Ubisoft vuole i loro giochi per "educare" i giocatori, ma gli SJW sono arrabbiati Ubisoft non è abbastanza politico
Politica di Ubisoft

In Age of the Clown essere in grado di giocare e divertirsi con i videogiochi è un peccato capitale sotto l'ortodossia dell'Inquisizione Intersectional. Se vuoi solo divertirti e divertirti? Lo stai facendo male. È così che il regime di Giustizia Sociale vede l'intrattenimento. Per Ubisoft, in realtà sono più vicini al lato SJW delle cose, con una recente domanda e risposta che rivela che non sono così apolitici come hanno fatto. Tuttavia, l'ammissione di Ubisoft a usare i loro giochi per "educare" non era abbastanza per la maggior parte dei prefetti del progressismo.

È iniziato con un post sul Sito web Ubisoft è stato pubblicato su June 7th, 2019, dove un'intervista tra lo staff di Ubisoft e VP of editorial di Ubisoft, Tommy Francois, ha affrontato il tema della politica nei titoli di Ubisoft. La maggior parte delle domande e risposte è piena di lanugine inconsistente, affermando che cercano di usare la loro piattaforma per presentare il maggior numero di punti di vista possibile e lasciare che i giocatori decidano come pensare a ciò che presentano, ma alla fine alla fine rivelano di non indossare Voglio essere apolitico, ma piuttosto usare i loro giochi come piattaforma per i giocatori per "imparare" e "condividere" più punti di vista al fine di educarli.

Vicino alla parte inferiore della sessione di domande e risposte si afferma ...

"[Personale di Ubisoft:] Per chiarire, ciò che vogliamo che i giocatori escano da questi giochi è un'educazione, o almeno un'esperienza di ideologie diverse, mondi diversi, ambienti diversi, esperienze diverse, in modo che possano poi formulare le proprie idee, e poi porta quelli con loro, e interagisci con persone del mondo reale con quelle idee e quelle esperienze. Diresti che è corretto?

“[Tommy Francois:] È corretto. Non vogliamo che siano apolitici. Vogliamo che includano più temi politici in modo che i giocatori possano sperimentare più punti di vista, imparare da loro, istruire e condividere ".

Questo ha fatto arrabbiare i giornalisti di gioco politicamente mentali che continuano a tormentare e agitare gli sviluppatori per rendere i loro giochi più politici, o meglio, per rendere i loro giochi più inclini a Sinistra da qualsiasi elemento percepito di Conservativsm nei giochi è stato incontrato con disprezzo dai giornalisti di gioco.

Far Cry 5 - Marshal In Bliss

GamesIndustry.biz ha avuto un articolo un po 'intermedio sull'intervista su Ubisoft, ma l'editore nordamericano di GamesIndustry.biz Brendan Sinclair ha assunto un tono molto diverso quando ha iniziato a esprimere le sue opinioni sul pezzo Twitter.

A dire il vero, non è stato il caso in cui Ubisoft ha affermato che tutti i lati erano uguali. Francois arrivò addirittura a dire che vorrebbero includere quante più prospettive possibili ma volevano estenderlo oltre la semplice politica per dare più spazio ai giocatori, sia in termini di conoscenza che di meccanica. Francois ha detto ...

"A volte abbiamo paura perché stiamo costruendo il mondo. Questo è stato il caso di Far Cry 5. È un grande gioco, ma non è stato possibile presentare tutti i punti di vista e le prospettive. Crediamo che in futuro, in futuro, i giocatori dovrebbero essere in grado di entrare nel mondo di gioco, avere tante esperienze diverse che vogliono, sperimentare tante opinioni politiche diverse come vogliono, come molte religioni che vogliono ... come molte fantasie diverse come vogliono

"C'è un intento avido di rendere questi giochi ricchi come la vita reale. Ma non vogliamo ridurlo a solo sistemi o punti di vista politici. Ci piacerebbe tutto ciò che la vita ha, i sistemi della vita reale che creano l'immersione che rende ogni giorno diverso, perché vogliamo che ogni giocatore abbia un'esperienza diversa e alla fine condivida e cresca da esso. "

Per essere onesti, i giochi di Ubisoft fanno solo schifo in generale e la struttura generale dei loro mondi aperti è spesso noiosa e priva di qualsiasi tipo di personalità artistica memorabile. Nessuno dei personaggi merita attenzione e i sistemi di gioco sono spesso banali, ripetitivi e privi di ogni tipo di profondità significativa o meccanica.

