I siti hentai pianificano un'azione legale di classe contro Google per false dichiarazioni DMCA
Gelbooru Google Lawsuit

Durante l'estate vari siti di hentai sono stati falsamente controllati da una società misteriosa conosciuta come Right Protect Corporation. Le false affermazioni sono state archiviate dappertutto Giugno, Luglio e agosto. Bene, dopo aver inizialmente annunciato che lo sarebbero stati esplorare le opzioni legali per quanto riguarda le false affermazioni, alcuni siti stanno ora cercando di andare avanti con una causa legale contro Google.

L'amministratore di Gelbooru ha discusso le possibilità legali in un post su Forum di Gelbooru a settembre 1st, 2019, scrivendo ...

"Mesi fa, Google ha eliminato centinaia di siti Web dal proprio motore di ricerca. Ogni contatore DMCA che abbiamo inviato per il nostro dominio è stato rifiutato, con Google che afferma che non agiranno. Non è così che dovrebbe funzionare il sistema di notifica DMCA del contatore. Alla ricezione di una contronotifica DMCA, è necessario inoltrare la notifica al mittente originale e ripristinare i contenuti entro 10 giorni. Google ha dimostrato più volte, nel corso di alcuni anni, di non essere in grado di farlo. Li trascineremo in tribunale per rivelare il mittente originale degli avvisi che hanno cancellato il nostro sito, ottenere un'ingiunzione che impedisce al nostro dominio principale e altre pagine correlate di essere presi di mira dagli avvisi in futuro e, si spera, stabilire un buon precedente certo Google, e altri come loro, si conformeranno alla legge in futuro.

"Se riusciamo a individuare almeno 3 altri amministratori di siti Web interessati da questo, possiamo avviare un'azione legale di classe, che avrà molto più peso in casi futuri di questa azienda che non aderirà a una legge DMCA piuttosto semplice di smantellare e ripristinare i contenuti ".

In uno scambio di e-mail, il proprietario di Gelbooru ha notato che erano stati in contatto con un avvocato e che in questo momento stanno cercando di raccogliere più supporto da altri siti che sono stati colpiti da queste false affermazioni.

Hanno anche fatto un tweet su 1st di settembre, 2019, chiedendo ad altri siti H di contattarli in modo da poter esplorare le opzioni riguardanti una causa legale.

Ho contattato il proprietario del sito Gelbooru, chiedendo se fossero stati in contatto con altri siti Web che erano stati colpiti dalle false affermazioni DMCA. MangaDex è stato in contatto con Gelbooru, insieme al proprietario di Rule34 e Konachan.

Gelbooru ha anche contattato Fakku !, il proprietario di Hentai Haven, ma non hanno ricevuto risposta, mentre il proprietario di Phael non ha voluto presentare una domanda riconvenzionale perché voleva mantenere la sua privacy. Si diceva anche che l'amministratore di Danbooru fosse "senza mani".

Numerosi altri webmaster sono stati contattati per vedere se sarebbero disposti a partecipare a una causa di classe per scoprire almeno chi ha fatto falsi reclami DMCA contro i loro siti e i contenuti per farli cancellare. L'amministratore Gelbooru ha spiegato via e-mail ...

“[…] Dobbiamo ancora entrare in contatto con qualche altro amministratore, ma si è rivelato abbastanza difficile. Ma se riusciamo a coinvolgere la comunità nella diffusione della parola, forse altri amministratori saranno più inclini a unirsi a loro ”.

Come riportato in precedenza, alcuni dei proprietari del sito sono stati in grado di presentare con successo le domande riconvenzionali e sono state revocate le sanzioni DMCA, ma non tutti i siti sono stati così fortunati e alcuni di essi sono ancora interessati dalle affermazioni DMCA di Right Protect Corporation .

Google è un gigante della tecnologia, tuttavia, e finora sono riusciti a sfuggire a molta responsabilità per oltrepassare i propri limiti quando si tratta di curare i contenuti e censurare. Di contro, di recente hanno subito una penalità di $ 170 milioni da parte della FTC per aver violato i diritti alla privacy dei bambini, ma per un gigante della tecnologia multimiliardario delle loro dimensioni, è poco più che una goccia nel secchio per loro. Vedremo se i siti hentai hanno un risultato migliore quando si tratta di convincere Google a rivelare la parte dietro i recenti reclami DMCA.

Chi Siamo

Billy è stato fruscio Jimmies da anni che copre i videogiochi, la tecnologia e le tendenze digitali nello spazio di elettronica di intrattenimento. Il GJP piangeva e le loro lacrime divenne il suo frullato. Hai bisogno di entrare in contatto? Prova il Pagina contatto.

NON segui questo link o sarai vietato dal sito!