Blizzard riduce la sospensione di Blitzchung, ripristina le ruote
J. Allen Brack - Blizzard Blitzchung

Blizzard Entertainment ha infine rilasciato una dichiarazione sulla recente sospensione di pietra del focolare il grande campione blitzchung, così come il destino degli incantatori che stavano fornendo commenti per l'evento quando Blitzchung ha continuato a urlare uno slogan pro-Hong Kong, a seguito di un forte contraccolpo e campagne mediatiche attive per boicottare la società.

Sopra sul Sito Web Blizzard, Il presidente della Blizzard Entertainment J. Allen Brack scrisse una lunga missiva, difendendo la loro decisione di sospendere il blitzchung e gli incantatori, così come la loro aderenza alla censura in stile comunista.

Tuttavia, Brack ha fatto affidamento sulla severità delle punizioni per blitzchung e i lanciatori, osservando che il pietra del focolare il campione sarebbe stato sospeso solo per sei mesi e avrebbe ripristinato i due lanciatori che erano presenti quando ha urlato "Liberate Hong Kong". Anche ancora, le ruote incorrerebbero anche in una sospensione di sei mesi.

Brack afferma coraggiosamente che la Cina non ha avuto alcun ruolo nella decisione di sanzionare il blitzchung, scrivendo ...

“Parte del pensare a livello globale, guidare in modo responsabile e ogni voce conta è riconoscere che abbiamo giocatori e fan in quasi tutti i paesi del mondo. Il nostro obiettivo è aiutare i giocatori a connettersi in aree di comunanza, come la loro passione per i nostri giochi, e creare un senso di comunità condivisa.

“Le opinioni specifiche espresse da blitzchung NON sono state un fattore decisivo nella decisione presa. Voglio essere chiaro: le nostre relazioni in Cina non hanno influenzato la nostra decisione.

"Abbiamo queste regole per mantenere l'attenzione sul gioco e sul torneo a beneficio di un pubblico globale, e questa è stata l'unica considerazione nelle azioni che abbiamo intrapreso.

"Se questo fosse stato il punto di vista opposto espresso nello stesso modo divisivo e deliberato, avremmo sentito e agito allo stesso modo."

Prima di tutto, cosa c'è di divergente nel difendere la libertà degli esseri umani? Brack pensa davvero che dire che le persone dovrebbero essere libere sia "divisivo"? Non intendo interferire con un'opinione qui, ma quello che sta inferendo è una vera e propria bullcrap.

Non c'è assolutamente nulla di controverso nel difendere la libertà delle persone che non vogliono essere oppresse sotto un regime comunista.

Il disgustoso commento di Brack sulle dichiarazioni di blitzchung è spudoratamente ripugnante.

Diventa ancora più condiscendente, con Blizzard che rimprovera i commenti post-partita di blitzchung sostenendo che il suo sostegno a Hong Kong stava “facendo deragliare la trasmissione”, con Brack che scriveva ...

“[…] Vogliamo assicurarci di mantenere un ambiente sicuro e inclusivo per tutti i nostri giocatori e che le nostre regole e procedure siano chiare. Tutto questo è al servizio di un altro importante valore di Blizzard: Play Nice; Giocare pulito.

"Nel torneo stesso Blitzchung * ha giocato * in modo equo. Ora crediamo che dovrebbe ricevere il suo premio. Comprendiamo che per alcuni questo non riguarda il premio, e forse per altri è irrispettoso persino discuterne. Questa non è la nostra intenzione.

“Ma giocare in modo equo include anche un'adeguata condotta pre e post partita, specialmente quando un giocatore accetta il riconoscimento per aver vinto in una trasmissione. Quando pensiamo alla sospensione, sei mesi per Blitzchung è più appropriato, dopo di che potrà nuovamente competere nel circuito di Hearthstone se lo desidera. C'è una conseguenza per allontanare la conversazione dallo scopo dell'evento e interrompere o far deragliare la trasmissione. "

SBAGLIATO.

