Il rapporto dice Wolfenstein: Youngblood Dev è un po 'spaventato dalla ricezione del gioco

Il gioco controverso che è Wolfenstein II: Il nuovo Colosso ha un successore sotto forma di Wolfenstein: Youngblood. Il prossimo sparatutto in prima persona arriverà su PC, PS4, Xbox One e Switch il 26 luglio 2019. Tuttavia, un sito di pubblicazione ha avuto la possibilità di parlare con il co-fondatore di MachineGames prima del suo rilascio, in cui ha detto che è un po ' paura quando si tratta di ricevere fan Youngblood.

Sito web videogameschronicle.com Colpì un'intervista con il co-fondatore di MachineGames, Jerk Gustafsson. Il co-fondatore ritiene che la squadra debba assumersi dei rischi con l'imminente seguito Youngblood, ma il produttore esecutivo dello studio svedese è un po 'disilluso quando si tratta dei fan che si abbandonano al prodotto - supponendo che ci sia una folla abbastanza grande per iniziare o interessarsi al gioco del gioco.

Dice Gustafsson Youngblood ha introdotto diverse caratteristiche non familiari sia al franchise che al suo sviluppatore, che include la co-op, una cosiddetta struttura di missione non lineare e la capacità di aggiornare i personaggi durante il gioco.

Inoltre, questo sarà il primo del nu-Wolfenstein giochi con un vantaggio giocabile tutto femminile e microtransazioni, che sono sicuro sia un additivo ai sudori freddi di MachineGames quando si tratta della ricezione dei fan.

Ad ogni modo, ecco la citazione ufficiale che il sito VGC ha pubblicato per il tuo piacere di lettura:

"Parlando con VGC, il produttore esecutivo Gustafsson ha ammesso che è un po 'spaventoso in attesa di vedere come saranno accolte le caratteristiche dei fan".

Gustafsson ha approfondito i suoi pensieri sul gioco e la ricezione dei fan, che se me lo chiedi, direi che c'è una mancanza di fiducia nel gioco generale e che Gustafsson e l'equipaggio sanno Youngblood non venderà così bene nel grande schema delle cose quindi l'inclusione di MTX.

Detto questo, ecco i sentimenti del co-fondatore riguardo Youngblood:

"Mi sento bene [il gioco generale]. È anche un po 'spaventoso, a dire il vero, visto che stiamo facendo tante cose nuove con questo gioco rispetto a quello che abbiamo fatto in precedenza.

 

Ci sono molte cose in questo gioco che non abbiamo mai fatto prima, come la co-op, la non-linearità e la progressione dei giocatori. Sono davvero felice con la co-op perché è molto divertente giocare con un amico. "

Gustafsson continua:

"Perché è quello a cui si riferisce il titolo: una nuova generazione. La cooperativa aggiunge qualcosa di nuovo e nuovo per noi, ma ovviamente anche alcune sfide ci sono perché non abbiamo avuto questa esperienza.

 

Ma sento che dovevamo fare quel passo. La co-op ci ha costretti a pensare in modo non lineare, non solo in termini di gameplay ma anche di storia. "

Quindi ecco, il co-fondatore è un po 'spaventato e non del tutto sicuro del lavoro del suo team quando si tratta della ricezione dei fan.

Come notato sopra, lo sparatutto in prima persona sarà disponibile per PC, PS4, Xbox One e Switch su luglio 26th, 2019.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.