I personaggi sessualizzati del gioco femminile non causano l'insoddisfazione del corpo, l'aggressione verso le donne, secondo lo studio
Tomb Raider

Un nuovo studio di ricerca è stato rilasciato dai professori Chris Ferguson, Danielle Lindner e Melissa Trible della Stetson University, insieme a Ilana Pilato della Fairleigh Dickinson University. Lo studio si chiama "Esaminare gli effetti dell'esposizione a un protagonista di videogiochi sessuali su donne sull'immagine del corpo".

È possibile visualizzare l'intero articolo su on Sportello di ricerca, dove è stato pubblicato in luglio 1st, 2019.

Lo studio esamina se i personaggi sessuali femminili sessualmente o no obbligano le donne a provare insoddisfazione del proprio corpo o se questi personaggi aumentano l'aggressività nei confronti delle donne.

Il significato di questo studio è che è stato preregistrato e realizzato attraverso la collaborazione tra professori con opinioni molto diverse sull'argomento. In una e-mail, il professor Chris Ferguson ha spiegato ...

"Questo è, per quanto ne so, il primo studio in questo ambito che è stato preregistrato (nel senso che pubblichiamo in anticipo il nostro piano di misurazione e analisi in modo da non scimmiottare i risultati per renderli piacevoli ... una fonte di" crisi di replica "della psicologia ") E anche una collaborazione contraddittoria (nel senso che due di noi ... il primo autore e io stesso, avevamo opinioni diverse sul fatto che esistessero effetti mediatici o meno). Anche se solo uno studio, penso che ciò accresca l'evidenza che gli effetti multimediali sono molto più difficile da trovare di quanto si sospetti spesso. "

Lo studio aveva diverse ipotesi, tra cui testare se giocare come un personaggio femminile sessualizzato aumentasse l'auto-oggettivazione di un giocatore femminile, il disagio del corpo o l'insoddisfazione del corpo rispetto a coloro che erano esposti a un personaggio femminile non sessualizzato.

Tomb Raider vs Lara Croft

I partecipanti erano anche impegnati in una seconda serie di ipotesi riguardanti un test relativo al sessismo ostile nei confronti di altre femmine. Nello studio afferma ...

"I partecipanti esposti a un protagonista di videogiochi sessuali si comportano in modo più aggressivo nei confronti di un'assistente di ricerca femminile (Ipotesi 3) e mantengono atteggiamenti più negativi nei suoi confronti rispetto ai partecipanti esposti a un protagonista femminile non sessualizzato di videogiochi (Ipotesi 4). Questi effetti si manterranno quando si controllano i livelli di tratto di sessismo ostile. "

Mi chiedo se l'ipotesi includesse anche un assistente di ricerca maschio, i risultati potrebbero variare? Forse vedere un personaggio sexy di videogiochi e non avere un assistente di ricerca femminile potrebbe creare sentimenti diversi nei confronti di un assistente di ricerca di sesso maschile?

Ad ogni modo, hanno riunito le studentesse 98 di una piccola università di arti liberali, di tutta l'età di 18. 31.6% dei partecipanti non erano giocatori, e sono stati dati Tomb Raider: Underworld e il 2013 Tomb Raider riavviare per giocare. I partecipanti non sono stati informati sulle ipotesi in anticipo, quindi non sono stati inseriti nel motivo per cui stavano giocando i giochi. I gruppi di test sono stati divisi in giochi Malavita (per il personaggio femminile sessualizzato) o 2013 Tomb Raider riavvio (per il personaggio femminile non sessualizzato) per un massimo di 30 minuti.

Tomb Raider Underworld

I ricercatori hanno anche utilizzato misure di distrazione per impedire ai partecipanti di indovinare quali fossero le ipotesi per lo studio.

Poi sono stati sottoposti a un'altra prova separata che prevedeva un compito di acqua ghiacciata, in cui avrebbero partecipato con una confederata femminile che li avrebbe informati se la loro mano si sentiva a disagio nell'acqua ghiacciata, e la quantità di tempo in cui la mano del confederato era rimasta nel l'acqua ghiacciata determinerebbe i livelli di aggressività del partecipante nei confronti delle donne.

