Kathy Bates offre la bomba della verità sul movimento #MeToo

C'è una palpabile ironia nella vita a volte. Abbastanza forte da giurare che è a pochi secondi dal manifestarsi fisicamente dal nulla. Lì per essere guardato da chiunque abbia la fortuna di essere presente. È tristemente in questi tempi che la stessa ironia si perde spesso sulle persone coinvolte.

Il 41 ° ruolo di Clint Eastwood come regista lo ha visto mettere in scena la situazione e storia di Richard Jewell in un film con lo stesso nome. Durante i Giochi olimpici di Atlanta del 1996 George Jewell si imbatté in uno zaino pieno di bombe a pipa. Mantenendo la calma, è stato in grado di evacuare le persone abbastanza in fretta che solo una persona sarebbe morta con altre 111 lesioni subite dall'esplosione. Sotto ogni aspetto Richard Jewell quel giorno era un eroe, ma l'FBI e i media si sarebbero assicurati dannatamente che non avrebbe mai ricevuto i riconoscimenti che gli erano stati concessi poiché lo hanno immediatamente dipinto come la mente dietro il complotto della bomba.

Immaginare Il guardiano intervenendo e spingendo la propria narrativa a scopo di lucro in un'intervista all'attrice che ha interpretato la madre di Richard Jewell. Che ha giocato un ruolo chiave nella lunga lotta degli anni per cancellare il nome di suo figlio dalla narrazione che l'FBI e i media hanno raccontato di lui. Kathy Bates ha avuto l'onore di conoscere il ruolo detto per il fatto che ha ricevuto il suo 4th Nomina all'Oscar. Eppure, nonostante il contesto del film qui, vediamo i media che svolgono lo stesso comportamento.

Purtroppo erano in grado di riflettere probabilmente avrebbero capito l'ironia di essere ciò che il film ritrae come malvagi profittatori con un ordine del giorno e totale disprezzo per le ramificazioni delle loro azioni. Per non parlare di qualsiasi compassione che li spingerebbe a tentare di rimediare al danno che hanno inflitto.

Per la maggior parte Kathy Bates gioca con l'intervistatore, non saltando davvero sulla retorica del Guardian, ma allo stesso tempo non denunciandola. Un tipico colloquio sicuro, fino a quando non emette una bomba di verità sul movimento anch'io.

“Riguardo a persone come Weinstein e il divano del casting e tutto il resto. Ho una confessione. Ai miei tempi, se andavi nella camera d'albergo di un ragazzo, sapevi esattamente perché stavi andando e in quei giorni era consensuale. I tempi erano diversi, ma sostengo davvero le donne che si stanno facendo avanti ora e non sono contenta degli uomini che vengono accusati falsamente - ma quelli che meritano tutto ciò che stanno ricevendo, la mia sensazione è ehi, provaci. ”

Naturalmente l'intervistatore si è rapidamente allontanato da questa scomoda affermazione, ma c'è un certo livello di rispetto che deve essere concesso ad essa. Dice al mondo la verità assoluta che sì, le donne di Hollywood erano più che felici di scambiare sesso per ruoli, ma a volte erano davvero spinte a farlo.

Marilyn Monroe decenni fa ha offerto sentimenti simili.

"Non ho preso i loro soldi ... ma ho continuato a cavalcare nelle loro limousine e sedermi accanto a loro in posti sciccosi. C'era sempre la possibilità che un lavoro, e non un altro lupo, potesse individuarti. "

“Sai che quando un produttore chiama un'attrice nel suo ufficio per discutere di una sceneggiatura, non è tutto ciò che ha in mente. Ho dormito con i produttori. Sarei un bugiardo se dicessi di no. "

Anche se i media sono entusiasti di omettere la sfumatura di ciò che ha detto insieme alle sue dichiarazioni sulla vera pedofilia insieme all'epofilia che si sono verificate regolarmente a Hollywood. Eppure, con classe, ammette che è stata interamente una sua scelta su come andare avanti ed è nella stessa ironica vana che i campioni per le donne invece vogliono rapinare il suo post-mortem di qualsiasi agenzia. Trasformandola dal regista della sua stessa vita in una vittima passiva delle circostanze, circondata da tutti i lati da uomini malvagi.

#MeToo non è stato altro che un disastro per la nostra cultura ed è divertente come il contraccolpo cresce da uomini e donne su come i media lo incorniciano. Dopo tutte le false accuse contro gli uomini e il conseguente contraccolpo degli uomini che non vogliono nemmeno interagire con le donne, sono le donne ad essere maggiormente colpite.

Chi Sono

Ribollendo il caos dei giochi, Kevin ha trascorso un'intera vita a giocare e fare pipì.

NON segui questo link o sarai vietato dal sito!