Tuttavia, ciò che Francois afferma rimane coerente con ciò che egli menziona più avanti nell'intervista su come non volevano che i loro giochi fossero usati come veicoli per la radicalizzazione, ma preferirebbero dare ai giocatori momenti di pausa per intuizione e prospettiva. Sperava che i loro giochi non sarebbero mai stati usati come strumenti per incitare i radicali, ma ha anche riconosciuto che giochi, film e musica spesso vengono incolpati di queste cose.

Francois ha anche inteso una preferenza che le persone si allontanano dai loro giochi dopo aver analizzato il loro contenuto con "granularità", dicendo ...

"È un argomento difficile da discutere, perché sappiamo che spesso l'intrattenimento viene incolpato. I film sono stati accusati. Alcuni tipi di musica erano chiamati la musica del diavolo a causa di tutti questi tipi di paure.

"Spero seriamente che non avremo mai questo impatto e che non facciamo credere a qualcuno che un culto sia un ottimo posto dove andare. Ma è per questo che mi piacerebbe che le persone vedessero più granularità nei punti di vista e vedessero i pro ei contro di qualsiasi tipo di situazione. È una domanda molto difficile a cui rispondere. Non vorrei che qualcuno soffrisse in quel modo. Poi di nuovo, le persone hanno un'agenzia sulla loro vita. Ma no, sarei molto triste. "

Tuttavia, tutto questo viene saltato così i Guerrieri della Giustizia Sociale che cercano di fare il possibile per danneggiare l'industria e la cultura del gioco possono accumulare punti segnale virtuosi dalla folla anti-gioco, come l'utente Twitter 9Volt, che ha fatto tanto danno a danneggiare la percezione dell'industria del gioco come il giornalista di gioco medio.

Altri, come Rami Ismail di Vlambeer, hanno continuato a perpetuare l'angoscia nel settore promuovendo l'istigazione di Ubisoft per non aver abbracciato la politica di sinistra.

Altri hanno deriso Ubisoft per aver cercato di soddisfare i loro giochi con la maggior parte delle persone che effettivamente acquistano giochi, il che non è rappresentativo delle voci più rumorose che dominano le strutture sociali di sinistra dei social media come Twitter.

Mike Bithell, un regista e sceneggiatore che ha lavorato a giochi come John Wick Hex e Thomas era solo, intervenuto anche sulle critiche di Ubisoft, creando a thread multi-tweet trasmettere le sue lamentele con il modo in cui Ubisoft si avvicina ai messaggi (o alla loro mancanza) nei loro giochi, scrivendo ...

"Un grosso problema è che Ubisoft afferma di mostrare più punti di vista e insegnare ai giocatori diversi punti di vista. Ma non lo fanno, vestono una (molto buona, solitamente) struttura di gioco per sembrare qualcosa di attuale e spigoloso, ma non si impegnano o condividono alcun punto di vista. Questo crea letture super spiacevoli, come la 'fase gay' in AC: O, o il culto che non ha ideologia in FC5. Trattano la politica e le attuali discussioni sulla giustizia sociale come un effetto di post processing. Come sbocciare ps2.

"Questo non è nuovo: Star Wars è un grande esempio, essendo un mondo che fa un uso massiccio delle immagini naziste per informare il loro cattivo design ... è stato così efficace che non lo vediamo strano quando i bambini si vestono come truppe d'assalto . Ma si sentono raccapriccianti perché fanno riferimento al presente.

"Hanno tutti i vantaggi di rendere i cani da guardia 3 'su' brexit, sono sicuro che c'è una campagna intorno a questo. Ma è del tutto possibile che il gioco stesso non usi nemmeno la parola al di fuori dell'apertura. Certamente non nominerà un politico o discuterà un problema. Che sembra uno spreco.