Lo studio ha concluso che il personaggio del videogioco fittizio e sessuato ha avuto effetti minimi sui partecipanti al gruppo di test, e che il personaggio ha avuto un impatto limitato sull'auto-oggettificazione delle donne, sul disagio del corpo e sulla soddisfazione del corpo, come rivelato nella sezione di discussione del studiare, dove afferma ...

"I risultati hanno indicato poche prove per suggerire che la riproduzione di un videogioco con contenuti sessualizzati ha influenzato le variabili di risultato. [...]”

"Per quanto riguarda il motivo per cui i videogiochi sessualizzati hanno avuto un impatto minimo sui giocatori di sesso femminile, ciò potrebbe essere dovuto al fatto che i partecipanti hanno identificato il protagonista del videogioco sessualizzato come immaginario e quindi non una fonte realistica di messaggi sui corpi delle donne".

Questo potrebbe sembrare un buon senso per la maggior parte delle persone, ma c'è stata un'ondata crescente di paranoia mediatica e di spavento che diffondono il vasto pubblico con l'idea che i videogiochi trasformino le persone in assassini di massa, e - attraverso i critici della cultura della terza ondata settore femminista - quei videogiochi rendono i giocatori sessisti.

Il rapporto cerca di dissuadere le persone dal prendere quel tipo di visione sull'intrattenimento interattivo, mettendo in guardia contro il panico morale spronato dai propagandisti e altri ricerca poco entusiasta...

"Il nostro studio aggiunge anche alla crescente letteratura che i media di fantasia in generale, e i videogiochi in particolare, hanno un impatto minore sui consumatori di quanto si pensasse in precedenza. Gran parte di questo problema si è verificato sul tema della violenza, dove un numero crescente di studi nulli ha sollevato preoccupazioni sul fatto che le scienze sociali potrebbero aver danneggiato la sua credibilità presentando una richiesta precoce di impatti sulla salute pubblica che non poteva essere supportata da dati successivi [...] . Sospettiamo che questo campo trarrebbe beneficio dall'essere più cauti nell'affermare effetti casuali per i videogiochi sessualizzati finché non saranno disponibili più dati.

"Naturalmente, bisogna stare attenti a non generalizzare troppo lontano da un esperimento. Ad esempio, è possibile che giocare come personaggi femminili più attivi rispetto a quelli passivi possa avere effetti diversi. Le rappresentazioni di media fittizi come i videogiochi possono avere influenze diverse rispetto alle rappresentazioni in saggistica, come i mezzi di informazione. Inoltre, è possibile che piccoli effetti non possano essere percepiti in brevi esperimenti di laboratorio, ma possono comunque accumularsi nel tempo, sebbene i dati longitudinali esistenti non supportino questa convinzione [...] "

L'obiettivo principale dello studio era di ridurre i risultati falsi positivi e attenuare la debolezza che alcuni di questi studi hanno quando si tratta di esaminare gli effetti e gli esiti correlati all'argomento.

Tomb Raider Underworld - Costume da bagno

Inoltre, il test dell'acqua ghiacciata sembrava decisamente lontano dall'essere un modo accurato per testare l'aggressività sessuale, e la dimensione del campione di solo 98 (sebbene tecnicamente fosse 89 dopo che nove partecipanti non erano stati inclusi a causa della mancata compilazione di una misura specifica), rende difficile sostenere lo studio come una vera contro-argomentazione all'argomento "i giochi causano il sessismo".

A loro credito, tuttavia, i ricercatori hanno notato che le dimensioni del campione e alcuni metodi impiegati erano uno svantaggio per lo studio (come non avere un assistente maschile da controllare per il sessismo di genere) e incoraggiava gli altri a prendere il mantello e approfondire ulteriormente la ricerca degli effetti che i videogiochi hanno sui giocatori.

