Secondo quanto riferito, Comiket Blood Drive vede un piccolo giro d'affari dopo aver ridotto la dipendenza dai manifesti di Anime Tiddy

Comiket Blood Drive

A seguire la controversia che circondava la pulsione di sangue della Croce Rossa giapponese che includeva un manifesto diffuso del molto procace e seducente Uzaki-chan, la pulsazione di sangue Comiket al Comic Market 97 ha deciso di seguire un approccio più discreto per l'evento, e di conseguenza no come molte persone si sono rivelate.

Blog giapponese Bozza di Hachima catturato alcuni dei tweet dalla sezione giapponese di Twitter che parlava dell'evento. I tweet iniziali menzionavano solo che le immagini e l'arte promozionale erano decisamente diverse questa volta per essere più "premurose".

Alcuni tweet hanno sottolineato che c'erano ancora ragazze anime sui poster presenti durante la donazione, ma le immagini erano presenti solo una volta che sei arrivato sul disco.

Alcuni hanno cercato di sostenere che, poiché i manifesti erano ancora presenti, fissati solo ai lati degli autobus per le donazioni, che nulla era cambiato e le persone che si lamentavano di questo stavano solo facendo rumore.

Altri hanno giustamente ribattuto che i manifesti sembravano "piccoli".

On Dicembre 31st, 2019, tuttavia, l'utente di Twitter TK Takamura ha preso in carico gli oppositori e i deflettori, facendo un lungo filo sottolineando che non solo i poster erano molto più piccoli e meno procace dei poster di Uzaki-chan che avevano causato un tale tumulto prima, ma che sembravano come se l'organizzazione della donazione si piegasse sotto pressione per evitare polemiche causate da agitatrici femministe.

Takamura ha sottolineato che le femministe che hanno creato tale scalpore hanno portato il sangue ad andare avanti con una campagna promozionale molto meno aggressiva, e di conseguenza meno affluenza di persone disposte a donare sangue.

Takamura ha anche confrontato la presenza dei poster di anime durante il drive del sangue C95 dalla Croce Rossa rispetto al più recente drive del sangue del C97, in cui i poster erano più importanti e la pubblicità che utilizzava il waifus caldo era più facilmente visibile rispetto alle piccole immagini bloccate questa volta sul lato dell'autobus.

Puoi vedere che durante il C95 avevano immagini abbastanza grandi delle ragazze anime in circolazione e visibili al pubblico.

La vera parodia di tutto ciò è che la pubblicità del negozio più importante consisteva in segni con testi anziché immagini reali.

Ciò ha comportato un minor numero di persone che conoscono o si preoccupano della spinta alla donazione perché i segni con il testo non erano così evidenti come le pubblicità che circolavano con Uzaki-chan.

Ovviamente, questo accade dopo che le femministe su Twitter - sia in Occidente che in Giappone - hanno attaccato la Croce Rossa per i manifesti di Uzaki-chan.

Il 24 novembre 2019 una femminista giapponese sosteneva che avrebbero dovuto mirare a rendere le donne più realistiche e semplicemente "carine" senza "iper-sessualizzazione", e il Giappone non avrebbe dovuto preoccuparsi delle persone che chiedevano la censura.

Tuttavia, abbastanza esilarante, c'erano ancora femministe che si lamentavano dei poster in cui le femmine rappresentate nell'opera non erano sessualizzate e si adattavano persino allo standard di essere "carine" senza essere eccessivamente procace, eppure era ancora attaccata.

Dice chiaramente ...

“Lo detesto.

“Preferirei che fosse presente personale maschile, quindi era 50/50.

“Perché solo femmine giovani e carine? Qual è il suo scopo qui? È quello che sto dicendo. Il tipo di donne che lavorano in una donazione di sangue sono rappresentate in modo delirante. C'è una rivoltante sensazione di dispiacere vederli così, sì? La spinta alla donazione di sangue non è quel tipo di servizio. "

I commenti di Zpitschi, insieme ad alcuni altri detrattori, sono stati evidenziati in un altro tweet di Daino Doragon che ha avvertito tutti che questo è il motivo per cui non ti fidi delle femministe, perché anche quando ti dicono di censurare qualcosa per renderlo più appetibile per le masse, anche la versione censurata non è abbastanza.

Completa giustamente il tweet dicendo: "Questo è il motivo per cui le femministe non devono fidarsi".

Dato quello che è successo con la Croce Rossa e il modo in cui hanno ridimensionato la pubblicità degna di waifu, che è costata loro solo a lungo termine, sicuramente non ha torto.

Quindi ora se qualcuno in Giappone muore per non aver ricevuto una trasfusione di sangue in tempo perché non aveva abbastanza rifornimento, ora puoi dare la colpa alle femministe.

(Grazie per il suggerimento Noriyuki Works)

NON segui questo link o sarai vietato dal sito!
~