Secondo quanto riferito, Vic Mignogna ha deciso di ricorrere in appello per la causa della denuncia

Vic Mignogna

La causa che l'attore Vic Mignogna ha intentato contro Funimation, Ron Toye, Monica Rial e Jaimie Marchi è stata respinta dal giudice inizio ottobre. Nonostante la cupa sensazione che alcuni fan avevano intorno alla causa, Mignogna ha ancora detto fu benedetto, e ora si dice che farà appello alla sentenza che inizialmente ha respinto tutte le sue affermazioni di torture interferenze e diffamazioni contro i suddetti individui.

La notizia arriva per gentile concessione di un video minuto 10 pubblicato dal suo avvocato del Minnesota Nick Rekieta sul suo Canale YouTube. Nonostante sia ancora sospeso da Twitter, Rekieta ha fatto la sua parte nel tentativo di tenere i fan al passo con le notizie riguardanti la causa e il supposto appello.

Nel video, Rekieta spiega di essere stato informato che Mignogna ha in programma di presentare ricorso entro pochi giorni.

Al 8: marchio 38, Rekieta afferma ...

"Sig. Mignogna, mi hanno detto, farà appello a ogni singola causa respinta. Quindi stanno arrivando appelli. Dovrebbero arrivare molto presto. Al momento della registrazione di questo video, credo che siano rimasti dieci o undici giorni per presentare l'appello, quindi dovremmo vedere presto l'archiviazione di quel documento. E puoi seguire l'archiviazione di quel documento e tutte le risposte su questo canale […] ”

Vedremo se Vic Mignogna o i suoi avvocati trasmetteranno presto l'annuncio sull'appello, o se dovremo solo scoprirlo attraverso Rekieta.

Molte persone sono state deluse dalla decisione del giudice Chupp di respingere tutte le affermazioni dopo di lui ordinò le due parti in mediazione a seguito del suo licenziamento di 12 delle rivendicazioni 17 avanzate da Mignogna.

Tutto è iniziato quando gli imputati, Ron Toye, Monica Rial e Jami Marchi, hanno condotto la campagna #KickVic sui social media per convincere Vic Mignogna a cacciare efficacemente l'industria della recitazione vocale. Sono riusciti a farlo escludere da varie convenzioni, come dettagliato da AnimeCons.com, e fu anche licenziato dai Denti del Gallo e dalla Funimazione a seguito delle accuse infondate che aveva commesso una cattiva condotta.

Anche se tutte le prove dimostrano chiaramente che #KickVic è stato responsabile del licenziamento e del blocco di Mignogna dalle convenzioni, il giudice Chupp si è comunque schierato con gli imputati, motivo per cui Mignogna sta facendo appello al caso.

Vedremo se ha più fortuna nella corte d'appello.

(Grazie per il suggerimento Iswear12)