I giornali sono ancora irritati dal fatto che il nuovo mondo di Amazon Studios sia ambientato durante il periodo del "colonialismo"

Ci sono tornati di nuovo, e questa volta è lo stesso vecchio argomento stanco usato come il primo attacco, e cioè "i bianchi sono malvagi e usano il colonialismo per uccidere i nativi" alimentando la rabbia dei giornali sull'aspetto blando di Amazon Studios Nuovo mondo.

Nonostante gli sviluppatori dietro Nuovo mondo dicendo che il gioco non riguarda il colonialismo, gli stessi diari che non possono giocare un singolo gioco senza piangere per una "modalità facile" non possono capire perché uno sviluppatore nell'anno in corso vorrebbe esplorare un'era 300 anni fa in una fantasia regno.

All'inizio di quest'anno 9th di febbraio, a Poligono lo scrittore ha sviluppato il coraggio di chiedere Nuovo mondo Patrick Gilmore, capo dello studio, parla del colonialismo e della brutalità nei confronti dei nativi, il che ha lasciato perplesso Gilmore dal momento che questo gioco non parla delle suddette assurdità:

“Durante un'intervista con il capo dello studio Patrick Gilmore, gli ho presentato una versione di questa nozione [il Nuovo Mondo è sul colonialismo]. Sembrava sinceramente scioccato. "Questo non è stato davvero un focus a tutti", ha detto. "La tradizione del gioco è che c'è un aspetto contaminato in questo mondo, che è un giardino dell'Eden che è caduto in disgrazia."

 

Si potrebbe sostenere che questo è esattamente il modo in cui gli europei 17th hanno visto il nuovo mondo.

 

Questo gioco è senza dubbio un'espressione violenta della colonizzazione atlantica del X secolo X secolo e dovrebbe essere trattato come tale. È fatto e sarà interpretato dagli eredi di quella colonizzazione. "

Tuttavia, la versione di Polygon di prima dell'anno è passata a EuroGamer in quanto l'outlet europeo ha intervistato Scot Lane, il direttore del gioco di Amazon Studio, in particolare sulle sue "associazioni problematiche".

“Quello di cui ero più preoccupato era l'ambientazione. Le persone indigene hanno sofferto terribilmente a causa del colonialismo, e lo fanno ancora, quindi è un periodo problematico da associare ”.

Lane ha dovuto fare ciò che Gilmore aveva fatto con Polygon e lo ha sottolineato Nuovo mondo non è come i guerrieri della giustizia sociale lo proiettano e che è più un gioco milquetoast:

“La roba del colonialismo: non c'è modo di raccontare quella storia in modo positivo. Non lo siamo. Questo non è in America. Non abbiamo alcuna storia dall'America sull'isola. Non c'è niente che ci leghi all'America.

 

È un'isola nel mezzo dell'Atlantico. È qualcosa che potrebbe essere quello che la gente pensava fosse Atlantide o Terra Australis Incognita in quel momento. Le persone che vivono qui sono venute qui. Quest'isola era disabitata. Tutti quelli che sono venuti qui, sono venuti qui per avidità o desiderio di controllare Azoth [una fonte di magia], e questa è la storia che stiamo raccontando. ”

ecco, Engadget non poteva permettere a Polygon ed EuroGamer di divertirsi tutta al risveglio, quindi ha risentito troppo annotando la seguente stupidità:

“Naturalmente, un gioco su persone che assediano violentemente una terra straniera nel 1600 ha sollevato le sopracciglia. La sua idea principale sembra essere basata sull'imperialismo europeo nella vita reale, con le creature non morte che sostengono le popolazioni indigene. "

Sono sicuro che Amazon Studios avrà la sua quota di agitprop in Nuovo mondo, ma suppongo che questi diari lo vogliano rompersi sulle cuciture e inondare il cervello di sbandati e difendere l'ideologia della giustizia sociale.

Sicuramente il gioco in questione avrà più guerrieri della giustizia sociale che respirano al collo di Amazon Studios quando Nuovo mondo verrà lanciato nel maggio 2020, ma fino ad allora, probabilmente sentirai più piagnistei dai soliti sospetti sul "colonialismo".

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.