Il CEO di Sony vuole adottare "contromisure" alla dipendenza dal gioco
Yoshida PlayStation Addiction

Come se le politiche di censura della PlayStation non fossero sufficienti, la Sony vuole aggiungere alle turbolenze e al disagio del suo pubblico già teso e imbronciato introducendo "contromisure" alla dipendenza da gioco in risposta all'Organizzazione Mondiale della Sanità impostata per etichettare la dipendenza da videogiochi come una malattia internazionale.

Secondo Mainichi, hanno citato l'amministratore delegato di Sony Kenichiro Yoshida, che ha dichiarato alla stampa di maggio 22nd, 2019 ...

"Dobbiamo prenderlo sul serio e adottare contromisure" [...]

"Abbiamo già implementato un sistema di classificazione (per limitare i giocatori per età) e abbiamo adottato misure basate sui nostri standard"

Ciò a cui Yoshida si riferisce con i "propri standard" di Sony è il politiche di censura hanno usato per punire gli sviluppatori nella censura dei loro giochi e nella rimozione dei contenuti per adattarli agli standard ideologici che Sony ha impostato al di là di quanto richiesto dalle classifiche regionali.

Ciò ha paralizzato alcuni sviluppatori fino al punto in cui Kenichiro Takaki è finito con Marvelous a causa delle politiche.

Quel che è peggio, però, è che non abbiamo idea di cosa debbano essere queste "contromisure". Yoshida non fa nessuno sforzo per spiegarli, secondo Mainichi.

La maggior parte della gente non pensa nemmeno che l'Organizzazione Mondiale della Sanità aggiunga la dipendenza da videogiochi all'indice internazionale delle malattie sia giustificata. L'aggiunta di giochi come dipendenza era riferito spronato dalla Corea del Sud e dalla Cina.

Vari studiosi hanno scritto lettere aperte rifiutando l'idea che la dipendenza da gioco doveva essere aggiunta al database ICD-11 aggiornatoma l'OMS ha deciso di andare avanti comunque.

Non sappiamo esattamente cosa Yoshida abbia programmato per l'ecosistema di PlayStation, ma le contromisure per prevenire la dipendenza sono già una cosa in Corea del Sud e in Cina sotto forma di campi di riabilitazione militarizzata per aiutare a rompere i ragazzi e i giovani dai giochi e da Internet, come segnalato da The Next Web e Mother Jones.

Altre misure meno estreme sono state impiegate di recente anche in entrambi i paesi. La Corea del Sud ha coprifuoco di gioco per chi ha una certa età, come riportato dal Clinica CGI. La Cina sta adottando più ... metodi tecnologicamente avanzati per affrontare il tempo limitato di gioco, con Tencent che utilizza gli scanner di riconoscimento facciale utilizzati dal sistema di credito sociale per registrare e limitare la quantità di tempo in cui gli utenti sono in grado di giocare determinati giochi.

Sony ha già installato un sistema di controllo parentale, quindi non sono sicuro di quanto queste "contromisure" andranno a frenare quello che Yoshida ritiene essere la dipendenza da gioco. Ma in connessione con le politiche di censura già draconiane, non c'è assolutamente nulla di buono che scaturisca da più censure e restrizioni.

(Grazie per il suggerimento P (All Lolis are Queens) e Animatic)

Chi Sono

Billy è stato fruscio Jimmies da anni che copre i videogiochi, la tecnologia e le tendenze digitali nello spazio di elettronica di intrattenimento. Il GJP piangeva e le loro lacrime divenne il suo frullato. Hai bisogno di entrare in contatto? Prova il Pagina contatto.

NON segui questo link o sarai vietato dal sito!