Sony Interactive Entertainment cerca di acquisire società di sviluppo giochi
Acquisizioni Sony

Il presidente e CEO di Sony Interactive Entertainment Jim Ryan ha recentemente condotto un'intervista con The Nikkei. Per coloro che non lo sanno, il Nikkei è il più grande quotidiano finanziario del mondo. Nell'intervista Jim Ryan sta valutando l'acquisizione e la fusione di società di sviluppo di giochi.

Questa decisione arriva dopo l'annuncio di Google che entra nel mercato delle console per videogiochi. Gematsu raccolse la storia da Nikkei, e secondo Ryan, "il contenuto sta diventando più importante che mai". In altre parole, Sony vuole divorare le aziende prima che le tasche profonde di Google lo facciano.

Qualche anno fa avrei applaudito questo annuncio. L'idea di Sony che si lanciava in picchiata e salvava piccole e promettenti società di sviluppo di giochi dalla presa maligna di Google mi avrebbe riempito di speranza. Oggi però, mi sembra di osservare due grandi topi che combattono su tutte le briciole di formaggio. Google e Sony hanno entrambi dimostrato la loro volontà di censurare i videogiochi, quindi chi vince questa battaglia è chiaro che perdiamo i giocatori.

A partire da ora non abbiamo idea di quali aziende stiano guardando Sony. Tuttavia, Jim Ryan potrebbe darci un indizio sui piani di Sony nella sua intervista. Ryan ha fatto notare al Nikkei che "Le aziende nuove dell'industria dei videogiochi che guardano al mercato con speranza sono qualcosa che sicuramente apprezziamo". Sembrerebbe che tutte le società con poca o nessuna reputazione consolidata siano quelle che Sony sta cercando di raggiungere.

Ciò potrebbe entrare in conflitto con il piano di EA di offrire offerte di vendita a società indie. Ho toccato i piani di EA in un articolo che ho scritto per One Angry Gamer che può essere letto qui. Immagino che Nintendo e Microsoft annunceranno presto piani simili a quelli di Sony e EA. Questo ci porterà ad avvicinarci a un'industria di videogiochi dominata da una manciata di enormi mega compagnie. Un futuro in cui esisteranno solo giochi approvati dalle parti.

Su Di Noi

Tony the Gamer Dad o TonyTGD, è stato un giocatore fin dai tempi di Colecovision e Atarii e un giornalista di videogiochi sin dai primi 2000. Avendo esercitato la sua attività su innumerevoli siti Web, riviste online e sul suo blog personale, è venuto a One Angry Gamer per condividere la sua prospettiva unica sia di un giocatore di vecchia scuola che di un padre per una figlia adolescente. Etico e onesto, TonyTGD dà sempre la sua opinione sui giochi, nonostante quanto grandi o piccoli siano gli sviluppatori dietro di esso. Hai bisogno di metterti in contatto? Sentiti libero di usare il pagina di contatto

NON segui questo link o sarai vietato dal sito!