Nella sezione conclusiva, afferma ...

"Accogliamo con favore le repliche e le estensioni pregistrate del nostro lavoro e speriamo che i futuri studiosi usino metodi simili quando testano anche l'impatto dei giochi sessuati sui giocatori maschi. Nel nostro studio, abbiamo incluso solo un confederato / assistente di ricerca femminile. Altri studi potrebbero voler contrastare le reazioni a confederati maschili e femminili. [...]

"Il nostro studio contribuisce a una serie di lavori che suggeriscono che le paure sociali dei media tradizionali e dei videogiochi sessuali in particolare possono essere maggiori del grado in cui i dati possono supportarli. Sospettiamo che, come spesso accade, le paure della società nei confronti dei nuovi media continueranno per qualche tempo, e questo rifletterà sul valore che le scienze sociali attribuiscono anche a certe ipotesi, francamente, come certe conclusioni. Esprimiamo che, in tale atmosfera, il potenziale di errore di Tipo I rimane piuttosto elevato. Questo può essere ridotto utilizzando la preregistrazione dei progetti di studio, le collaborazioni contraddittorie mirate, la standardizzazione delle misure di studio, i compiti di distrattore per ridurre le caratteristiche della domanda e la stretta corrispondenza delle condizioni sperimentali. Con il miglioramento della qualità della ricerca in questo settore, potremmo sviluppare un'idea più chiara di quali effetti esistono e non esistono realmente nella popolazione ".

Ho chiesto al professor Ferguson di prendere spunto da ricerche come questa in relazione al settore dei videogiochi, e cosa potrebbero utilizzare i progettisti, i produttori e gli studi di laboratorio quando esaminano i dati come quelli presentati nello studio sopra.

Tomb Raider Underworld - Lara Swimsuit

Secondo il professor Ferguson, mentre crede ancora che le presentazioni forti e meno sessualizzate di personaggi femminili romanzati siano le sue preferenze, crede anche che ci sia spazio per l'iper-sessualizzato e il non sessualizzato, e tutto il resto, dicendo ...

"Sono stato nel disco che supportava più giochi con rappresentazioni più forti e meno sessualizzate di personaggi femminili (e lo faccio ancora). Ma ho anche messo in guardia i difensori dall'esagerare il caso di effetti causali o di coltivazione per i consumatori di media. Penso che potrebbe inavvertitamente screditare la causa dell'avvocato, così com'è. Per l'industria, penso che suggerisca che i produttori possono rilassarsi un po 'quando si preoccupano se le franchigie esistenti come Mortal Combat sono troppo sessualizzate ... anche se così non è chiaro che ciò possa causare danni. Ma dovrebbero anche avere la libertà di esplorare personaggi femminili più forti e meno sessualizzati allo stesso tempo. In altre parole, c'è spazio nel mondo per Grand Theft Auto 6 e The Last of Us 2. "

La grande domanda è: un maggior numero di ricercatori riprenderà da dove Ferguson ha smesso di funzionare o continuerà a rincorrere il preconcetto di conferma nel cercare di trovare dati a sostegno delle affermazioni secondo cui i giochi possono rendere le persone sessiste o violente?

Finora, i dati relativi ai risultati comportamentali in relazione all'investimento di quantità specifiche di tempo nel gioco sono ancora un aspetto denutrito della ricerca, ma la maggior parte dei risultati indica che i giochi non renderti violento o sessista. Inoltre, sul lato positivo, stanno emergendo almeno dati più credibili che espongono ulteriormente e screditano i canard dagli indignati venditori ambulanti che affermano che i videogiochi trasformano le persone in assassini e stupratori.

Chi Siamo

Billy è stato fruscio Jimmies da anni che copre i videogiochi, la tecnologia e le tendenze digitali nello spazio di elettronica di intrattenimento. Il GJP piangeva e le loro lacrime divenne il suo frullato. Hai bisogno di entrare in contatto? Prova il Pagina contatto.

NON segui questo link o sarai vietato dal sito!