Media, Academia e disinformazione di Wikipedia su #GamerGate

GamerGate Wikipedia

C'è stato un articolo pubblicato di recente su Breitbart da TD Adler, un ex editore di Wikipedia che è stato incaricato Devil's Advocate. L'articolo riguarda la corruzione all'interno dei media e del mondo accademico che fanno ripetutamente riferimento, citano o utilizzano informazioni dall'articolo di Wikipedia su #GamerGate, che è intriso di falsità e grandiose canard.

L'articolo è uno spin-off di ciò che è stato scritto da Adler nel settembre del 2019 in poi Medium.com, dove ha dettagliato la lunga e ardua storia di corruzione che ha incontrato mentre era un redattore per l'enciclopedia online.

L'articolo Breitbart, tuttavia, tenta di condensare e sintetizzare le abbondanti quantità di esposizione dal pezzo Medio in qualcosa di più morso, in particolare in relazione a come i media e il mondo accademico hanno trattato l'argomento, dove Adler scrive ...

“Uno dei primi casi chiari di un articolo di notizie su GamerGate che deriva una parte sostanziale del suo materiale da Wikipedia è stato in un articolo del dicembre 2014 in The Kernel di Aja Romano. Diversi paragrafi nel pezzo sembravano imitare da vicino la stimolazione, la struttura e il fraseggio delle sezioni della pagina su Wikipedia riguardanti le campagne e-mail di GamerGate che spingevano gli inserzionisti a ritirarsi da punti di gioco non etici e sezioni sulla pagina di Wikipedia che falsamente inquadrano gli utenti di l'hashtag NotYourShield, che evidenzia la diversità del movimento GamerGate, come account falsi che fingono di essere sostenitori di donne e non bianchi.

“Molti organi di stampa e fonti accademiche usano la pagina su GamerGate per una semplice definizione. Durante il periodo in cui Wikipedia descrisse GamerGate come "misoginia e molestie nella cultura dei videogiochi", articoli in punti vendita come The Christian Science Monitor e News Corporation Australia hanno ripetuto questa descrizione. L'attuale descrizione di GamerGate che coinvolge "questioni di sessismo e progressismo" è durata per anni ed è apparsa sui media neozelandesi, sui documenti accademici, su Fusion (l'ormai defunto Splinter News) e sull'emittente canadese CBC News (oggetto di un sforzo lungo anni da parte dei sostenitori di GamerGate in cerca di responsabilità per rapporti non etici sul movimento). Nessuna di queste fonti ha accreditato direttamente Wikipedia ".

Il pezzo Breitbart è disseminato di citazioni, archivi e collegamenti a ogni singola affermazione fatta, ogni singolo dettaglio chiarito e ogni singolo punto inferito.

È un pezzo esauriente che va ben oltre la nostra copertura della corruzione di Wikipedia relativa a #GamerGate e altre controversie simili, incluso il modo in cui hanno tentato di seppellire le informazioni relative a Crash Override della rete molestie e doxingo come uno dei Gli editor anti- # GamerGate su Wikipedia sono stati pagati per mantenere il lato di Zoe Quinn in una luce positiva, o su come i redattori di Wikipedia sono saltati screditare i giornalisti che ha ricoperto #PizzaGate di chiamandolo "sfatato" e "falso".

Anche il giornalista Nick Monroe ha fatto un lungo pezzo che ha coperto Gli exploit di Wikipedia che circondano #GamerGate e la cattiveria che imperversava nel cerchio dell'editor.

Adler sottolinea, tuttavia, che alcuni di questi siti sembrano copiare ciò che è stampato nella pagina di Wikipedia senza accreditare Wikipedia e tentare di spostare la colpa altrove ...

“Quasi tutto il materiale su GamerGate nell'articolo della BBC sembra essere copiato da Wikipedia. Alcune frasi come "Gamergate ha portato figure sia all'interno che all'esterno del settore a chiedere metodi migliori per affrontare le molestie online" sono quasi perfette corrispondenze per le frasi sulla pagina di GamerGate al momento. L'autore della BBC allude all'utilizzo di Google per il pezzo, senza accreditare direttamente Wikipedia. "

Personalmente? Non penso che sia così tanto che queste persone imitano completamente ciò che è esposto nell'articolo di Wikipedia, in quanto fanno tutti parte della stessa cricca, corrono negli stessi circoli e spesso si trovano a si radunano nelle stesse mailing list. Quindi è più una questione che alcuni dei contenuti di Wikipedia provengano direttamente dagli articoli che sostengono la stessa narrativa che gli editori di Wikipedia stanno proponendo, mentre allo stesso tempo questi articoli rispecchiano anche ciò che è nell'articolo di Wikipedia perché è lo stesso della narrazione che hanno stai descrivendo nei loro articoli.

Questo faceva parte di una conversazione più ampia di cui l'ex scrittore dell'ardesia David Auerbach ha discusso in un articolo pubblicato su 5 febbraio 2015 discutendo della citogenesi di Wikipedia, dove c'è un ouroboros oscillante nel giocare un gioco di telefono e poi ripetere la bugia che è stata originariamente raccontata attraverso ulteriori punti vendita fino a quando non diventa la "verità" che i media e i repository di informazioni come Wikipedia tentano di avanzare in modo flagrante senza scrupoli né alcuna contesa tradizionale.

Tuttavia, Adler approfondisce la copia del testo nel file pezzo medio, fornendo esempi delle somiglianze tra l'articolo di Wikipedia su #GamerGate e gli articoli pubblicati da media e accademici.

L'ultimo paragrafo dell'articolo riassume in modo piuttosto succinto l'intera vicenda, dove afferma ...

“A parte le questioni legali (i contenuti di Wikipedia sono rilasciati su una licenza gratuita, ma sono ancora protetti da copyright e richiedono credito), tale uso dell'enciclopedia online fortemente distorta e inaffidabile contamina lo spazio informativo con un approvvigionamento circolare difficile da rintracciare. I lettori di Wikipedia spesso sanno di diffidare delle sue affermazioni. Nascondendo la dipendenza da Wikipedia, le élite che propagandano le proprie credenziali in opposizione alle "notizie false" e ai media alternativi si stanno impegnando in un inganno diffuso. Chiunque legga un libro di testo o un articolo di notizie che descriva GamerGate potrebbe inconsapevolmente leggere lo spin di Wikipedia di un anonimo account di masterizzatore anti-GamerGate. "

Purtroppo questo è diventato lo standard.

Anche se l' L'FBI ha smentito le affermazioni che #GamerGate era una campagna di molestie organizzate (in cui le prove di tale affermazione non sono mai state presentate né trovate) ci sono ancora alcuni punti vendita e attivisti che persistono nella falsa narrativa su #GamerGate che parla di una campagna di molestie fino ad oggi.

Sembra che il futuro sia triste quando si tratta di scrivere la storia di un evento che è stato annegato in un torrente di bugie mediatiche.

(Grazie per il suggerimento TD Adler)

(Immagine cortesia principale di RoadRager)

NON segui questo link o sarai vietato dal sito!
~