato Kotaku In Action 2.

Mentre la politica di immigrazione del Giappone è ora pienamente in vigore, i giocatori possono solo sperare che le aziende giapponesi continuino a resistere al tradimento del loro stesso governo, soprattutto nella speranza di mantenere l'identità aziendale, preservare la loro identità culturale e non permettere al loro paese di cadere nel pozzo nero della malvagità e della turpitudine come le sue controparti europee. Devono inoltre assicurarsi che non lascino che i sentimenti occidentali corrompano i loro attuali standard culturali, affinché non diventino un involucro irriconoscibile della loro antica gloria.

(Grazie per il suggerimento Anon e Quickshooter)

Chi Siamo

Billy è stato fruscio Jimmies da anni che copre i videogiochi, la tecnologia e le tendenze digitali nello spazio di elettronica di intrattenimento. Il GJP piangeva e le loro lacrime divenne il suo frullato. Hai bisogno di entrare in contatto? Prova il Pagina contatto.

NON segui questo link o sarai vietato dal sito!