Acquirente in cerca di Verizon per The Huffington Post

Verizon, continuando il suo ritiro dai media digitali, ha annunciato che stanno cercando un acquirente per The Huffington Post. Acquisita durante l'acquisizione di AOL in 2015 da allora la presa non è riuscita a generare una profitto per il gigante della tecnologia. Dopo anni il risultato è la disillusione di Verizon con il potenziale di guadagno dei gruppi di media digitali, insieme al costante interesse a trattenere il media.

Il posto di Huffington è stato acquisito in 2015 con l'acquisto di AOL da $ 4.4 miliardi come parte dell'espansione di Verizon nei gruppi di media digitali come nuovo metodo di generazione di entrate. In parole povere, le grandi società non crescono naturalmente secondo i principi del mercato o dei capitalisti, ma invece attraverso l'acquisizione. Mentre le aziende legacy hanno visto la loro rilevanza continuare a diminuire in 21st secoli molti si sono rivolti all'acquisizione della redditizia rete di siti di media digitali al momento. Con l'obiettivo esplicito di farli generare profitti e prove future per soddisfare gli investitori.

Questo piano ovviamente non ha funzionato poiché Verizon non ha implementato alcuna revisione necessaria o altrimenti sui siti acquisiti. Poiché chiunque abbia visto un sito legacy morire per essere sostituito con una nuova iterazione creata dai fan della versione originale, potrà attestare che il vantaggio apportato dallo stuolo di lunghissime funzionalità desiderate alla nuova esperienza è stato immenso.

In contrapposizione alla natura della loro crescita, vediamo le grandi aziende acquisire e oziose sui loro siti. Quando Yahoo ha acquisito Tumblr in 2013 invece di aggiungere funzionalità a lungo necessarie come elenchi, filtri, design di blog personalizzati in stile WordPress, la società si è seduta sul sito Web distruggendo il suo valore. In 2015, quando Verizon ha acquisito Yahoo, la sua mossa geniale è stata quella di rimuovere il porno dal sito Web con conseguente perdita di un terzo dei pubblico e il successivo prezzo di vendita di just $ 20 milioni di dollari .

Allo stesso modo Verizon ha fatto ben poco per revisionare l'Huffington Post. Una volta ritenuto famoso come fonte attendibile di notizie, il sito è diventato poco più di un politicizzato straccio spesso apertamente deriso dalla persona media, e spudoratamente scellino per il DNC, con il risultato che diventano il calcio di molti scherzi di Youtuber. Invece di correggere o ristrutturare, Verizon ha licenziato i dipendenti di entrambi The Huffington Post e tutti sono amati Buzzfeed.

Ora secondo il Financial Times Verizon ha semplicemente finito di possedere il sito Web e sta cercando potenziali acquirenti per possederlo. Dopo aver scritto $ 4.6 miliardi di valore, è probabile che il sito di notizie venda di più in linea con il calo del valore visto con Tumblr piuttosto che con qualsiasi cosa si avvicini ai miliardi pagati da Verizon anni fa.

Non sono stati elencati potenziali acquirenti, ma One Angry Gamer ha presentato un'offerta generosa comprendente il totale complessivo di ciò che avevamo nei nostri portafogli al momento e alcuni cambiamenti trovati sul divano. Se Verizon farà eccezione per la nostra offerta troppo costosa di $ 53.23 è ancora in sospeso, ma ti terremo informato su chi inevitabilmente acquista il gigante dei media.

Chi Siamo

Ribollendo il caos dei giochi, Kevin ha trascorso un'intera vita a giocare e fare pipì.

NON segui questo link o sarai vietato dal sito!