PUBG bandito in Giordania: la verità nascosta dietro di esso
PUBG bannato

È stato recentemente riportato che Player Unknown's Battlegrounds è stato vietato nel paese di Giordania. C'è un articolo sul sito web TheSplintering riguardo a questo problema, farò del mio meglio per non limitarmi a ripetere ciò che hanno detto. Anche il governo giordano sta cercando di vietare diversi altri giochi, come citato in un tweet di Gaming Censored.

Sia l'articolo che il tweet che ho citato citano il ragionamento della Commissione di regolamentazione giordana delle telecomunicazioni (TRC) come "impatti negativi per i giocatori di tutte le generazioni". L'articolo continua a menzionare il direttore degli affari dei beneficiari di TRC, sostenendo che uno studio è stato condotto a causa di denunce dei cittadini. Le lamentele, secondo TRC, erano dovute alla "terrificante diffusione di videogiochi minacciosi".

Sembra che il governo giordano sia sceso con un nuovo caso di stupido. Voglio dire, perché un paese circondato da una guerra quasi perpetua si preoccupa della violenza fittizia? Sembra quasi che le persone provenienti dall'Occidente applichino la loro logica e i loro valori alle dichiarazioni della TRC. Vedi, le dichiarazioni della TRC citate non dicono una cosa sulla violenza. Perché? Perché Jordan non ha avuto un nuovo caso di stupido, soffre ancora dello stesso tipo di stupidi che hanno avuto per un po 'di tempo, la religione.

Un articolo dal Notizie arabe fa luce su questo problema Mentre Arab News fa caricare il suo articolo sui tipici videogiochi a causa della retorica della violenza, nell'articolo c'è qualcosa di piuttosto sepolto. Quando parlavano di giochi free-to-play avevano questo da dire ...

"Giochi come Fortnite, Apex Legends e PUBG sono tutti pubblicizzati come free-to-play. Tuttavia, offrono ai giocatori l'opportunità di pagare denaro reale per gli oggetti cosmetici in-game, portando molti in Arabia Saudita ad esortare al divieto dei giochi in quanto sono visti per incoraggiare il gioco d'azzardo ".

Il gioco d'azzardo è considerato haram, proibito o proibito dalla legge islamica, quindi non c'è da meravigliarsi che un paese con un 95% musulmano, 93% sunnita musulmano, la popolazione vorrebbe vietare un gioco con il gioco d'azzardo. Vedete, mentre i paesi occidentali discutono ancora sul fatto che i bottini siano o meno considerati gioco d'azzardo o "meccaniche a sorpresa", le nazioni islamiche del mondo lo hanno effettivamente riconosciuto come tale.

Anche se non sono d'accordo con un gioco vietato per motivi religiosi, posso almeno trovare un po 'di conforto nel fatto che la Giordania e altri paesi del Medio Oriente non stanno cercando di costringere gli sviluppatori di giochi a cambiare i giochi per adattarli ai loro standard. Sì, i fondamentalisti musulmani hanno un po 'più di autocontrollo rispetto alle borse SJW. Quindi, finché terremo i nostri paesi liberi da folli fanatici religiosi andremo bene.

(Immagine cortesia principale di Eggy)

Chi Siamo

Tony the Gamer Dad o TonyTGD, è stato un giocatore fin dai tempi di Colecovision e Atarii e un giornalista di videogiochi sin dai primi 2000. Avendo esercitato la sua attività su innumerevoli siti Web, riviste online e sul suo blog personale, è venuto a One Angry Gamer per condividere la sua prospettiva unica sia di un giocatore di vecchia scuola che di un padre per una figlia adolescente. Etico e onesto, TonyTGD dà sempre la sua opinione sui giochi, nonostante quanto grandi o piccoli siano gli sviluppatori dietro di esso. Hai bisogno di metterti in contatto? Sentiti libero di usare il pagina di contatto

NON segui questo link o sarai vietato dal sito!