The Witcher Showrunner di Netflix cerca di difendere alcune delle decisioni sbagliate per lo spettacolo
The Witcher

Chiunque sia un vero fan della serie di libri originale di The Witcher di Andrzej Sapkowski o un fan di CD Projekt Red's The Witcher la trilogia è stata gravemente delusa da ciò che è stato rivelato da Netflix gara-swap e “Diversità” -ridden The Witcher serie. Lo showrunner, Lauren S. Hissrich, ha tentato di farlo difendere le decisioni sbagliate dello show sui social media, tentando di reprimere alcuni disordini dei fan, che includevano alcune critiche da parte di "Angry" Joe Vargas, che di solito è d'accordo con l'agenda della "diversità" dei media.

Dopo aver preso una pausa dai social media seguenti commenti politicamente carichi preso l'anno scorso, Hissrich è recentemente tornato sui social media come un brutto caso di herpes durante un appuntamento al buio per difendere le decisioni prese per l'adattamento Netflix live-action della serie di libri di Sapkowski. Il suo bastione testuale era distribuito su vari tweet, che erano presenti in un video minuto di 13 di LegacyKillaHD.

Hissrich si è confrontato con il terribile casting e il volto di Triss Merigold nel prossimo spettacolo live-action. Hissrich ha tentato di difendere la decisione affermando di aver provato a tenerla vicina a come era stata descritta negli scritti di Sapkowski.

Quando i fan l'hanno confrontata con illustrazioni e confronti, e come CD Projekt Red sembrava catturare il modo in cui Triss è stata descritta nei libri, che è l'esatto contrario di come è stata rappresentata nello spettacolo, Hissrich ha deviato sostenendo che i "libri non sono" illustrato".

Qualcun altro ha sottolineato che Triss è stato descritto come avere gli occhi blu, ma ovviamente dal momento che Anna Shaffer ha gli occhi marroni non assomiglia a Triss nel trailer. Di fronte a questo fatto, Hissrich ha dovuto ammettere la sconfitta in quest'area, dimostrando così che non si tratta di cercare di adattare il libro, tanto quanto di minare il cast di attori bianchi in ruoli basati su personaggi immaginari che avrebbero dovuto sii bianco.

Un altro fan ha sottolineato che la gara e lo scambio di cultura che si svolgono nello spettacolo sono stati direttamente antipodi per ciò che Hissrich ha detto che non avrebbe fatto, ma ha fatto a caso quando si tratta delle driadi, che sono state rese nere e hanno suggerito di avere qualche tipo di un arco di storia opprimente da alimentare nella propaganda di sinistra.

Completamente spazzato via dai fatti e dalla verità, Hissrich sgattaiolò fuori dalla conversazione come un serpente che strisciava tra le canne.

Più tardi, tuttavia, è uscita per difendere lo spettacolo da una leggera critica da parte di "Angry" Joe Vargas.

Come il tipico girone della propaganda di sinistra, Vargas si mise la sua faccia asservita e si chinò a Hissrich, scusandosi. Tuttavia, ha risposto al fuoco sull'armatura raffigurata nello spettacolo, osservando che sembra un'armatura "a sfera".

È vero, sembrano beta beta che cosplayano come uno scroto nero.

Ecco un'immagine di confronto di seguito.

Hissrich ha respinto le critiche equivocando con un aneddoto sul gioco invece di affrontare il punto di "Angry" Joe.

Vorrei solo sottolineare che tutti affermano che lo spettacolo è basato esclusivamente sui libri e non sul gioco o è stupido o bugiardo. Nell'immagine principale puoi vedere chiaramente che Henry Cavill, nei panni di Geralt di Rivia, indossa un'armatura simile a una cotta di pelle resa popolare da CD Projekt Red.

The Witcher 3

Il semplice fatto è che, come sottolineato dai fan nei tweet, Hissrich seleziona e sceglie in modo selettivo cosa estrarre dai libri e cosa estrarre dai giochi.

Tuttavia, noterai che hanno preso assolutamente orribili libertà con lo scambio di razza di molti personaggi bianchi per nessun motivo riconoscibile se non quello di spingere la propaganda di sinistra.

Un gruppo di beta beta difenderà Hissrich perché è quello che fanno, e un gruppo di media disonesti e disonesti proveranno a torcersi in un pretzel per far sì che Sapkowski stia bene con la cancellazione della cultura polacca, ma sappiamo tutti che questo è hogwash.

Alla fine della giornata, Netflix è intenzionato a fare il lavaggio del cervello alle masse con le loro assurdità degenerate. Chiunque abbia il buon senso sceglierebbe di non sostenere una tale deturpazione di un classico racconto polacco al fine di minimizzare la sua influenza culturale sui media di intrattenimento.

(Grazie per il suggerimento Gemma Han)

Su Di Noi

Billy è stato fruscio Jimmies da anni che copre i videogiochi, la tecnologia e le tendenze digitali nello spazio di elettronica di intrattenimento. Il GJP piangeva e le loro lacrime divenne il suo frullato. Hai bisogno di entrare in contatto? Prova il Pagina contatto.

NON segui questo link o sarai vietato dal sito!