"(Se sbaglio, sarebbe un rock, mi piacerebbe un gioco che si impegni con la carne attuale di qualcosa di così imponente come brexit)

(Non @ me, Mike Rose; D) "

Allenatore di e-sport per Rainbow Six: Siege, Thomas Ray, in realtà si è rivolto al punto di Bithell spiegando tranquillamente come funziona l'economia, e principalmente che Ubisoft sta vendendo questi gusci sociopolitici a persone che non vogliono che i loro giochi siano pieni di agitprop di sinistra.

Rock, Paper, Shotgun è stato anche veloce a saltare sugli scavi, ma non nascondono nemmeno che il Centrismo è equivalente al conservatorismo nei loro occhi. Dichiarano apertamente che Ubisoft dovrebbe rendere credibili le credenze politiche "azzardate" come "aberranti" e accusare Ubisoft di camminare sulla linea di mezzo come più in linea con il conservatorismo che con il loro marchio di credenze culturalmente degenerative, scrivendo ...

"Cercare di giocare su entrambi i lati ed evitare che alcuni punti di vista siano in realtà terribili non è maturo, è senza denti. Porta anche a messaggi come "le persone gay probabilmente andranno avanti e avranno figli con qualcuno di un genere a cui non sono attratti", ma che al contrario hanno lasciato fuori la supremazia bianca cancellando tutto dal Montana di Far Cry 5. Combattere per rimanere saldamente nel bersaglio dello status quo non è solo profondamente politico, è di per sé conservatore, e agisce come se tutto andasse bene come il cane in casa infuocato nel fumetto di KC Green. Per coincidenza mi fa anche sentire come se la mia pelle si stesse sciogliendo come i pannelli inferiori meno visti. "

Altri giornalisti, come Jennifer Locke di Windows Central, avevano opinioni simili, ma erano molto meno prolissi, semplicemente usando il meme pagliaccio abusato e infantile.

Questo è stato un problema in corso da un po 'di tempo e si è veramente intensificato con l'annuncio di Far Cry 5, dove un gruppo di estremisti di sinistra che dominano i media ha voluto che Ubisoft interpretasse il gioco come un simulatore di omicidi cristiano anti-Trump. quando Far Cry 5 non ha influenzato il loro marchio di violenza politica, i giornalisti si sono rivoltati contro Ubisoft e hanno iniziato a accusarli di non aver fatto dichiarazioni politiche nei loro giochi.

Questo ha continuato a metastatizzare, dato che Ubisoft rilascia più giochi, costringendo la compagnia a continuare a rilasciare dichiarazioni non prendendo parte politica, nonostante includa costantemente contenuti che placano e schierano di più con l'ideologia di sinistra che non, specialmente con il forte attenzione ai romanzi gay in Assassin's Creed: Odissea che serviva a zero scopi nel gioco, o riscrive la cronologia in Assassin's Creed: Origini per rendere la rappresentazione delle femmine nel gioco evitare il "sessismo storico" e rendere il gioco più "inclusivo".

Ubisoft ha sicuramente una politica, e certamente si muove in una direzione, non è abbastanza estrema per gli attivisti che si presentano come giornalisti.

In definitiva, perché un normale giocatore vuole avviare un gioco solo per perdere tempo a fare conferenze sulle politiche che potrebbero facilmente trovare su qualsiasi thread di Twitter da una visione sociopolitica degenerata intellettualmente carente di sub-umani? Allo stesso modo in cui gli SJW non giocano ai videogiochi per divertirsi, i veri giocatori non giocano a giochi sulla predica politica.

(Grazie per la notizia punta Lyle)

Chi Siamo

Billy è stato fruscio Jimmies da anni che copre i videogiochi, la tecnologia e le tendenze digitali nello spazio di elettronica di intrattenimento. Il GJP piangeva e le loro lacrime divenne il suo frullato. Hai bisogno di entrare in contatto? Prova il Pagina contatto.

NON segui questo link o sarai vietato dal sito!