Risultati della causa Nintendo nei blocchi ISP del Regno Unito su quattro siti Web di emulazione

Causa Nintendo

Su richiesta di Nintendo, quattro siti Web sono stati bloccati dai fornitori di servizi Internet con sede nel Regno Unito, a seguito di una causa vinta dalla società, che ha ritenuto illegali i dispositivi Switch "elusione".

Vai a Nintendo raccolto la notizia dopo che Nintendo ha rilasciato una dichiarazione a Eurogamer, dove hanno spiegato ...

“Oggi, l'Alta Corte del Regno Unito ha ritenuto illegale la vendita e la distribuzione di dispositivi di 'elusione' per Nintendo Switch. Nintendo è lieta che l'Alta Corte del Regno Unito abbia confermato che il commercio di dispositivi o software che consentono la pirateria su sistemi Nintendo Switch è illegale. Questa decisione aiuterà a proteggere l'industria dei giochi del Regno Unito e gli oltre 1800 sviluppatori in tutto il mondo che creano giochi per la piattaforma Nintendo Switch e che fanno affidamento su vendite legittime di giochi per il loro sostentamento e per continuare a offrire contenuti di qualità ai giocatori ".

Come notato nel pezzo Eurogamer, Sky, BT, EE, Talktalk e Virgin Media hanno istituito blocchi o utilizzato impedimenti per accedere a quattro siti Web senza nome che distribuivano giochi per Nintendo Switch e offrivano metodi di elusione per hackerare Switch.

Come molti hanno sottolineato nei commenti, è possibile aggirare questa ingiunzione con una VPN o un browser TOR, ma sarebbe comunque necessario un certo know-how da parte dell'utente finale per aggirare questa restrizione.

Lo Switch è stato violato all'inizio del 2018, appena un anno dopo il suo rilascio. Da allora ci sono stati dump ISO, app homebrew, emulatori e vari strumenti resi disponibili per la versione compromessa della piccola console ibrida di Nintendo.

Come modo per combattere la comunità di modding e hacking, Nintendo ha portato il caso in tribunale nel Regno Unito Sfortunatamente per la comunità di modding homebrew e console, Nintendo ha vinto la causa.

Nintendo ha anche citato in giudizio il duo marito e moglie che ha operato LoveROMs, con la causa in causa regolato per $ 12 milioni.

Quando si tratta di ROM, emulazione, hacking hardware e modding, Nintendo è ancora più litigiosa che mai.

(Grazie per il suggerimento Inquisitor Dust of Ordo Xenes)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.