Dopo aver fatto i commenti ha finito. Non hanno arpiato, soffermato o prolungato la discussione su Hong Kong. Ha sfruttato l'opportunità per sensibilizzare l'opinione pubblica sull'oppressione del suo popolo. Blizzard affermando ipocritamente che sono "inclusivi" e "diversi" condannando qualcuno per aver portato alla consapevolezza del pubblico questioni personali relative ai diritti umani, le fa sembrare sorde e come i lacchè comunisti.

Cosa c'è di più è che Blizzard è stato ipocrita, dato che American University - durante la collegiata pietra del focolare torneo - ha tenuto un cartello “Free Hong Kong, Boycott Blizzard” DURANTE i segmenti di chiusura del gioco, ma Blizzard non li ha sanzionati come hanno fatto blitzchung, né hanno sanzionato i commentatori.

L'ipocrisia netta di Blizzard è stata persino evidenziata dal consulente di e-sport Rod Breslau.

Brack continuerà affermando che le macchine per colata continua vengono ripristinate ma con una sospensione di sei mesi, una punizione per assicurare che le squadre di commentatori o gli intervistatori persino riconoscano o consentano a distanza i giocatori di esprimere opinioni che non sono in accordo con un messaggio amichevole verso i loro cinesi dittatori ...

“Per quanto riguarda i lanciatori, ricorda che il loro scopo è quello di mantenere l'evento focalizzato sul torneo. Non è successo qui, e anche noi stiamo impostando la sospensione per sei mesi.

"Andando avanti, continueremo ad applicare le regole del torneo per garantire che le nostre trasmissioni ufficiali rimangano concentrate sul gioco e non siano una piattaforma per opinioni sociali o politiche divisive".

Rimanendo in linea con il suo messaggio aziendale fuori dal mondo e la difesa da schiacciare l'anima della loro decisione di censurare e rimproverare qualcuno per aver resistito contro i tiranni, Brack ha arrotondato in modo inesorabile la sua affermazione con una delle dimostrazioni più disgustose di incoerente mancanza di rispetto. ...

“Uno dei nostri obiettivi in ​​Blizzard è quello di garantire che ogni giocatore, in qualsiasi parte del mondo, indipendentemente dalle opinioni politiche, dalle convinzioni religiose, dalla razza, dal genere o da qualsiasi altra considerazione, si senta sempre al sicuro e benvenuto sia nel competere che nei nostri giochi.

“In Blizzard ascoltiamo sempre e troviamo modi per migliorare — fa parte della nostra cultura. Grazie per la tua pazienza con noi mentre continuiamo a imparare. "

Apparentemente, accolgono tutti i giocatori purché non difendano la libertà, tirando fuori la situazione reale gruppi oppressi e tenere la bocca chiusa mentre la loro gente sta attivamente soffrendo.

Questo non vuol dire che Blizzard ha difeso attivamente la Cina nella loro dichiarazione iniziale sulla sospensione, che ha persino spinto alcuni politici statunitensi a criticare la società.

Chiunque accetti il ​​messaggio di Brack è un maledetto idiota.

Questo è un affronto imbarazzante a tutto ciò per cui ogni patriota ha combattuto, sanguinato e morto per costruire l'America in quello che è oggi. I loro sacrifici e il loro valore non devono essere sottratti allo stivale di apologeti totalitari, perché la potenziale espansione demografica è in linea in un paese che ospita 1.3 miliardi di persone.

Vite Blizzard. Vite J. Allen Brack. E fanculo tutti quelli che si sono fatti avanti con questo patetico pezzo di merda.

(Grazie per il suggerimento VersedGamer)

Chi Siamo

Billy è stato fruscio Jimmies da anni che copre i videogiochi, la tecnologia e le tendenze digitali nello spazio di elettronica di intrattenimento. Il GJP piangeva e le loro lacrime divenne il suo frullato. Hai bisogno di entrare in contatto? Prova il Pagina contatto.

NON segui questo link o sarai vietato dal sito!